Vista delle viti e del mare a strapiombo

Degustazione di Costa d’Amalfi Furore: i grandi vini di Marisa Cuomo con Guido Invernizzi

Mercoledì 10 giugno 2015 alle ore 21:00, presso lo Sheraton Lake Como Hotel (già Grand Hotel di Como), avremo una degustazione di Costa d’Amalfi Furore accompagnati da Guido Invernizzi.

Prendiamo in prestito le parole di Raffaele Ferraioli, sindaco di Furore, che, con poetica di altri tempi e affettuosa malinconia, mostra tutto l’amore ed un tenero orgoglio verso la sua terra.

«Non cercarla qui la ciambella di case raccolte intorno alla piazza. Non la troverai. Furore, il paese che non c’è, il paese non paese, col suo abitato sparso sui fianchi della montagna a strapiombo sul mare, si offre a piccole dosi, si lascia scoprire con civettuola ritrosia.

Batterai sentieri e petingoli, stretti fra fazzoletti di terra miracolosamente strappati alla roccia e coltivati con amore antico, quasi con ostinazione.

Berrai vini  bianco e rosso  freschi e briosi, “capaci di buttarti dentro tutto il sole e tutta l’allegria che hai sulla pelle”. Ammirerai vigne e giardini, terrazzi e pergolati, poggi e tornanti che dirupano a mare. E muri: muri a secco, muri dipinti, muri istoriati. Muri parlanti. Muri d’autore. E chiese, e campanili svettanti e cupole arabeggianti. Una vertigine di panorami immersa in una luce senza suoni, sospesa, irreale e segreta come una favola. Ascolterai il silenzio.

Coglierai l’alito dell’universo nella voce lontana del mare. Avvertirai il profumo del mito nel respiro di qualche ninfa innamorata che da sempre abita questi anfratti. Vivrai un’atmosfera sognante e al tempo stesso inquietante, dove ogni sguardo è già emozione e ogni pensiero è già sogno.»

Raffaele Ferraioli, sindaco di Furore

Del Gran Furor Divina Costiera Bianco scriveva anche Luigi Veronelli alla fine degli anni ’90.

«Marisa ed Andrea producono il Fiorduva, località cru del comune di Furore, Costa d’Amalfi doc. Si tratta del vino più conosciuto come Gran Furor Divina Costiera Bianco. “Un vino appassionato che sa di roccia e di mare, senza alcun cedimento all’abboccato”, avevo scritto l’anno scorso. Ne ho camminate le vigne come era mio proposito, ne ho riassaggiato il vino nell’annata 1998.

Un capolavoro di magici equilibri e spontanee aggressioni dovuto alle congiunte volontà dei due vignaioli e di un enologo principe (chi altri potrebbe essere, se non Luigi Moio, in un comune che si chiama Furor?).»

Luigi Veronelli

Il relatore: Guido Invernizzi

Una sola persona poteva raccontarci la storia dell’azienda, le difficoltà dell’allevamento di vitigni rari, e la straordinaria bontà di questi vini. Doveva essere un grande conoscitore e persona di fiducia dell’azienda.

Quest’uomo è Guido Invernizzi, relatore tra i più apprezzati e applauditi ai corsi per sommelier di Como. Affabulatore instancabile e infinito narratore di avventure e aneddoti,  Guido ci dirà tutto sulle caratteristiche uniche di questi vini e perché Fiorduva è stato votato dai sommelier dell’AIS come migliore vino bianco d’Italia nel 2006 e nel 2014.

Le etichette in degustazione

  1. Furore bianco, 2014
  2. Costa d’Amalfi rosato, 2014
  3. Furore rosso, 2014
  4. Fiorduva, 2013
  5. Furore rosso riserva, 2011

Cantine Marisa Cuomo: un amore lungo trentacinque anni

Andrea Ferraioli, ultimo discendente di un’antica famiglia di vinificatori locali, e la moglie Marisa Cuomo, spinti dal loro amore e da una straordinaria passione per il vino, sognavano di produrre vini di alta qualità a Furore, loro paese natìo. Così, nel nel 1980 acquistarono il marchio Gran Furore Divina Costiera, un marchio nato nel 1942 per accompagnare la vendita dei vini della Costa di Furore, ottenuti dalle vigne sdraiate a picco sul golfo di Salerno.

Ancora oggi le viti centenarie, allevate a piede franco, crescono in orizzontale e, sdraiandosi su roccia e terra, piombano a terrazze verso il mare. In un territorio come Furore, così caratteristico ed allo stesso tempo estremo, la cura delle viti e dell’uva diventa un lavoro completamente manuale. A stretto contatto con la natura, le Cantine Marisa Cuomo sperimentano tecniche per strappare terreno alla roccia, costruiscono pergolati su cui adagiare le viti, selezionano con rigore le colture più adatte ed i vitigni nobili.

Le viti, allevate prevalentemente a pergolato e spesso piantate sulle pareti rocciose verticali, si estendono su dieci ettari di superficie di cui 3,5 di proprietà. La vinificazione avviene secondo le più moderne tecniche, in un connubio di natura e tecnologia, nelle cantine a 500 metri sul livello del mare.

Profili organolettici dei vini in degustazione

  1. Per quanto riguarda il Fiorduva 2013 e il Furore rosso riserva 2011, trovate un’ottima analisi di entrambi nella guida Vitae 2015 (a pagina 1777).Cari addetti ai lavori, sommelier, e appassionati: lasciamo a voi la ricerca delle caratteristiche che potrete confrontare durante la serata con le cinque degustazioni.
  2. Per quanto riguarda il Furore bianco, il Costa d’Amalfi rosato, e il Furore rosso, le caratteristiche che trovate nella guida Vitae 2015, riferite ai vini dell’annata 2013, non si discostano molto da quelle dei vini che avremo in degustazione (che sono invece dell’annata 2014).

Costo e prenotazioni

Il costo della serata è di 35,00 euro a persona.

Potrete portare accompagnatori e il pagamento avverrà durante la serata stessa.

Quando?

Mercoledì 10 giugno 2015 , alle ore 21:00

Dove?

Sheraton Lake Como Hotel
via per Cernobbio 41/A
22100 Como (CO)
Guarda la mappa

Posteggio coperto gratuito disponibile a 50 metri dal Grand Hotel.

Prenotazioni

Per partecipare alla degustazione potete contattare Arianna Andreoni:

  • via SMS, al numero +39 348 221 3706
  • via e-mail, all’indirizzo ari.andreoni@aiscomo.it

Vi preghiamo di prenotare esclusivamente via SMS o via e-mail. Per favore, non telefonate.

Cancellazione della prenotazione

Se avete prenotato e per un imprevisto non vi è possibile partecipare, vi ricordiamo che potete disdire fino a 3 giorni prima della manifestazione (o trovare un sostituto socio). In caso contrario vi verrà ugualmente addebitato il costo della degustazione.

 

Photo Credits: Cantine Marisa Cuomo, Viti e mare.