Corso di qualificazione professionale per sommelier 3° livello 2018

Tecnica dell’abbinamento cibo-vino.

Riportiamo di seguito le date e le informazioni relative al corso di qualificazione professionale per sommelier di 3° livello che partirà lunedì 17 settembre 2018. Per conoscere in modo più dettagliato i contenuti di ogni lezione potete consultare la pagina di dettaglio del corso di terzo livello.

Programma delle lezioni

1 Analisi sensoriale del cibo e del vino Lunedì 17 settembre 2018
2 Tecnica dell’abbinamento cibo-vino Mercoledì 19 settembre 2018
3 Uova e salse Martedì 2 ottobre 2018
4 Condimenti, erbe aromatiche e spezie Martedì 9 ottobre 2018
5 Cereali Martedì 16 ottobre 2018
6 Prodotti della pesca Martedì 23 ottobre 2018
7 Carni bianche e rosse, selvaggina Lunedì 29 ottobre 2018
8 Funghi, tartufi, ortaggi e legumi Martedì 30 ottobre 2018
9 Prodotti di salumeria Mercoledì 7 novembre 2018
10 Formaggi (parte 1) Lunedì 12 novembre 2018
11 Formaggi (parte 2) Mercoledì 14 novembre 2018
12 Dolci, gelati e frutta Martedì 20 novembre 2018
13 Dolci al cioccolato Martedì 27 novembre 2018
14 Cena didattica (solo serale) Lunedì 3 dicembre 2018

Date d’esame

Prova scritta

Lunedì 4 febbraio 2019 alle ore 15:00 (orario unico per tutti).

Prova orale

Lunedì 25 febbraio 2019 dalle ore 9.00 alle ore 16:00.

Il direttore del corso è il Sommelier Paolo Vismara.

Modalità di partecipazione

Il corso, aperto anche ad appassionati, si svolge secondo le date previste dal programma ed è articolato in due sessioni:

  • pomeridiana: alle ore 15:30 alle ore 17:45 circa;
  • serale: alle ore 20:45 alle ore 23:00 circa;

Luogo

Tutte le lezioni si tengono allo Sheraton Lake Como Hotel, in via per Cernobbio 41/A, 22100 Como CO.
(Guarda la mappa)

Posteggio coperto gratuito disponibile a 50 metri dall’hotel.

Modalità di iscrizione

Il corso è regolarmente iniziato e le iscrizioni sono chiuse. Per informazioni la Segreteria Corsi è a disposizione: corsi@aiscomo.it.

Costo

La quota di partecipazione al terzo livello è di EUR 700,00 e comprende:

  • un importante libro di testo,
  • il quaderno con le schede per l’analisi sensoriale dei cibi e dei vini;
  • la cena didattica.

Per le degustazioni si utilizzeranno i bicchieri dati in dotazione in precedenza che dovranno essere portati anche per la prima lezione.

Per maggiori informazioni vi consigliamo di leggere l’informativa.

Nota: la quota del corso non comprende le quote di iscrizione ad AIS Italia e AIS Lombardia

Alla quota si deve aggiungere:

  • l’iscrizione obbligatoria ad AIS Italia. di 80,00 euro. In caso di familiari iscritti che pagano la quota intera, l’importo per l’iscrizione è di 40,00 euro.
    Per i residenti all’estero la quota base è di 80,00 euro e comprende solo l’invio della tessera associativa. Per ricevere all’estero anche guida e riviste, la quota diventa: 170,00 EUR (Europa); 200,00 EUR (Asia); 210,00 EUR (Africa, Americhe, e Oceania).
  • l’iscrizione facoltativa ad AIS Lombardia di 30,00 euro, ambedue valide per l’anno 2018.

L’iscrizione all’AIS Nazionale e il contributo all’AIS Regionale danno diritto a ricevere le pubblicazioni sia nazionali che regionali, oltre alla possibilità di partecipare a tutte le attività dell’Associazione in qualsiasi località d’Italia, alcune delle quali riservate ai soci e gratuite.

Coloro che hanno partecipato al 2° livello 2018 (sessione primaverile presso Sheraton), sono già in regola per la quota associativa 2018.

Per completezza si chiarisce che, partecipando all’esame nel 2019, si dovrà essere in regola anche con la quota associativa AIS di tale anno.

Per maggiori informazioni vi consigliamo di leggere l’informativa sui corsi dell’Associazione Italiana Sommelier.

L’iscrizione all’AIS Nazionale e il contributo all’AIS Regionale danno diritto a ricevere le pubblicazioni sia nazionali che regionali, oltre alla possibilità di partecipare a tutte le attività dell’Associazione in qualsiasi località d’Italia, alcune delle quali gratuite e riservate esclusivamente ai soci.

Per maggiori informazioni vi consigliamo di leggere l’informativa sui corsi dell’Associazione Italiana Sommelier.

Modalità di pagamento

È preferibile effettuare il pagamento tramite bonifico bonifico bancario (utilizzando le coordinate sotto indicate), specificando con estrema chiarezza che nessuna spesa deve essere addebitata al destinatario.

Attenzione. Qualora ci venissero addebitate spese bancarie (spesso succede per i bonifici provenienti dall’estero) saremo costretti a chiedere il rimborso delle stesse al corsista.

Coordinate per il bonifico bancario
Banca
BANCA POPOLARE DI SONDRIO
IBAN
IT30G0569601612000009623X77
Codice BIC/SWIFT
POSOIT22XXX
Intestato a
Associazione Italiana Sommelier Lombardia
Causale
Corso Sommelier Terzo Livello <Nome Cognome Corsista>
Esempio: Corso Sommelier Terzo Livello Mario Rossi

Per coloro che fossero proprio impossibilitati ad eseguire il bonifico, il pagamento potrà essere effettuato alla prima lezione, preferibilmente con un assegno bancario non trasferibile intestato a “Associazione Italiana Sommelier Lombardia” oppure in contanti. Non possiamo accettare pagamenti con carte di credito o bancomat

Informazioni

Per qualunque informazione potete contattare la Segreteria Corsi AIS Como al seguente indirizzo email: corsi@aiscomo.it (contatto preferenziale).

In alternativa si possono usare i seguenti contatti diretti:

Andrea Campanari, andrea.campanari@aiscomo.it, 338 198 5337
Luca Terzi, luca.terzi@aiscomo.it, 333 843 7341
Massimo Galli, mgalli.sommelier@gmail.com, 348 9580606
Paolo Vismara, paolo.vismara@aiscomo.it, 333 608 5796

Un cordiale saluto a nome del Consiglio AIS Como

Corso di qualificazione professionale per sommelier 1° livello 2018 (sessione autunnale)

La formazione del sommelier. Le tecniche di servizio. La degustazione

Riportiamo di seguito le date e le informazioni relative al corso di qualificazione professionale per sommelier di 1° livello che partirà giovedì 4 ottobre 2018.

Per conoscere in modo più dettagliato i contenuti di ogni lezione potete consultare il programma del corso di primo livello.

Calendario delle lezioni

1 La figura del Sommelier Giovedì 4 ottobre 2018
2 Viticoltura Giovedì 11 ottobre 2018
3 Enologia: la produzione del vino Lunedì 15 ottobre 2018
4 Enologia: i componenti del vino Lunedì 22 ottobre 2018
5 Tecnica della degustazione: esame visivo Mercoledì 31 ottobre 2018
6 Tecnica della degustazione: esame olfattivo Lunedì 5 novembre 2018
7 Tecnica della degustazione: esame gusto-olfattivo Giovedì 8 novembre 2018
8 Spumanti Martedì 13 novembre 2018
9 Vini passiti, vendemmia tardiva, muffati, icewein, liquorosi, aromatizzati Lunedì 19 novembre 2018
10 Il vino italiano e le sue leggi Giovedì 22 novembre 2018
11 Birra Lunedì 26 novembre 2018
12 Distillati e liquori (nazionali ed esteri) Giovedì 29 novembre 2018
13 Le funzioni del sommelier Martedì 4 dicembre 2018
14 Visita a un’azienda vitivinicola Lunedì 10 dicembre 2018
15 Approfondimento sulla degustazione e autovalutazione Mercoledì 12 dicembre 2018

Il direttore del corso è il Sommelier Paolo Vismara.

Modalità di partecipazione

Il corso, aperto anche ad appassionati, si svolge secondo le date previste dal programma ed è articolato nelle sessioni

  • pomeridiana: alle ore 15:30 alle ore 17:45 circa;
  • serale: alle ore 20:45 alle ore 23:00 circa (disponibilità esaurita per questa sessione).

Luogo

Tutte le lezioni si tengono allo Sheraton Lake Como Hotel, in via per Cernobbio 41/A, 22100 Como CO.
(Guarda la mappa)

Posteggio coperto gratuito disponibile a 50 metri dall’hotel.

Modalità di iscrizione

La richiesta di iscrizione, vincolante per la partecipazione, avviene tramite la compilazione del seguente modulo online:

Le iscrizioni per questo corso sono chiuse.

Costo

La quota di partecipazione al primo livello è di EUR 550,00 e comprende:

  • due importanti libri di testo;
  • il quaderno con le schede per l’analisi sensoriale dei vini;
  • una valigetta con i bicchieri da degustazione;
  • un cavatappi professionale;
  • il costo del pullman per la visita all’azienda vitivinicola;
  • i vini per le degustazioni (normalmente 3 vini di ottimo livello per ogni lezione).

Sconto Giovani: chi ha 25 anni o meno (nati nel 1993 o anni successivi) ha diritto ad uno sconto di EUR 50,00; cioè dovrà pagare solo EUR 500,00 (e non EUR 550,00).

Nota: la quota del corso non comprende le quote di iscrizione ad AIS Italia e AIS Lombardia

Alla quota del corso si deve aggiungere:

  • l’iscrizione obbligatoria ad AIS Italia. di 80,00 euro. In caso di familiari iscritti che pagano la quota intera, l’importo per l’iscrizione è di 40,00 euro.
    Per i residenti all’estero la quota base è di 80,00 euro e comprende solo l’invio della tessera associativa. Per ricevere all’estero anche guida e riviste, la quota diventa: 170,00 EUR (Europa); 200,00 EUR (Asia); 210,00 EUR (Africa, Americhe, e Oceania).
  • l’iscrizione facoltativa ad AIS Lombardia di 30,00 euro, ambedue valide per l’anno 2018.

L’iscrizione all’AIS Nazionale e il contributo all’AIS Regionale danno diritto a ricevere le pubblicazioni sia nazionali che regionali, oltre alla possibilità di partecipare a tutte le attività dell’Associazione in qualsiasi località d’Italia, alcune delle quali riservate ai soci e gratuite.

Per maggiori informazioni vi consigliamo di leggere l’informativa sui corsi dell’Associazione Italiana Sommelier.

Modalità di pagamento

È preferibile effettuare il pagamento tramite bonifico bonifico bancario (utilizzando le coordinate sotto indicate), specificando con estrema chiarezza che nessuna spesa deve essere addebitata al destinatario.

Attenzione. Qualora ci venissero addebitate spese bancarie (spesso succede per i bonifici provenienti dall’estero) saremo costretti a chiedere il rimborso delle stesse al corsista.

Coordinate per il bonifico bancario
Banca
BANCA POPOLARE DI SONDRIO
IBAN
IT30G0569601612000009623X77
Codice BIC/SWIFT
POSOIT22XXX
Intestato a
Associazione Italiana Sommelier Lombardia
Causale
Corso Sommelier Primo Livello <Nome Cognome Corsista>
Esempio: Corso Sommelier Primo Livello Mario Rossi

Per coloro che fossero proprio impossibilitati ad eseguire il bonifico, il pagamento potrà essere effettuato alla prima lezione, preferibilmente con un assegno bancario non trasferibile intestato a “Associazione Italiana Sommelier Lombardia” oppure in contanti. Non possiamo accettare pagamenti con carte di credito o bancomat.

Informazioni

Per qualunque informazione potete contattare la Segreteria Corsi AIS Como al seguente indirizzo email: corsi@aiscomo.it (contatto preferenziale)

O, in alternativa uno dei seguenti contatti diretti:

Marco Misitano, marco.misitano@aiscomo.it, 335 1222494
Mirko Rosa, mirko.rosa@aiscomo.it, 347 744 2002
Massimo Galli, mgalli.sommelier@gmail.com, 348 9580606
Paolo Vismara, paolo.vismara@aiscomo.it, 333 608 5796

Un cordiale saluto a nome del Consiglio AIS Como

Italian Grape Ale. Quando la birra incontra il vino.

Aggiornamento: posti esauriti.

Alla scoperta di un nuovo stile birrario tutto italiano, con Giancarlo Aletto e 6 etichette

Italian Grape Ale (IGA). Con questo termine gli americani della prestigiosa organizzazione Beer Judge Certification Program (BJCP) hanno identificato uno stile birrario esclusivamente italiano che è ormai riconosciuto a livello internazionale.

Si tratta di birre ad alta fermentazione accomunate dal fatto di avere tra gli ingredienti utilizzati anche una percentuale di uva o mosto d’uva.

Sono sempre di più i mastri birrai italiani che si cimentano con questo tipo di produzione, con risultati eccellenti e un riscontro molto positivo in tutto il mondo.

Nel corso della serata avremo modo di assaggiare alcuni esempi di questo stile, e vedremo come ogni mastro birraio con estro e creatività sfrutta le molteplici opportunità offerte dai prodotti locali realizzando birre molto diverse tra loro.

Sfrutteremo questa occasione anche per ripassare qualche nozione generale legata al mondo della birra, con un focus sulla situazione attuale del movimento birra artigianale italiano

Per ogni birra degustata approfondiremo le caratteristiche del vitigno utilizzato cercando di capire come questo possa caratterizzare la birra.

Le birre IGA in degustazione

  • Birra Gjulia Ribo (6,5%)
    con mosto di uva Ribolla Gialla
  • Birra Gjulia Grecale (10%)
    con mosto di uva Picolit
  • Birrificio di Sorrento Ligia (6%)
    con mosto di uve Falanghina e Biancolella
  • Birrificio di Sorrento Elea (7,5%)
    con mosto di uve Aglianico
  • Birra Del Borgo Equilibrista (10,9%)
    con mosto di uva Sangiovese

Quando?

Martedì 22 maggio 2018 ore 21:00.

Dove?

Ristorante Associazione Cometa
Via Madruzza 36
22100 Como (CO)

Guarda la mappa

Posteggio coperto gratuito disponibile dentro la struttura.

La degustazione si terrà nella sala ristorante, che è ubicata al piano superiore rispetto alla sala in cui di solito ci troviamo per le degustazioni.

Costo e Prenotazioni

L’evento è riservato ai soci in regola con la quota di iscrizione 2018.

Il costo per partecipare alla degustazione è di 20,00 euro a persona, per un massimo di 50 posti. Pagamento nell’ambito della serata.

Aggiornamento: posti esauriti.

Cancellazione della prenotazione

Vi ricordiamo che se avete un imprevisto e dovete rinunciare alla degustazione, potete disdire fino a 3 giorni prima senza alcuna penale. In alternativa potete trovare un sostituto socio che partecipi al vostro posto. In caso di assenza o di disdetta con meno di tre giorni di preavviso, vi sarà ugualmente addebitato l’intero importo.

Vi aspettiamo. Un cordiale saluto a tutti.

 

Photo Credits: Tu.Ris.Marche

La Borgogna e i suoi Cru

Alla scoperta dei Grand Cru e Premier Cru di Borgogna con Ivano Antonini e 6 etichette

Dopo la splendida serata dedicata al Trentodoc con Roberto Anesi, lunedì 7 maggio ospiteremo un altro grande campione italiano, Ivano Antonini. Miglior sommelier d’Italia 2008, Ivano ci guiderà alla scoperta dei Cru di Borgogna.

Per via del numero limitato di bottiglie a disposizione, la partecipazione sarà limitata a soli 50 posti. Le etichette in degustazione sono tutte Grand Cru e Premier Cru, i due massimi livelli della denominazione d’origine.

La Borgogna

La Borgogna è una regione storica della Francia nord-occidentale, conosciuta in tutto il mondo per i suoi splendidi vini.

Posta al crocevia delle influenze mediterranee, continentali e oceaniche, unisce alla geologia ricca e diversificata un clima particolarmente favorevole. I livelli di sole, pioggia, e temperatura sembrano studiati a tavolino per lo sviluppo ottimale della vite, e il sottosuolo variegato regala caratteristiche aromatiche e organolettiche uniche ad ogni etichetta.

Alle condizioni geografiche ideali si aggiunge poi la sapienza secolare dell’uomo, che di generazione in generazione ha saputo valorizzare al meglio il pedoclima borgognone con un’attenta parcellizzazione del territorio e un’accurata selezione dei ceppi.

Il risultato? Vini raffinati, eleganti, e longevi, apprezzati in tutto il mondo.

Ivano Antonini, miglior sommelier italiano 2008

Sommelier professionista da oltre vent’anni, Ivano Antonini è conosciuto sul web come Enocentrico. Già miglior sommelier di Lombardia nel 2001 e miglior sommelier d’Italia nel 2008, ha lavorato per oltre quindici anni in ristoranti stellati tra Italia, Francia e Regno Unito. Dal 2013 gestisce il locale Blend4.

Ivano è anche un’ottimo comunicatore: dal 2007 cura la sezione Vini & Cantine di Viaggiatore Gourmet / Altissimo Ceto, e dal 2010 è docente/relatore nei corsi di sommelier ALMA.

Grande esperto della viticoltura Francese, ci condurrà in un viaggio in sei etichette alla scoperta della Borgogna e dei suoi rinomati vini. Insieme assaggeremo Grand Cru e Premier Cru, i due massimi livelli della denominazione d’origine.

I vini in degustazione

  • Meursault-Charmes Premier Cru
    Domaine Jean Monnier & Fils, 2009
  • Puligny-Montrachet Premier Cru Les Pucelles
    Domaine Alain Chavy, 2009
  • Vosne-Romanée Premier Cru
    Domaine Coquard-Loison, 2009
  • Clos de la Roche Grand Cru
    Domaine Coquard-Loison, 2009
  • Clos de Vougeot Grand Cru
    Domaine Coquard-Loison, 2009
  • Echezeaux Grand Cru
    Domaine Coquard-Loison, 2009

Quando?

Lunedì 7 maggio 2018 ore 21:00.

Dove?

Associazione Cometa
Via Madruzza 36
22100 Como (CO)

Guarda la mappa

Posteggio coperto gratuito disponibile dentro la struttura.

Costo e Prenotazioni

Il costo per partecipare alla degustazione è di 75,00 euro a persona, per un massimo di 50 posti. Pagamento nell’ambito della stessa serata.

Attenzione: I posti sono esauriti.

Cancellazione della prenotazione

Vi ricordiamo che se avete un imprevisto e dovete rinunciare alla degustazione, potete disdire fino a 3 giorni prima senza alcuna penale. In alternativa potete trovare un sostituto socio che partecipi al vostro posto. In caso di assenza o di disdetta con meno di tre giorni di preavviso, vi sarà ugualmente addebitato l’intero importo.

Vi aspettiamo. Un cordiale saluto a tutti.

 

Photo Credits: Bureau Interprofessionel des Vins de Bourgogne

Il Trento DOC con Roberto Anesi, per chi non c’era

photo_2018-04-11_19-14-52
foto: Anna Fracassi

“Il trentino è un territorio particolarmente vocato per le bollicine” esordisce Roberto Anesi. Sarà di parte, ma alla fine della serata saremo in molti ad essere d’accordo con lui. Trasuda passione il suo racconto, più di due ore fra storia, territorio, degustazioni, ed ancora valli, laghi, correnti termiche, aneddoti e dettagli.

In passato, sotto la dominazione dell’impero Austro Ungarico, il Trentino era la cantina del vino rosso. Più recentemente il vino bianco prevale, con Chardonnay e Pinot Grigio che pesano per oltre la metà delle uve prodotte – e naturalmente le bollicine!

Sono circa 9 milioni le bottiglie prodotte a denominazione Trento DOC, il cui disciplinare prevede quattro vitigni: Chardonnay, Pinot Bianco, Pinot Nero e Pinot Meunier. Poi la rifermentazione in bottiglia e un lungo contatto con i lieviti. È pratica diffusissima che le aziende adottino degli standard produttivi ancora più restrittivi, con contatti più prolungati di quanto richiesto dal disciplinare. E lo vedremo nella degustazione delle sette bottiglie scelte per noi da Roberto.

C’è un interessante inciso sul global warming: se le temperature crescono significa che le zone della vitivinicoltura cambiano, si anticipano le fasi enologiche e le vendemmie. Ma – ci fa notare Roberto – anticipando si può penalizzare la maturazione aromatica ed avere vini eccessivamente “verdi”.
Che fare allora? Ecco il ruolo della vitivinicoltura in quota in Trentino: si salvaguarda l’acidità, si ha una maturazione più lenta e il risultato sono profumi più complessi.
E poi c’è il terreno, di origine glaciale con materiali di riporto dal ritiro delle glaciazioni. E la ventilazione,  forse addirittura più importante della composizione del terreno; qui infatti è anche la ventilazione tiepida proveniente dal Garda che che contribuisce alla maturazione.
È in queste condizioni che si sviluppa un acino croccante, la materia prima perfetta per prodotti di grande qualità come quelli che abbiamo degustato.

Alcuni provengono dalla Val di Cembra, una zona a sé. Le uve poggiano su terreni porfirici, ci sono correnti fredde, siamo fra 450 e quasi 900 metri di altezza. Questa zona esprime forse le più interessanti uve per il metodo classico trentino. Vini freschi, sapidi e diretti, un po’ come le caratteristiche nervose della valle.

Altri dalla Valle dell’Adige, zona produttiva più importante per aziende e produttori. Qui i vini sono decisi, schietti, a tratti addirittura scontrosi. Sono terreni ricchi di calcare, con una buona escursione termica, più riparati dal fresco delle montagne.

Ed infine ancora dalla Vallagrina e la vicina Valle dei Laghi. La prima con i suoi terreni basaltici, poveri e rocciosi; ventilata e con vigneti relativamente alti, attorno ai 450 metri di quota. La seconda invece ci offre quasi un assaggio di clima mediterraneo, grazie alla ampia esposizione alle correnti del Garda.

E veniamo alle degustazioni!vini-anesi

Trentodoc Brut Nature 2011 – Moser

Chardonnay proveniente dai vigneti più alti, 60 mesi sui lieviti, fermentazione in acciaio, prodotto in 6.000 bottiglie.

Nel bicchiere è un bel giallo limone. Offre sentori agrumati di lime e limone, il tipico aroma di crosta di pane non è per nulla marcato. Un naso immediato, piacevolmente espressivo, un buon bilanciamento fra sentori fruttati e spezie.
Al palato è cremoso, piacevole, con un carattere agrumato e di fiori bianchi. Secco e acido, con una buona persistenza, un piacevole finale quasi salato. Affilato, azzarda Roberto.


Trentodoc Dosaggio Zero Ororosso 2011 – Cembra

Chardonnay, 60 mesi sui lieviti, fermentazione in acciaio, prodotto in 6.000 bottiglie.

Giallo paglierino intenso, un profilo olfattivo molto diretto di agrume e ananas, poi pane speziato al cumino, erbe aromatiche, iodato.
Il sorso è pieno, con una netta salinità e sapidità. Una grande coerenza con il territorio.


Trentodoc Brut Millesimato Domini Nero 2011 – Abate Nero

Pinot Nero, 60 mesi sui lieviti, fermentazione in acciaio, prodotto in 3.000 bottiglie

Giallo paglierino brillante, con il profilo aromatico tipico del pinot nero, con frutta matura e note di panificazione che fanno pensare al pane allo zenzero. Poi ancora sentori di frutta secca e pandoro.
Arriva in bocca elegante, con bollicine cremose e un finale intenso e lungo, che lascia al palato un aroma di cedro candito e scorze di arancia amara essiccate.


Trentodoc Dosaggio Zero Riserva 2010 – Letrari

Chardonnay e Pinot Nero, 60 mesi sui lieviti, fermentazione in acciaio e legno, prodotto in 7.000 bottiglie.

Colore giallo paglierino quasi dorato, già al colore possiamo indovinare la provenienza da una zona temperata come la Vallagrina. Al naso profumi di kumquat (il mandarino cinese), vaniglia, miele, mango, papaya e pepe, una nota quasi affumicata.
Al palato è avvolgente e lascia il cavo orale piacevolmente asciutto, quasi salato.


Trentodoc Extra Brut Riserva Erminia Segalla 2009 – Pisoni

Chardonnay e Pinot Nero, 82 mesi sui lieviti, prodotto in 2.200 bottiglie.

Colore Giallo paglierino limpido, bollicine fini. Aromi di mango disidratato, gelsomino, frutta secca tostata e papaya. Poi anche caffè.
Cremosissimo al palato, ricorda ancora la pasticceria ed il pan brioche.


Trentodoc Extra Brut Rosé Cavaliere Nero 2011 – Revì

Pinot Nero, fermentazione in acciaio, 72mesi sui lieviti, prodotto in 2.700 bottiglie.

Colore elegante, rosa antico tendente al salmone. Bollicine finissime. Al naso colpisce l’aroma di Nigritella, che poi lascia spazio al pane di segale alle spezie ed infine all’arancia.
Sorprende la grande bevibilità, lascia il palato leggero e pulito.


Trentodoc Dosaggio Zero Perlé Zero Cuvée Zero10 – Ferrari

Chardonnay, multimillesimato in quanto assemblaggio di tre annate (2006, 2008, 2009), vinificazione in acciaio e legno, almeno 72 mesi sui lieviti,prodotto in 22.000 bottiglie.

Riflessi dorati nel bicchiere e poi il profilo aromatico che regala pompelmo, zenzero, arancia amara, sentori floreali e di erbe aromatiche, e poi ancora lo zenzero, questa volta candito. La salinità si sente già al naso.
Al sorso è cremoso, quasi burroso.


 

Grazie Roberto per questo viaggio nelle bollicine di montagna!

Degustazione di Trentodoc con Roberto Anesi

Alla scoperta dello spumante di montagna metodo classico più rinomato d’Italia, con 7 etichette selezionate

Lunedì 9 aprile 2018 alle ore 21:00, presso l’Associazione Cometa in via Madruzza 36, Como, vi proponiamo una serata dedicata al Trentodoc in compagnia di un ospite d’onore: Roberto Anesi, vincitore del premio miglior sommelier d’Italia 2017.

Due eccellenze trentine, Roberto Anesi e Trentodoc, per una serata da non perdere

Roberto Anesi, miglior sommelier AIS 2017

Classe 1972, Roberto Anesi è il patron del ristorante El Paèl di Canazei (Trento), nonché sommelier professionista, relatore, e wine writer. Grande amante della sua terra, fa parte dell’AIS dal 1997 e da oltre 25 anni si dedica al mondo del vino con grande passione e professionalità.

Lo scorso ottobre a Taormina si è aggiudicato il premio di miglior sommelier d’Italia 2017 in una finale di altissimo livello. È il primo trentino a vincere questo prestigioso titolo.

Chi meglio di lui potrà accompagnarci alla scoperta del Trentodoc?

Trentodoc, lo spumante di montagna

Le vigne del metodo classico trentino si estendono per quasi mille ettari, spaziando dalle temperature miti del Lago di Garda al freddo pungente delle Dolomiti, con viti coltivate fino a 800 metri di altitudine.

È qui, in questo straordinario microclima, che Giulio Ferrari nei primi anni del 1900 ha voluto portare la conoscenza secolare dello Champagne e ha saputo adattarla alla tipicità del territorio, regalandoci uno spumante elegante e raffinato dalle caratteristiche uniche.

Da allora sono passati più di cent’anni, e il Trentodoc rimane sempre in vetta ai migliori metodo classico italiani. L’istituto Trento DOC, fondato nel 1984 dagli stessi produttori e che ora conta 48 membri, e il riconoscimento della DOC nel nel 1994, sono state due tappe importanti nella storia di questo spumante di montagna, una storia che continua ancora e che non smette mai di regalarci grandi emozioni.

I vini in degustazione

Quando?

Lunedì 9 aprile 2018 ore 21:00.

Dove?

Associazione Cometa
Via Madruzza 36
22100 Como (CO)

Guarda la mappa

Posteggio coperto gratuito disponibile dentro la struttura.

Costo e Prenotazioni

Il costo per partecipare alla degustazione è di 20,00 euro a persona, per un massimo di 100 posti. Pagamento nell’ambito della stessa serata.

Per prenotarvi alla cena potete contattare Arianna Andreoni:

  • via WhatsApp o SMS, al numero +39 348 221 3706 (preferibile)
  • via e-mail, all’indirizzo ari.andreoni@aiscomo.it.

Vi preghiamo di prenotare esclusivamente via WhatsApp/SMS (preferibile) o via e-mail. Per favore, non telefonate.
Attendete la risposta di Arianna che vi confermerà l’avvenuta prenotazione.

Cancellazione della prenotazione

Vi ricordiamo che se avete un imprevisto e dovete rinunciare alla degustazione, potete disdire fino a 3 giorni prima senza alcuna penale. In alternativa potete trovare un sostituto socio che partecipi al vostro posto. In caso di assenza o di disdetta con meno di tre giorni di preavviso, vi sarà ugualmente addebitato l’intero importo.

Vi aspettiamo. Un cordiale saluto a tutti.

 

Photo Credits: Artù Magazine

I vini di Tasca D’Almerita

Venerdì 23 marzo 2018 alle ore 21:00, presso l’Associazione Cometa in via Madruzza 36, Como, vi proponiamo una serata dedicata ai vini di Tasca D’Almerita.

Duecento anni di lenta maturazione

Cinque territori, tutti vocati all’eccellenza, dove viticoltura e agricoltura si intrecciano per regalare vini e cibi indimenticabili. Cinque volti della Sicilia, ciascuno con la sua spiccata personalità.

Regaleali è la tenuta più antica. È la tenuta che accompagna la famiglia Tasca da otto generazioni, da quando nel 1830 i fratelli Lucio e Carmelo l’acquistano dal Duca di Ferrandina Don Pedro Alvarez Toledo. È la tenuta che ha vissuto sulla propria pelle la lacerante sofferenza della fillossera alla fine dell’Ottocento, e il terribile ridimensionamento legato alla riforma agricola di metà Novecento. Ma è anche la tenuta che ha visto i Tasca perseverare davanti a tutte le difficoltà e trasformarsi da una famiglia di agricoltori a una famiglia di maestri viticoltori.

Dagli inizi del Duemila, alla tenuta Regaleali se ne sono affiancate altre quattro: Capofaro sull’isola di Salina, Tascante sull’Etna, Whitaker sull’isola di Mozia, e Sallier de la Tour nella DOC Monreale.

In compagnia di Jacopo Fazio, direttore dell’azienda, ripercorreremo questa bellissima storia e assaggeremo insieme sei etichette.

Una degustazione intensa con la rappresentazione dei cinque territori della famiglia Tasca D’Almerita.

I vini in degustazione

  • Sicilia Grillo DOC Mozia 2017
  • Contea di Sclafani Bianco DOC Nozze d’oro 2015
  • Sicilia DOC Il Tascante 2014
  • Sicilia Syrah DOC La Monaca 2015
  • Contea di Sclafani Rosso DOC Rosso del Conte 2013
  • Salina Malvasia IGT Capofaro 2016

Quando?

Venerdì 23 marzo 2018 ore 21:00.

Dove?

Associazione Cometa
Via Madruzza 36
22100 Como (CO)

Guarda la mappa

Posteggio coperto gratuito disponibile dentro la struttura.

Costo e Prenotazioni

Il costo per partecipare alla degustazione è di 15,00 euro a persona, per un massimo di 100 posti. Pagamento nell’ambito della stessa serata.

Cancellazione della prenotazione

Vi ricordiamo che se avete un imprevisto e dovete rinunciare alla degustazione, potete disdire fino a 3 giorni prima senza alcuna penale. In alternativa potete trovare un sostituto socio che partecipi al vostro posto. In caso di assenza o di disdetta con meno di tre giorni di preavviso, vi sarà ugualmente addebitato l’intero importo.

Vi aspettiamo. Un cordiale saluto a tutti.

 

Photo Credits: Tasca D’Almerita.

L’oro di Goro

Aggiornamento 15/02/2018: i posti sono esauriti e anche la lista d’attesa è piena.

Cena alla scoperta del tesoro ittico del Delta del Po con la cucina di Mario Pozzi e il racconto di Vadis Paesanti

«Là in mezzo al mar / Ci stan camin che fumano…»

Così recita un tratto di una vecchia canzone, Come porti i capelli bella bionda, cantata dall’usignolo di Cavriago. Per l’occasione avrei preferito la cantasse la pantera di Goro.

Qui a Goro, in mezzo al mare non ci stanno camini che fumano: ci stanno acque fumanti, nebbiose, e tanti, tanti, tanti mitili, ostriche, cannolicchi, e vongole veraci. Di questi ultimi, Goro è la marineria più grande d’Europa con circa mille imbarcazioni.

Siamo stati qualche mese fa, là in mezzo al mar, a circa sette miglia dalla costa di questa sacca marina meravigliosa, e con tutte le autorizzazioni del caso abbiamo “pescato” ostriche fantastiche. Da qui l’idea di questa serata.

Vadis Paesanti, presidente regionale di Federcoopesca e sommelier AIS, ci accompagnerà nella conoscenza di questo fantastico mondo; e lo chef Mario Pozzi, sommelier e patrron della Trattoria del Glicine, anche lui presente in mezzo al mar, ci preparerà:

  • Cannolicchi
  • Ostriche naturali
  • Ostriche fritte
  • Tonnarello con vongole veraci
  • Filetto di branzino grigliato e crema di carciofi
  • Un sorbetto di limone con composta di frutti di bosco, per mitigare il sapore marino.

I vini in degustazione

Per questa serata abbiamo pensato a una serie di vini, alcuni dei quali particolarmente importanti:

  • Champagne Vieille Vigne Millésimée 2009
    Dourdon Vieillard
  • Muscadet Sèvre et Maine sur Lie Vieilles Vignes 2015
    Bruno Cormerais
  • Chablis Vieilles Vignes 2015
    Jean-Claude Bessin
  • Vouvray Sec 2014
    Philippe Foreau

Quando?

Venerdì 23 febbraio 2018 ore 20:00.

Dove?

Trattoria del Glicine
Via Vittorio Veneto, 1
Località Piazza Santo Stefano
22012 Cernobbio CO

Guarda la mappa

Per parcheggiare l’auto vi consigliamo di usare i parcheggi gratuiti di Via Isonzo (mappa) e via Vittorio Veneto (mappa) a 50 metri dalla trattoria.

Costo e Prenotazioni

Il costo per partecipare alla cena è di 75,00 euro a persona, per un massimo di 40 posti. Pagamento nell’ambito della stessa serata.

Aggiornamento 15/02/2018: i posti sono esauriti e anche la lista d’attesa è piena.

Cancellazione della prenotazione

Vi ricordiamo che se avete un imprevisto e dovete rinunciare alla degustazione, potete disdire fino a 3 giorni prima senza alcuna penale. In alternativa potete trovare un sostituto socio che partecipi al vostro posto. In caso di assenza o di disdetta con meno di tre giorni di preavviso, vi sarà ugualmente addebitato l’intero importo.

Vi aspettiamo. Un cordiale saluto a tutti.

Quota Associativa 2018

Vi ricordiamo che per partecipare alle serate e alle degustazioni è necessario essere in regola con la quota associativa. Sul sito di AIS Italia trovate tutte le indicazioni per il rinnovo. Avete tempo fino a mercoledì 28 febbraio per poter rinnovare la quota e mantenere il diritto di voto in Assemblea e nelle votazioni per il rinnovo degli organi sociali nazionali, regionali, e territoriali.

 

Photo Credits: EGNEWS.

Barbaresco!

Aggiornamento 13/01/2018: i posti sono esauriti e anche la lista d’attesa è piena. Siamo lieti della numerosa adesione e ci dispiace non poter accogliere tutti coloro che vorrebbero partecipare. Vi aspettiamo alle prossime degustazioni.

In viaggio per le Langhe nord-orientali con Diego Sburlino, Giorgio Rinaldi, e 6 etichette

Vi aspettiamo martedì 30 gennaio presso l’Associazione Cometa per scoprire insieme uno dei più grandi nebbioli italiani.

Barbaresco. La torre dalla cima infiorata di verde; le vigne che scendono al Tanaro; la barbarica silva quando tutto era foresta impenetrabile. Oggi, dolci pendii formano un paesaggio che comunica anche calma e serenità. Qui alligna il più grande vitigno delle Langhe: il nebbiolo.

​Dai certo-liguri al Rinascimento enologico degli anni ottanta e novanta, poi ai giorni nostri: duemilacinquecento anni di storia di Langa per cercare di capire come nascono i grandi vini.

Diego Sburlino e Giorgio Rinaldi ci accompagneranno in questo piccolo viaggio, e assieme degusteremo alcune perle dell’enologia di questo territorio.

I vini in degustazione

  • Barbaresco DOCG Masseria 2014
    Vietti
  • Barbaresco DOCG Ovello 2014
    Albino Rocca
  • Barbaresco DOCG Asili 2014
    Michele Chiarlo
  • Barbaresco DOCG 2014
    Gaja
  • Barbaresco DOCG 2013
    Marziano Abbona
  • Barbaresco DOCG Tettineive 2013
    Scarpa

Quando?

Martedì 30 gennaio 2018 ore 21:00.

Dove?

Associazione Cometa
Via Madruzza 36
22100 Como (CO)

Guarda la mappa

Posteggio coperto gratuito disponibile dentro la struttura.

Costo e Prenotazioni

Il costo per partecipare alla degustazione è di 25,00 euro a persona, per un massimo di 90 posti. Pagamento nell’ambito della stessa serata.

Aggiornamento 13/01/2018: i posti sono esauriti e anche la lista d’attesa è piena. Siamo lieti della numerosa adesione e ci dispiace non poter accogliere tutti coloro che vorrebbero partecipare. Vi aspettiamo alle prossime degustazioni.

Cancellazione della prenotazione

Vi ricordiamo che se avete un imprevisto e dovete rinunciare alla degustazione, potete disdire fino a 3 giorni prima senza alcuna penale. In alternativa potete trovare un sostituto socio che partecipi al vostro posto. In caso di assenza o di disdetta con meno di tre giorni di preavviso, vi sarà ugualmente addebitato l’intero importo.

Vi aspettiamo. Un cordiale saluto a tutti.

 

Photo Credits: Wikimedia.

Corso di qualificazione professionale per sommelier 2° livello 2018

Tecnica della degustazione. Enografia italiana e internazionale.

Riportiamo di seguito le date e le informazioni relative al corso di qualificazione professionale per sommelier di 2° livello che inizierà martedì 6 febbraio 2018.

Per conoscere in modo più dettagliato i contenuti di ogni lezione potete consultare il programma del corso di secondo livello.

Calendario delle lezioni

1 Tecnica della degustazione Martedì 6 febbraio 2018
2 Lombardia e Trentino Alto Adige Giovedì 8 febbraio 2018
3 Veneto e Friuli-Venezia Giulia Lunedì 19 febbraio 2018
4 Puglia, Calabria, e Basilicata Mercoledì 21 febbraio 2018
5 Toscana e Liguria Martedì 27 febbraio 2018
6 Sicilia e Sardegna Giovedì 1 marzo 2018
7 Abruzzo, Molise e Campania  Martedì 6 marzo 2018
8 Umbria e Lazio Giovedì 8 marzo 2018
9 Vitivinicoltura nei Paesi Europei Lunedì 12 marzo 2018
10 Viticoltura nei principali Paesi del mondo Mercoledì 14 marzo 2018
11 Piemonte e Valle d’Aosta Lunedì 19 marzo 2018
12 Emilia-Romagna e Marche Martedì 20 marzo 2018
13 Vitivinicoltura in Francia (parte 1) Lunedì 26 marzo 2018
14 Vitivinicoltura in Francia (parte 2) Martedì 27 marzo 2018
15 Approfondimento sulla degustazione e autovalutazione Giovedì 5 aprile 2018

Informazioni

Direttore del corso

Il direttore del corso è il sommelier Paolo Vismara.

Modalità di partecipazione

Il corso si svolge secondo le date previste dal programma ed è articolato in due sessioni:

  • sessione pomeridiana: alle ore 15:30 alle ore 17:45 circa;
  • sessione serale: alle ore 20:45 alle ore 23:00 circa;

Luogo

Tutte le lezioni si tengono allo Sheraton Lake Como Hotel, in via per Cernobbio 41/A, 22100 Como CO.
(Guarda la mappa)

Posteggio coperto gratuito disponibile a 50 metri dall’hotel.

Modalità di iscrizione

La richiesta di iscrizione, vincolante per la partecipazione, avviene tramite la compilazione del seguente modulo online:

Costo

La quota di partecipazione al secondo livello è di 580,00 EUR, e comprende:

  • 2 importanti libri di testo;
  • il quaderno con le schede per l’analisi sensoriale dei vini;
  • i vini per le degustazioni (normalmente 3 vini di ottimo livello per ogni lezione).

Per le degustazioni si utilizzeranno i bicchieri dati in dotazione in precedenza, che dovranno essere portati anche per la prima lezione.

Sconto Giovani: chi ha 25 anni o meno – nati nel 1993 o dopo – ha diritto ad uno sconto di EUR 50,00; cioè dovrà pagare solo EUR 530,00 (e non EUR 580,00).

Nota: la quota del corso non comprende le quote di iscrizione ad AIS Italia e AIS Lombardia

La quota non comprende

  • l’iscrizione obbligatoria ad AIS Italia. di 80,00 euro. In caso di familiari iscritti che pagano la quota intera, l’importo per l’iscrizione è di 40,00 euro.
    Per i residenti all’estero la quota base è di 80,00 euro e comprende solo l’invio della tessera associativa. Per ricevere all’estero anche guida e riviste, la quota diventa: 170,00 EUR (Europa); 200,00 EUR (Asia); 210,00 EUR (Africa, Americhe, e Oceania).
  • l’iscrizione facoltativa ad AIS Lombardia di 30,00 euro, ambedue valide per l’anno 2018.

L’iscrizione all’AIS Nazionale e il contributo all’AIS Regionale danno diritto a ricevere le pubblicazioni sia nazionali che regionali, oltre alla possibilità di partecipare a tutte le attività dell’Associazione in qualsiasi località d’Italia, alcune delle quali riservate ai soci e gratuite.

Coloro che hanno partecipato al 1° livello, sessione autunnale 2017, sono già in regola per la quota associativa 2018. Coloro che invece hanno partecipato alla sessione primaverile 2017 (presso Cometa) o a corsi in anni precedenti (e non hanno ancora rinnovato per il 2018) devono pagare la quota associativa del nuovo anno.

Per maggiori informazioni vi consigliamo di leggere l’informativa sui corsi dell’Associazione Italiana Sommelier.

Modalità di pagamento

È preferibile effettuare il pagamento tramite bonifico bonifico bancario (utilizzando le coordinate sotto indicate), specificando con estrema chiarezza che nessuna spesa deve essere addebitata al destinatario.

Attenzione. Qualora ci venissero addebitate spese bancarie (spesso succede per i bonifici provenienti dall’estero) saremo costretti a chiedere il rimborso delle stesse al corsista.

Coordinate per il bonifico bancario
Banca
BANCA POPOLARE DI SONDRIO
IBAN
IT30G0569601612000009623X77
Codice BIC/SWIFT
POSOIT22XXX
Intestato a
Associazione Italiana Sommelier Lombardia
Causale
Corso Sommelier Secondo Livello <Nome Cognome Corsista>
Esempio: Corso Sommelier Secondo Livello Mario Rossi

Per coloro che fossero proprio impossibilitati ad eseguire il bonifico, il pagamento potrà essere effettuato alla prima lezione, preferibilmente con un assegno bancario non trasferibile intestato a “Associazione Italiana Sommelier Lombardia” oppure in contanti. Non possiamo accettare pagamenti con carte di credito o bancomat

Informazioni

Per qualunque informazione potete contattare la segreteria corsi:

Segreteria Corsi AIS Como
corsi@aiscomo.it

Contatti diretti personali

Paolo Vismara
paolo.vismara@aiscomo.it
+39 333 608 5796
Andrea Campanari
andrea.campanari@aiscomo.it
+39 338 198 5337

Un cordiale saluto a nome del Consiglio AIS Como