Archivi categoria: Cene

Cena degli Auguri 2018

La cucina del Castello di Casiglio e gli Champagne Dourdon-Vieillard

Venerdì 14 dicembre 2018 alle ore 20:00, ci troveremo per la consueta Cena degli Auguri per festeggiare insieme l’arrivo del Natale e salutarci prima della pausa natalizia.

Una serata indimenticabile accompagnati dalla raffinata cucina del Castello di Casiglio e dall’eleganza degli Champagne di Durdon-Vieillard.

Menu

Aperitivo a buffet
Insalatina di farro
Forma di grana
Fantasie fritte dello chef
Polenta con salsiccia
Polenta con zola e noci
Tagliere di salumi misti
Club sandwich vegetariani
Cocktail di gamberi
Crema di legumi con cotechino
Antipasto
Ventaglio di crudo 16 mesi nazionale con verdurine in agrodolce
Primo piatto
Risotto cime di rapa e pasta di salame
Secondo piatto
Tagliata di maialino, scamorza affumicata e radicchio con fantasie di stagione
Dessert
Mousse al 72% di cacao con salsa ai lamponi e crumble di arachidi salate
E per finire…
Caffè con panettone e pandoro augurale

Gli Champagne in abbinamento

Quando?

Venerdì 14 dicembre 2018 ore 20:00.

Dove?

Ristorante Hotel Castello di Casiglio
Via Cesare Cantù, 21,
22036 Erba (CO
)

Guarda la mappa per raggiungere il ristorante

Parcheggio disponibile vicino all’hotel.

Costo e Iscrizioni

Le iscrizioni sono chiuse in quanto i posti disponibili sono esauriti.

Il costo della Cena degli Auguri è di 70,00 euro a persona.

Potete effettuare il pagamento:

  • con bonifico bancario anticipato, oppure
  • in contanti nell’ambito della stessa serata.

Vi aspettiamo. Un cordiale saluto a tutti.

L’oro di Goro

Aggiornamento 15/02/2018: i posti sono esauriti e anche la lista d’attesa è piena.

Cena alla scoperta del tesoro ittico del Delta del Po con la cucina di Mario Pozzi e il racconto di Vadis Paesanti

«Là in mezzo al mar / Ci stan camin che fumano…»

Così recita un tratto di una vecchia canzone, Come porti i capelli bella bionda, cantata dall’usignolo di Cavriago. Per l’occasione avrei preferito la cantasse la pantera di Goro.

Qui a Goro, in mezzo al mare non ci stanno camini che fumano: ci stanno acque fumanti, nebbiose, e tanti, tanti, tanti mitili, ostriche, cannolicchi, e vongole veraci. Di questi ultimi, Goro è la marineria più grande d’Europa con circa mille imbarcazioni.

Siamo stati qualche mese fa, là in mezzo al mar, a circa sette miglia dalla costa di questa sacca marina meravigliosa, e con tutte le autorizzazioni del caso abbiamo “pescato” ostriche fantastiche. Da qui l’idea di questa serata.

Vadis Paesanti, presidente regionale di Federcoopesca e sommelier AIS, ci accompagnerà nella conoscenza di questo fantastico mondo; e lo chef Mario Pozzi, sommelier e patrron della Trattoria del Glicine, anche lui presente in mezzo al mar, ci preparerà:

  • Cannolicchi
  • Ostriche naturali
  • Ostriche fritte
  • Tonnarello con vongole veraci
  • Filetto di branzino grigliato e crema di carciofi
  • Un sorbetto di limone con composta di frutti di bosco, per mitigare il sapore marino.

I vini in degustazione

Per questa serata abbiamo pensato a una serie di vini, alcuni dei quali particolarmente importanti:

  • Champagne Vieille Vigne Millésimée 2009
    Dourdon Vieillard
  • Muscadet Sèvre et Maine sur Lie Vieilles Vignes 2015
    Bruno Cormerais
  • Chablis Vieilles Vignes 2015
    Jean-Claude Bessin
  • Vouvray Sec 2014
    Philippe Foreau

Quando?

Venerdì 23 febbraio 2018 ore 20:00.

Dove?

Trattoria del Glicine
Via Vittorio Veneto, 1
Località Piazza Santo Stefano
22012 Cernobbio CO

Guarda la mappa

Per parcheggiare l’auto vi consigliamo di usare i parcheggi gratuiti di Via Isonzo (mappa) e via Vittorio Veneto (mappa) a 50 metri dalla trattoria.

Costo e Prenotazioni

Il costo per partecipare alla cena è di 75,00 euro a persona, per un massimo di 40 posti. Pagamento nell’ambito della stessa serata.

Aggiornamento 15/02/2018: i posti sono esauriti e anche la lista d’attesa è piena.

Cancellazione della prenotazione

Vi ricordiamo che se avete un imprevisto e dovete rinunciare alla degustazione, potete disdire fino a 3 giorni prima senza alcuna penale. In alternativa potete trovare un sostituto socio che partecipi al vostro posto. In caso di assenza o di disdetta con meno di tre giorni di preavviso, vi sarà ugualmente addebitato l’intero importo.

Vi aspettiamo. Un cordiale saluto a tutti.

Quota Associativa 2018

Vi ricordiamo che per partecipare alle serate e alle degustazioni è necessario essere in regola con la quota associativa. Sul sito di AIS Italia trovate tutte le indicazioni per il rinnovo. Avete tempo fino a mercoledì 28 febbraio per poter rinnovare la quota e mantenere il diritto di voto in Assemblea e nelle votazioni per il rinnovo degli organi sociali nazionali, regionali, e territoriali.

 

Photo Credits: EGNEWS.

Cena degli Auguri 2017

La cucina della Locanda dell’Oca Bianca e gli Champagne Dourdon-Vieillard

Giovedì 14 dicembre 2017 alle ore 20:00, ci troveremo per la consueta Cena degli Auguri per festeggiare insieme l’arrivo del Natale e salutarci prima della pausa natalizia.

Per quest’anno abbiamo scelto il ristorante La Locanda dell’Oca Bianca con la raffinata cucina dello chef Francesco, che da 25 anni rappresenta uno dei punti di riferimento della ristorazione comasca.

I vini in abbinamento saranno gli splendidi Champagne di Durdon-Vieillard.

Menu

Aperitivo
Buffet con stuzzichini sfiziosi
Sformatino di carciofi con gambero
Strudel di verdure in pasta sfoglia su salsa al parmigiano
Primo piatto
Tagliatelle con ragu di piovra e olive taggiasche
Secondo piatto
Involtino di dentice con zucchine trombetta
Dessert
Crostata di frutta
E per finire…
Caffè

Gli Champagne in abbinamento

Quando?

Giovedì 14 dicembre 2017 ore 20:00.

Dove?

Ristorante La Locanda dell’Oca Bianca
Via Canturina 251
22100 Como (CO)

Guarda la mappa per raggiungere il ristorante

Il ristorante ha un parcheggio di capienza limitata, per cui vi consigliamo di posteggiare la vostra auto nell’ampio parcheggio pubblico che c’è a pochi metri dal ristorante
Venendo da Como, il parcheggio si trova sulla via Canturina poco dopo il ristorante, in corrispondenza del semaforo.

Guarda la mappa per raggiungere il parcheggio

Costo e Prenotazioni

Il costo per partecipare alla Cena degli Auguri è di 65,00 euro a persona, per un massimo di 60 posti. Pagamento nell’ambito della stessa serata.

Per partecipare alla degustazione potete contattare Arianna Andreoni:

  • via WhatsApp o SMS, al numero +39 348 221 3706 (preferibile)
  • via e-mail, all’indirizzo ari.andreoni@aiscomo.it.

Vi preghiamo di prenotare esclusivamente via WhatsApp/SMS (preferibile) o via e-mail. Per favore, non telefonate.
Attendete la risposta di Arianna che vi confermerà l’avvenuta prenotazione.

Cancellazione della prenotazione.

Vi ricordiamo che se avete un imprevisto e dovete rinunciare alla cena, potete disdire fino a 3 giorni prima senza alcuna penale. In alternativa potete trovare un sostituto socio che partecipi al vostro posto. In caso di assenza o di disdetta con meno di tre giorni di preavviso, vi sarà ugualmente addebitato l’intero importo.

Vi aspettiamo. Un cordiale saluto a tutti.

Cena degli Auguri 2016

Aggiornamento 12 dicembre 2016: sono online le foto della serata Guardatele sulla nostra pagina Facebook.

 

Martedì 6 dicembre 2016 alle ore 20:00, ci troveremo presso il Ristorante dell’Associazione Cometa, in via Madruzza 36 a Como per l’annuale Cena degli Auguri.

Come ben sapete, da diversi anni AIS Como è partner di Cometa per l’organizzazione dei corsi di sommellerie rivolti ai ragazzi, e dallo scorso anno è anche portavoce del progetto di formazione della Scuola Oliver Twist.

La cena degli Auguri rappresenta per i ragazzi di Cometa il traguardo di un percorso importante che dura diversi mesi e che li vede coinvolti, sotto l’attenta e severa supervisione di professionisti del settore, in tutti gli aspetti della ristorazione d’eccellenza: selezione delle materie prime di qualità, elaborazione del menu con ingredienti di stagione, disegno delle portate e impiattamento, progettazione e realizzazione degli adorni di sala e dei centrotavola.

Durante la serata sarà proiettato un breve video per mostrare il lavoro dei ragazzi che, come ci ha raccontato il nostro sommelier Enrico che li ha incontrati in anteprima, hanno lavorato con entusiasmo e tenacia per un risultato di alto livello (specialmente con il dolce a sorpresa, studiato e progettato interamente per noi).

Vi aspettiamo!

Autoctoni monovitigno: le quattro etichette selezionate da Giorgio Rinaldi

  • Lessini Durello DOC Metodo Classico, 36 mesi, Marcato
    La durella, nota nell’antichità come Durasena – dal latino Durus Acinus – evoca già dal nome le sue caratteristiche peculiari: buccia spessa ricca di tanntini, pronunciata acidità, e grande sapidità. Dopo la prima fermentazione a temperatura controllata, il 36 mesi riposa sui lieviti per tre anni nella cave sotterranee della cantina Marcato. Metodo classico di grande eleganza e persistenza, dal perlage fitto e persistente, e lungo gusto fruttato e minerale.
  • Carso Bianco DOC Vitovska, 2015, Castelvecchio
    Vìtovska 100%. Antico vitigno autoctono a bacca bianca presente nel Carso da tempo immemorabile, la vìtovska è un’uva dal carattere fiero, temprata dai secoli a crescere in una terra ostica e difficile fatta di roccia calcarea e pochissima terra rossa. Produzione ristretta (1 ettaro) a 150 m slm e vinificazione tradizionale in bianco senza macerazione, breve riposo in acciaio per 4–5 mesi e poi ancora in bottiglia per ulteriori 3 mesi. Vino di ottima struttura, bouquet floreale, grande freschezza e sapidità.
  • Maremma Toscana DOC Ciliegiolo, Vigna Vallerana Alta, Antonio Camillo
    Ciliegiolo 100%. Uve provenienti da una singola vigna, circa un ettaro, di cui la metà piantata nel 1954, l’altra nel 1968. Terreni argillosi, ricoperti da una coltre di ghiaia rossa, ubicati in località “Vallerana Alta”, nel grossetano, a 400 m slm. Vinificazione in cemento con macerazione sulle bucce. Affinamento di 12 mesi in botte grande, 3 mesi in cemento, e poi ancora 3 mesi in bottiglia. Vino elegante, con tannini raffinati. Al naso note floreali e fruttate con sfumature minerali; in bocca equilibrato, leggiadro e rinfrescante, con finale lunghissimo.
  • Colli Piacentini DOC Vin Santo, Le Solane, Mossi 1558
    Malvasia di Candia Aromatica 100%. Appassimento di circa 3 mesi in locali detti Solane, perché ben esposti al sole, rivolti a mezzogiorno e con il solo tetto per soffitto. Fermentazione parziale, affinamento di 3 anni in botti da 300 l poste in soffitta, e riposo di almeno 1 anno in bottiglia. Accattivante giallo ambrato, al naso è intenso e complesso, e in bocca è ben equilibrato, con una piacevole freschezza che bilancia gli zuccheri.

Menu

Aperitivo Finger Food

  • Sandwich di lago con caprino, trota e cicoria
  • Puntarelle e cocktail di gamberi al fico d’India
  • Diavoli a cavallo (prugne secche, mandorle e pancetta croccante)
  • Datteri ripieni di pesto al lardo, timo e nocciole
  • Raviolo di brisè con patè bianco di lago, uvetta e pinoli

Primo piatto

  • Crespelle con ragù di verdure di stagione e crema al taleggio

Secondo piatto

  • Petto d’anatra all’aceto balsamico con purea di sedano rapa, cavoli e sesamo

Dessert

  • Sorpresa al cioccolato

E per finire…

  • Caffè e piccola pasticceria

Quando?

Martedì 6 dicembre 2016, alle ore 20:00.

Dove?

Associazione Cometa
Via Madruzza 36
22100 Como (CO)

Guarda la mappa

Posteggio coperto gratuito disponibile dentro la struttura.

Costo e Prenotazioni

Il costo della serata è di 55,00 euro a persona, per un massimo di 85 posti. Pagamento nell’ambito della stessa serata.

Per partecipare alla degustazione potete contattare Arianna Andreoni:

  • via SMS, al numero +39 348 221 3706
  • via e-mail, all’indirizzo ari.andreoni@aiscomo.it

Vi preghiamo di prenotare esclusivamente via SMS o via e-mail. Per favore, non telefonate.
Ovviamente poi Arianna vi risponderà per la conferma.

Cancellazione della prenotazione

Vi ricordiamo che se avete un imprevisto e dovete rinunciare alla serata, potete disdire fino a 3 giorni prima senza alcuna penale. In alternativa potete trovare un sostituto socio che partecipi al vostro posto. In caso di assenza o di disdetta con meno di tre giorni di preavviso, vi sarà ugualmente addebitato l’intero importo.

 

Cena degli Auguri 2015

Aggiornamento 3 dicembre 2015: POSTI ESAURITI.

Giovedì 10 dicembre 2015 vi aspettiamo con amici e familiari presso il Ristorante dell’Associazione Cometa per la consueta Cena degli Auguri di AIS Como.

La Cena degli Auguri di AIS Como parte da una lista di vini che ogni anno viene scelta personalmente dal nostro Delegato, proponendo delle eccellenze incontrate durante l’anno appena trascorso.

Per questo motivo, durante la Cena degli Auguri i vini presenti sono ad libitum o, per essere più chiari, a volontà.

I 4 vini d’eccellenza selezionati da Giorgio Rinaldi: dalla Champagne all’Alto Adige, passando per Abruzzo e Piemonte

Francia, Alto Adige, Abruzzo, e Piemonte: quattro zone vitivinicole d’eccellenza per 4 grandissimi vini.

1. Champagne Brut Tradition, Dourdon Vieillard

Piccolo gioiello della Vallée de la Marne (50% Pinot Meunier, 42% Pinot Noir, 8% Chardonnay).

Giallo dorato con bollicine intense e regolari. Gusto pieno e rotondo, aroma fruttato con note di frutta gialla, mela cotogna, cera d’api, e miele di tiglio.

2. Manna, 2013, Franz Haas

È il vino bianco più complesso e ricercato dell’Alto Adige. Frutto di un assemblaggio di uve Riesling, Chardonnay, Sauvignon Blanc, e Gewürztraminer (quest’ultime da vendemmia tardiva), tutte vendemmiate e fermentate separatamente. Dopo l’assemblaggio i vini vengono fatti maturare sui lieviti fino a 10 mesi in contenitori d’acciaio.

Colore giallo dorato luminoso. Bouquet complesso e stratificato che ricorda note eleganti di sambuco, pistacchi, e petali di rosa. Colpisce, oltre che per complessità e concentrazione, anche per un’eleganza morbida e una struttura minerale. Stupiscono le evoluzioni sorprendenti nel bicchiere anche durante una semplice cena.

Prodotto per la prima volta nel 1995, è nato appositamente per essere abbinato alle pietanze più diverse, senza dover scegliere più vini per ottimizzare una portata.

E il nome del vino, Manna, è stato scelto da Franz Hass in onore della moglie Maria Luisa Manna.

3. Montepulciano d’Abruzzo DOC Riserva, Inferi, 2010, Marramiero

Grande vino che, senza esitazione, con i Montepulciani di Valentini e Masciarelli, può essere inserito nella terna dei vini rossi tipici e varietali più importanti dell’Abruzzo.

Fermentazione con le bucce dopo lunga maturazione, estrazione soffice del mosto, e maturazione in acciaio per 12 mesi. Invecchiamento di 18 mesi in barrique, e affinamento di 6 mesi in bottiglia.

Profumi intensi di datteri, carrube, ribes e mirtilli. Tannino intenso con ampiezza di note speziate vaniglia e tabacco. Al gusto persistente caldo e corposo. Lungo finale di bocca con ritorni di confetture sentori di caffè e cioccolato fondente.

4. Moscato d’Asti Canelli DOCG, Villa Giada

L’eccezionale Moscato di Andrea Faccio ci accompagna sempre più spesso a degustare i dolci a pasta lievitata della tradizione italiana.

Menu

Antipasto a buffet

  • Mandorle salate
  • Gamberi in pastella
  • Tempura di verdurine di stagione
  • Piccoli diavoli di prugne appassite e bacon croccante
  • Mini toast alla Harry’s Bar

Primo piatto

  • Lasagnette gratinate con verdurine fondenti al tartufo

Secondo piatto

  • Controfiletto di vitello glassato al finocchietto selvatico

Contorno

  • Spinacini saltati con uvetta e pinoli
  • Patate dorate con guanciale
  • Piccolo gratin di sedano

Dessert

  • Panettone della Tradizione alle Quattro Creme

E per finire…

  • Caffè e piccola pasticceria

Un ristorante pieno di stelle

Come forse ricorderete, in passato eravamo soliti selezionare per la Cena degli Auguri un locale diverso ogni anno tra i ristoranti della provincia di Como in cui lavorassero i nostri soci sommelier.

Quest’anno, però, abbiamo scelto di fare un’esperienza diversa.

Il 2015 è stato un anno importante per l’AIS, con tantissimi eventi che si sono susseguiti a ritmi frenetici: i 6 mesi di Expo, con i sommelier AIS impegnati in prima linea tutti i giorni; il 50° anniversario della nostra Associazione, con le decine di eventi organizzati e centinaia di sommelier coinvolti; il congresso nazionale e la presentazione della guida Vitae 2016, con oltre 200 sommelier che hanno lavorato arduamente e hanno mostrato tutto il loro spirito di squadra.

Insomma, tantissime occasioni che hanno richiesto grandi sacrifici ma che hanno regalato immense soddisfazioni, e che hanno ribadito l’importanza di un gruppo unito e orientato all’eccellenza, e pronto a sostenersi nei momenti di difficoltà.

Preparazione, cultura, dedizione, tenacia, passione, creatività, coesione, e miglioramento continuo. Valori in cui crediamo e che abbiamo rivisto negli occhi dei ragazzi di Cometa.

Per questo abbiamo deciso di valorizzarli e stimolarli, scegliendo il Ristorante didattico di Cometa per la Cena degli Auguri di quest’anno.

Un ristorante pieno di stelle, tante quanti sono i ragazzi di Cometa e tutte le persone e i professionisti della ristorazione che collaborano con l’associazione.

Cometa: una stella a Como dal 1987

Cometa è una realtà che dal 1987 si occupa dell’accoglienza e dell’educazione di bambini e ragazzi.

Dal 2003 viene inaugurata Cometa Formazione, che inizia la sua attività per offrire ai giovani l’opportunità concreta di crescere sia attraverso percorsi educativi e formativi che attraverso l’acquisizione di adeguate competenze che promuovano un positivo inserimento nel mondo del lavoro.

Nel 2009, infine, apre i battenti la Scuola Oliver Twist, che qualifica operatori della ristorazione e tecnici dei servizi di sala e bar, grazie anche alla collaborazione di professionisti del settore Ho.Re.Ca. Qui la filosofia è imparare facendo: scuola e lavoro sono integrati fin dal primo giorno, e i ragazzi possono apprendere meglio mettendo subito in pratica tutto quello che imparano sui banchi. Ecco così che arte e mestiere si fondono nel laboratorio di pasticceria, nella sala bar, e nel ristorante didattico. Come se non bastasse, da diversi anni AIS Como è partner di Cometa per l’organizzazione dei corsi di sommellerie rivolti ai ragazzi.

AIS Como è orgogliosa di farsi portavoce di questo ambizioso progetto che ha rivelato fin dall’inizio ottimi risultati, con la speranza di poter proseguire con scambi reciproci di esperienze e collaborazioni. Siamo certi che anche voi non resterete delusi.

Costo e prenotazioni

Aggiornamento 3 dicembre 2015: POSTI ESAURITI.

Il costo della cena è di 55,00 euro a persona per un massimo di 80 posti. Potete portare accompagnatori e il pagamento sarà nell’ambito della stessa serata.

Per le adesioni potete contattare Arianna Andreoni tramite SMS al numero 348-2213706 o via e-mail ad ari.andreoni@aiscomo.it. Utilizzate esclusivamente questi due mezzi di comunicazione che rimarranno e faranno fede dell’avvenuta iscrizione. Per favore evitate di telefonare.

Ricordiamo sempre che se siete impossibilitati a partecipare dovete disdire almeno 3 giorni prima della manifestazione (o trovare un sostituto socio). In caso contrario vi verrà ugualmente addebitato il relativo importo.

Un cordiale saluto a tutti e un caloroso augurio di Buone Feste
da tutta la Delegazione di Como e dal vostro delegato,
Giorgio Rinaldi

 

Photo credits: Cometa

Cena marchigiana con Domenico Balducci

Cari sommelier, soci e simpatizzanti della Delegazione di Como, vi aspettiamo martedì 4 novembre 2014 alle ore 20:30 per cena alla scoperta delle Marche.

Ci ospiterà il Ristorante La Rimessa di Mariano Comense (CO) e saremo in compagnia di Domenico Balducci, presidente dell’Associazione Italiana Sommelier Marche e famoso chef e patron del ristorante “Gentile da Fabriano”, che ci guiderà alla scoperta della tradizione enogastronomica marchigiana. Assaggeremo piatti e prodotti tipici delle Marche, tra cui il salame di Fabriano, il ciauscolo, e naturalmente i caratteristici formaggi di fossa.

I formaggi di fossa sono caciotte di latte di pecora o di mucca che vengono poste in grosse buche scavate nel tufo e foderate con paglia. Le forme, stipate in sacchi di tela, vengono sepolte verso fine luglio / inizio agosto e sono riaperte solamente a fine novembre. Le buche, chiuse con coperchi di legno e sigillate con pasta di gesso, garantiscono una temperatura costante di 21°C, un’umidità vicina al 100% e un’areazione minima. Affinandosi in queste condizioni, il formaggio sviluppa sentori intensi e aromatici e una elevata digeribilità.

Nelle Marche il formaggio di fossa più famoso è l’Ambra di Talamello.

Il menu della serata proposto da Domenico Balducci

  • Salumi della tradizione fabrianese
  • Polenta bio di farro e lenticchie con guanciale
  • Pincinelle alla fonduta di fossa e tartufo nero
  • Filetto di vitello alla maggiorana e lamelle di fossa
  • Formaggio di fossa di due annate
  • Praline

I vini in abbinamento

  • Spumante metodo classico di verdicchio DOC
  • Verdicchio di matelica DOC
  • Verdicchio dei castelli di jesi riserva DOCG
  • Conero riserva DOCG o rosso piceno superiore DOC ( raro )
  • Passito di verdicchio (secco)
  • Theobroma

Costo

Il costo della cena (menu completo e vini in abbinamento) è di 60,00 euro a persona, che potrete versare durante la serata stessa.

Dove

Ristorante La Rimessa
Via Cardinal Ferrari, 13/B
Mariano Comense (CO)

Prenotazioni

Se vi è venuta l’acquolina in bocca vi consigliamo di prenotare subito il vostro posto perché il numero dei posti è limitato (tutto il «materiale» è portato a Mariano Comense da Balducci stesso). Potete prenotare chiamando Giancarlo Botta al numero 347-2548396 (no SMS) oppure scrivendogli un’email a sommeliergiancarlobotta@gmail.com.

Avvertenza. Ricordiamo sempre che chi fosse impossibilitato a partecipare deve disdire almeno 3 giorni prima della manifestazione (o trovare un sostituto socio). In caso contrario gli verrà ugualmente addebitato il relativo importo.

Un cordiale saluto a tutti.

Cena degli auguri 2013

Cari Sommelier, Soci e simpatizzanti della Delegazione di Como,

Come da consuetudine la Delegazione AIS di Como organizza la Cena degli Auguri!

Prevista quest’anno per martedì 10 dicembre 2013 ore 20:30, l’abituale appuntamento ritorna presso una collaudata struttura che già ci ha ospitati in passato:

Ristorante Brambilla
Via Vallassina, 15
Lurago D’Erba (CO)

La nostra Socia e Sommelier Professionista Mariella Brambilla, coadiuvata dai suoi fratelli, preparerà una piacevole ed elegante cena per poterci scambiare gli Auguri di Natale.

Come i più sanno, è consolidata la consuetudine di proporre una cena con piatti abbinati a grandi vini scelti personalmente dal nostro Delegato. (Siamo o non siamo sommelier?!?)

Anche quest’anno la tradizione è stata rispettata proponendo i vini de “La Colina dei Ciliegi“, un’azienda protesa alla ricerca della qualità, soprattutto associando il proprio nome e i propri vini a chef di grande prestigio e di rilevanza mondiale.

Due parole sulla Collina dei Ciliegi e l’Antica Osteria del Ponte

Oggi l’azienda associa il proprio nome ad un luogo, simbolo della tradizione culinaria italiana: l’Antica Osteria del Ponte di Cassinetta di Lugagnano, di cui La Collina dei Ciliegi è proprietaria!

Ricordo ai più giovani che l’Antica Osteria del Ponte, negli anni ’80 e ’90, gestita dalla famiglia Santin con Ezio Santin chef, è stata maestra e formatrice di decine di giovani cuochi, quasi tutti assurti ai vertici della ristorazione italiana. Ed ancora: Ezio Santin con Gualtiero Marchesi è stato tra i primi a ricevere i riconoscimenti pluri-stellati della Guida Michelin. Ora Massimo Gianolli, patron della Collina dei Ciliegi, insieme ai suoi familiari e ai collaboratori, rilancia questo celebre ristorante sviluppando una nuova filosofia basata “sulla naturale concezione del gusto e sulla esaltazione del principio di una cucina composta da sapori autentici”, il tutto rivisitato in chiave contemporanea. Tutti i vini prodotti in azienda, con la collaborazione di chef, barman e sommelier, sono testati sui piatti del ristorante e su quelli di altri collegati, ottenendo il massimo della qualità per abbinarli alla migliore ristorazione nazionale e internazionale. Le vendite interessano HO.RE.CA. di qualità, grandi enoteche e collezionisti privati.

I vini proposti

  1. Zamuner Extra Brut Riserva “Villa la Mattarana” 2005
    Pinot nero 75%, chardonnay 15%, pinot meunier 10%. Giallo dorato intenso, olfatto ricco e sontuoso, bouquet floreale, note di agrumi ed erbe aromatiche, al palato lunga  persistenza aromatica. Metodo classico
  2. Lugana DOC 2012
    Olfatto molto fine e complesso, fiori bianchi frutta secca e candita, al gusto elegante, minerale e sapido, .grande struttura.
  3. Amarone della Valpolicella DOC 2008
    corvina veronese, corvinone, rondinella, appassimento 4 mesi, macerazione 20 giorni. Rosso rubino con sfumature granate, bouquet complesso e sontuoso, marasca e confetture, spezie e delicato finale di cuoio, .al palato è pieno ed avvolgente, .finale lungo ed equilibrato.
  4. Recioto della Valpolicella DOCG 2011
    Corvina veronese e rondinella, appassimento 4 mesi, macerazione 12 giorni. Sentori di ciliege sottospirito e confettura, piacevoli note di cacao e cannella, eleganza al palato intensa e persistente, caldo con vellutata tannicità.

Menù

Per siffatti vini, destinati all’alta ristorazione, ardua è stata la scelta del menù da contrapporre, ma l’asso nella manica della Delegazione di Como si chiama Brambilla. Al ristorante Brambilla di Lurago d’Erba, magistralmente condotto da Mariella (nostra Sommelier Professionista) Alberto e familiari, hanno accettato la sfida, parato il colpo e risposto con un menuù che non ha bisogno di ulteriori commenti.

  • Cocktail di benvenuto e antipasto
  • Degustazione formaggi
  • Toma di Gressonay d’alpeggio
  • Quartirolo Lombardo
  • Caprino fresco
  • Blu di Capra
  • Marmellata di fichi caramellati
  • Salsa di clementine alla senape
  • Gherigli di noci, uva moscato e castagne
  • Salame nostrano Mantovano al tagliere
  • Cascata di Parma con cubetti di ananas e grissini stirati
  • Arrosticini di pesce
  • Bicchierini di salmone marinato e caviale di melanzana
  • Mondeghini di pesce con cavolo rosso su crostino al burro
  • Primo piatto
    Tagliolini alla barbabietola con Mazzancolle, curcuma
    e crema di pistacchi
  • Secondo piatto
    Filetto di maialino avvolto allo speck, riduzione all’Amarone e miele
  • Sformatino alla zucca e broccoletto all’Evo Lariano
  • Dessert
    Tortino all’uvetta sultanina con crema mascarpone e
    croccante alle mandorle
  • Caffè

Nota: Il vino è “ad libitum”!

Prenotazioni

Il costo è estremamente contenuto 60 euro (sessanta, scritto in lettere per chi pensa di aver letto male). Pagamento nell’ambito della stessa serata.

Non sappiamo ancora di quanti coperti potremmo disporre (lo faremo sapere tra qualche giorno): non attendete troppo per le prenotazioni! Sarà possibile portare accompagnatori.

La prenotazione deve essere effettuata con Giancarlo Botta al numero +39 347 254 8396 (no SMS) oppure tramite mail a giancarlo_botta@tin.it.

Ricordiamo sempre che chi fosse impossibilitato a partecipare deve disdire almeno 3 giorni prima della manifestazione. In caso contrario gli verrà ugualmente addebitato il relativo importo.

Un cordiale saluto a tutti e un caloroso augurio di Buone Feste.

da tutta la Delegazione di Como e dal Vostro Delegato Giorgio Rinaldi

Cena degli auguri 2012

Mercoledì 12 dicembre 2012 alle ore 20:00 presso la Trattoria dei Combattenti ci sarà la consueta cena natalizia degli auguri, in compagnia del socio e sommelier Dr. Matteo Longhi.

Il ristorante si trova in via Serafino Balestra 5/9 a Como, telefono 031-270574 ed è adiacente al Museo di Palazzo Giovio di fronte all’entrata della scuola delle Canossiane. Dalle ore 20:00 potete sostare gratuitamente nei parcheggi situati in viale Lecco, via Sirtori, e via Mentana (adiacenti al Mercato Coperto).

Menu

Il Buffet

  • Cappasanta alla Bretonne
  • Frittura di alborelle in cartoccio
  • Baccalà mantecato in crostino
  • Passata di ceci con gambero
  • Spiedino di persico e porcini fritti
  • Fiore di culatello con fico secco
  • Cocottine di rognoncino con polenta
  • Oca affumicata con purea di castagne
  • Piccola tartare alla Combattenti
  • Assaggi di 3 formaggi con gli accompagnamenti

Primo piatto

  • Garganelli con zucca e carciofo croccante

Secondo piatto

  • Carré di vitello con salsa al Pinot Nero e porcini

Intermezzo

  • Bitto invecchiato e Martin sec al passito bianco

Dolce

  • Bauletto di ricotta alla cannella

Vini

I vini sono stati selezionati personalmente dal delegato di Como e sono:

  • un emergente Franciacorta Pas Dosé 2009 Marchiopolo dal perlage fine e persistente, naso ricco di sensazioni erbaceo-fruttate mescolate a profumi pastosi da forno. Gusto molto secco, continuo, equilibrato e persistente.
  • un eccezionale Verdicchio dei Castelli di Jesi classico Balciana 2009 Sartarelli. Il Balciana è stato medaglia d’oro all’International Wine and Spirit Competition (IWSC), prestigioso concorso enologico londinese (il più antico e famoso del mondo) dove, nel 1999 il Balciana 1997 in degustazione cieca, risultò il migliore del mondo nella sua categoria. L’altissima reputazione del Balciana si riconferma nell’annata 2009; un prodotto perfetto, godibile subito, ma capace di evolvere meravigliosamente nel tempo. Alcune valutazioni della guida AIS (5 grappoli): “abbaglia la smagliante veste dorata […] ampio ed elegante il ventaglio olfattivo […] acacia e tiglio, mango, cedro candito […] soffusa balsamicità […] sfumature minerali. Incipit gustativo possente con progressione fruttata […] coda sapida e di lunga persistenza. Solo acciaio.”
  • altro grande, grandissimo, vino proposto è il Pinot Nero Riserva Schweizer 2009 Franz Haas in Magnum. Meticolosità, impegno, voglia di fare sempre meglio. Questo è Franz Haas, vero e proprio simbolo della crescita imperiosa del vino alto-atesino. Grande interprete del territorio (suo è anche il buonissimo Moscato Rosa costantemente premiato con i 5 grappoli AIS), Franz Haas ci propone ogni anno vini intensi e caratteriali guidati dal suo Pinot Nero Schweizer. Dalla guida AIS: “splendido granato chiaro. Olfatto con note di frutti di rovo in confettura, rosa selvatica, tamarindo e china, percezioni speziate e boisé. In bocca caldo e sapido con trama tannica piuttosto fitta. Acciaio e barrique per un anno”.
  • con il Bitto e il dolce ecco il gioiello scoperto nell’azienda Fiegl di Oslavia: IGT Venezia Giulia Bianco Meja01 2007 Fiegl.Vino passito di Traminer aromatico 80% e Sauvignon 20%. Dalla guida A.I.S.: “oro antico, note fortemente aromatiche con sentori di sciroppo di rose e pasticceria. Dolce concentrato, lungo e ammandorlato nel finale. Barrique 24 mesi”.

Considerazioni

A fronte di questi grandi vini è stato chiesto al patron dott. Matteo Longhi e agli chef Giulio Micalef e Andrea Ferrario un colpo d’ala e di volare alto nel proporre un menu che li potesse supportare; la richiesta è stata prontamente e pienamente soddisfatta.

Nel buffet (aperitivo e antipasto) sono proposte piccole portate che raccontano la storia dei piatti serviti attualmente e negli anni passati nel ristorante stesso. Banditi pizzette, salatini, fritturine vegetali e focacce.
Il primo piatto delicato e riposante al palato (con il BALCIANA) prepara al secondo piatto di carne, forte e strutturato (con il Pinot Nero), mentre ai dessert aromatici e speziati è stato abbinato il vino passito.

Infine, cosa che non guasta, tutti i vini sono “ad libitum” che — per chi non fosse latinista — significa “a piacere, o a volontà, o secondo il proprio capriccioso desiderio”.

Buon appetito e prenotatevi subito! I posti sono limitati alle sole prime 65 iscrizioni (sessantacinque) e sarà possibile portare accompagnatori. Pagamento nell’ambito della stessa serata. Il costo è estremamente contenuto: 65,00 euro (di nuovo sessantacinque).

Prenotazioni

La prenotazione deve essere effettuata con Giancarlo Botta al numero 347-2548396 (no SMS) oppure tramite mail a giancarlo_botta@tin.it.

Ricordiamo sempre che chi fosse impossibilitato a partecipare deve disdire  almeno 3 giorni prima della manifestazione. In caso contrario gli verrà ugualmente addebitato il relativo importo.

Un cordiale saluto a tutti e un caloroso augurio di Buone Feste.

Degustazione con cena presso il ristorante “I melograni”

Martedì 14 dicembre 2010 alle ore 20:30 presso il Ristorante I Melograni, situato all’interno del Relais “La California” a Nibionno (CO), localita California 2, lo chef Giacomo Nogara, nostro Associato AIS, avra il compito di preparare stuzzicanti piatti da abbinare a:

  1. Franciacorta DOCG brut millesimato 1999, “120”, dell’Azienda Ronco Calino.
  2. Collio Goriziano bianco DOC Poncale 2006, Marchiopolo.
  3. Barolo DOCG Monprivato 2004, Giuseppe Mascarello e figlio.
  4. Malvasia passito Vigna del Volta IGT 2007, Azienda La Stoppa.

Il costo è di 75,00 euro. I posti sono limitati alle sole prime 100 iscrizioni e sara possibile portare accompagnatori. Pagamento nell`ambito della stessa serata.