Archivi categoria: Degustazioni

La nostra Sardegna: vitigni noti e meno noti dell’isola Nuragica

Forti tradizioni, vitigni autoctoni e produzione limitata che regala sorprese a chi cerca la qualità. È questa la Sardegna del vino di oggi, una regione sorprendente per la varietà e il potenziale dell’offerta vitivinicola. Assaggeremo “eroi regionali” come Cannonau e Vermentino, “illustri semisconosciuti” come Cagnulari e Nuragus, il raro Arvisionadu, due interpretazioni dell’emergente Carignano, e una sorpresa finale.

I vini in degustazione

  • Nuragus di Cagliari DOC Perlas, 2018
    Cantine di Dolianova
  • Isola dei Nurghi IGT G’Oceano, 2017
    Cantina Arvisionadu
  • Vermentino di Gallura Superiore DOCG Roccaia, 2015
    Masone Mannu
  • Isola dei Nuraghi Rosato Spumante IGT
    6 Mura Metodo Classico, 2015

    Cantina Giba
  • Cannonau di Sardegna DOC Mamuthone, 2016
    Giuseppe Sedilesu
  • Isola dei Nuraghi IGT Cagnulari, 2017
    Poderi Parpinello
  • Carignano del Sulcis DOC Riserva Buio Buio, 2017
    Cantina Mesa
  • Vernaccia di Oristano DOC Riserva, 2004
    Silvio Carta
  • Sorpresa finale!

Hanno scelto i vini e guideranno la serata:

Adriana Licciardello, nata a Catania, cresce in un mondo dove il vino è quotidianità perché prodotto a uso familiare dal padre nei luoghi tipici del nerello mascalese. Dopo il diploma si trasferisce a Milano per seguire un corso specialistico di marketing e comunicazione. Dopo qualche anno in agenzia passa a un importante gruppo editoriale americano dove gestisce la comunicazione pubblicitaria e gli eventi sul territorio. Dopo lungo corteggiamento si iscrive al corso per sommelier e ottiene il diploma AIS nel 2012. Nel 2015 supera l’esame da degustatore e nel 2018 quello da relatore per Sicilia e Sardegna. Nella sua attività è fortemente motivata dal desiderio di comunicare e divulgare temi enologici e gastronomici, in particolare delle tipicità locali che da sempre la appassionano.

Marco Misitano nasce a Messina da un papà appassionato di vino e passava le estati nella casa del nonno, quando ancora lo Zibibbo era piantato sulla spiaggia. Una domenica a pranzo una grande bottiglia lo fulmina: scopre che c’è vino e Vino, e da quel momento continua a cercare la sorpresa nel bicchiere. Trent’anni dopo, decide di capire bene cosa c’è nel calice e contatta la delegazione AIS più vicina. Diventa Sommelier nel 2015 e Degustatore l’anno successivo. I vini che lo incuriosiscono di più sono quelli in disuso, le DOC minori, i vitigni poco popolari, le bottiglie provenienti da zone inusuali. Vorrebbe sapere tutto del vino ma, ahimè, più studia  più si rende conto di non sapere.

Quando?

Mercoledì 8 maggio 2019, ore 21:00.

Dove?

Sheraton Lake Como Hotel
Via Per Cernobbio 41/A
22100 Como (CO)

Guarda la mappa

Posteggio coperto gratuito disponibile a 50 metri dall’hotel.

Costo e Pagamento

  • 30,00 euro per i soci AIS in regola.
  • 40,00 euro per gli accompagnatori.

Posti disponibili limitati.

Si può effettuare il pagamento:

  • con bonifico bancario anticipato
  • in contanti nell’ambito della stessa serata.

Iscrizioni

A causa del grandissimo interesse per la serata siamo costretti a chiudere e iscrizioni per il raggiungimento della capienza massima. Da questo momento accettiamo solo prenotazioni in lista d’attesa.

Il modulo che stai cercando di visualizzare non è stato pubblicato.

A valle dell’iscrizione sarà inviata una email di conferma e contatteremo individualmente in caso di posti che si dovessero liberare.

Riesling della Mosella: vecchi tesori dalle tonalità dorate

Mercoledì 17 Aprile Ivano Antonini, miglior Sommelier d’Italia 2008, ci guiderà in un viaggio fra vecchie annate di Riesling della Mosella, alla scoperta di tesori dall’incredibile fascino.

Rocce d’ardesia, grigia e rossa, il calore dei raggi solari riflessi dalle acque del fiume, elevate pendenze dei vigneti, mineralità. Queste le caratteristiche che consentono la produzione di Riesling a cui tutto il mondo guarda con riverenza.

I vini in degustazione

  • Riesling Spätlese Wehlener Sonnenhur
    Kerpen, 2003
  • Riesling Auslese Kaseler Nieschen
    Karlsmühle, 1999
  • Riesling Spätlese Ürziger Würzgarten
    Markus Molitor, 1994
  • Riesling Auslese Ürziger Würzgarten
    Benedict Loosen Erben, 1986
  • Riesling Spätlese Ürziger Würzgarten
    Benedict Loosen Erben, 1977
  • Riesling Spätlese Erdener Treppchen
    Bernhard Jakoby, 1981
  • Riesling Auslese Ürziger Würzgarten
    Schwaab-Kiebel, 1997
  • Riesling Auslese Erdener Treppchen
    Schwaab-Kiebel, 1992

Il relatore:

Ivano Antonini – Millesimo 1973, sommelier professionista dal 1997 e relatore dal 2005. Nel 2001 si laurea come Miglior Sommelier di Lombardia, nel 2006 è proclamato sommelier dell’anno per la Guida de L’Espresso, nel 2007 arrivano altri premi come il Master del Sangiovese ed il Nebbiolo Master, mentre nel 2008 raggiunge il gradino più alto del podio al Miglior Sommelier d’Italia. Nel 2010 partecipa al concorso del Miglior Sommelier del Mondo WSA a Santo Domingo classificandosi quarto. Dal 1995 al 2012 ha lavorato come sommelier nell’hotel-ristorante “Il Sole di Ranco”, stella Michelin sul Lago Maggiore, nel 2013 è titolare del ristorante Blend4 ad Azzate (VA). All’interno dell’AIS fa parte del gruppo di organizzazione dei concorsi.

Quando?

Mercoledì 17 Aprile 2019, ore 21:00.

Continua la lettura di Riesling della Mosella: vecchi tesori dalle tonalità dorate

L’oro del Collio

Vini pregiati e longevi, un universo policromo fatto di sapori, identità e storie personali.

Vi ricordate la serata sullo Schioppettino di Prepotto che abbiamo fatto nel 2017 e le due serate dedicate al Barbaresco dell’anno scorso? Torna a trovarci il grande amico Diego Sburlino e ci accompagnerà in un viaggio alla scoperta di uno dei suoi più grandi amori: il Collio, terra di vini bianchi preziosi e longevi.

Con la collaborazione del Consorzio Collio e del Consorzio Montasio, vi aspettiamo venerdì 15 marzo allo Sheraton Lake Como Hotel alle ore 21 per una nuova serata indimenticabile.

Diego ha selezionato per noi 9 etichette di differenti produttori e annate ormai introvabili. Nove vini bianchi, simili ma diversi, dove ciascuno rispecchia l’appartenenza allo stesso territorio sebbene sia caratterizzato da un’identità e una personalità uniche. Un piacevole gioco di differenze che ritroveremo durante tutta la serata, e il fil rouge sempre presente di una sorprendente longevità.

Ma non è finita qui! In accompagnamento, avremo anche degli assaggi di Montasio di diverse annate.

E per l’occasione ci sarà anche un ospite speciale: Roberto Felluga, produttore di Marco Felluga e Russiz Superiore, e vicepresidente del Consorio Collio.

Il Collio, terra di longevità

Dalle Alpi Giulie fino al mare Adriatico, l’area del Collio si estende in una sottile linea di circa 1500 ettari che viene soprannominata la mezzaluna fertile.

È qui che la perfetta combinazione di sole, suolo e vento ha dato vita nel corso dei secoli alla ponca, il terreno di origine eocenica fatto di marne e arenarie che sa regalarci vini eleganti e strutturati, sapidi e profumati, freschi ed estremamente longevi. Un equilibrio perfetto, sintesi dell’estrema armonia che da secoli lega uomo e natura.

È qui che troviamo la storia di una biodiversità rigogliosa, un racconto di profondo rispetto scritto giorno dopo giorno da tutte le famiglie che curano meticolosamente i loro vigneti come fossero giardini, e che riescono a distillare in ogni bicchiere la ricchezza di sapori, identità e storie personali che caratterizzano questo territorio.

Ed è qui che troviamo l’oro giallo del Collio, le uve a bacca bianca. Sono loro le vere protagoniste di queste terre: riconosciute fin dal medioevo come le più pregiate, sono state messe a dura prova dalla fillossera di fine Ottocento e dalle avversità della Prima Guerra Mondiale, ma alla fine sono uscite vincenti e rinfrancate, e nel 1968 sono state fregiate della Denominazione di Origine Protetta.

Vi aspettiamo in questo viaggio affascinante alla ricerca della longevità, dove riopercorreremo la storia del Collio e assaggeremo nove etichette selezionate, con annate ormai introvabili dal 2013 al 2001, e le accompagneremo con del Montasio in diverse stagionature.

I vini in degustazione

  1. Collio Bianco DOC Col Disôre 2013
    Russiz Superiore
  2. Collio DOC Sauvignon 2013
    Borgo Conventi
  3. Collio DOC Chardonnay 2013
    Ca’ Ronesca
  4. Collio DOC Bianco Riserva Klin Magnum 2012
    Primosic
  5. Collio DOC Friulano Zegla 2012
    Renato Keber
  6. Collio DOC Pinot Bianco Santarosa 2010
    Castello di Spessa
  7. Collio DOC Friulano 2009
    Mauro Drius
  8. Collio DOC Pradis Bianco 2001
    Carlo di Pradis
  9. Collio DOC Friulano Manditocai 2006
    Livon

Il relatore

Diego Sburlino. Classe 1962, avvocato e relatore AIS ai corsi di primo e secondo livello. Di origine friulana, fin da ragazzo profondo estimatore dei vini e della cultura della sua terra, ora è uno dei più grandi ambasciatori dell’enogastronomia del Friuli e gira l’Italia raccontando le affascinanti storie dei piccoli e grandi produttori di questa perla del panorama vitivinicolo italiano.

Quando mi trovo davanti ad una bottiglia nuova e mi accingo a degustarne parte del contenuto ricordo sempre l’insegnamento che il grande Veronelli diceva di avere ricevuto da suo padre “anche se non ti piace rispettalo perchè dietro ci sono la fatica e l’amore di chi lo ha prodotto”.

Di professione faccio l’avvocato e quando il mio lavoro mi porta in giro per l’Italia non manco occasione di visitare nuove cantine, privilegiando i piccoli produttori, che molto spesso mi riservano accoglienza e gentilezza insperate.

Solitamente ogni sera degusto un vino diverso, senza trascurare le bottiglie da poco prezzo rinvenute sugli scaffali dei supermercati evidenziate da cartelli colorati che recano la scritta “offerta”.

(fonte Di Gusto Mangiando)

Quando?

Venerdì 15 marzo 2019 ore 21:00.

Dove?

Sheraton Lake Como Hotel
Via Per Cernobbio 41/A
22100 Como (CO)

Guarda la mappa

Posteggio coperto gratuito disponibile a 50 metri dall’hotel.

Costo e Iscrizioni

Il costo della degustazione è di:

  • 30,00 euro per i soci AIS in regola con la quota associativa
  • 40,00 euro per gli accompagnatori.

Posti disponibili: 80.

Potete effettuare il pagamento:

  • con bonifico bancario anticipato, oppure
  • in contanti nell’ambito della stessa serata.

Per iscrivervi alla degustazione potete utilizzare il modulo online:

Cancellazione della prenotazione

Vi ricordiamo che se avete un imprevisto e dovete rinunciare alla degustazione, potete disdire fino a 3 giorni prima senza alcuna penale. In alternativa potete trovare un sostituto socio che partecipi al vostro posto.

In caso di assenza o di disdetta con meno di tre giorni di preavviso, vi sarà ugualmente addebitato l’intero importo.

Vi aspettiamo. Un cordiale saluto a tutti.

 

Photo Credits: Consorzio Collio.

I vini d’Abruzzo, con Guido Invernizzi

Venerdì 15 febbraio 2019 alle ore 21:00 vi aspettiamo presso lo Sheraton Lake Como Hotel per una serata alla scoperta dell’Abruzzo, in compagnia di Guido Invernizzi.

L’Abruzzo del vino

Una grande eterogeneità di climi e paesaggi; una forte e radicata tradizione contadina che vede nella vite e nell’ulivo due cardini dell’agricoltura regionale; un passato, oramai sempre più remoto, legato soprattutto più ai grandi volumi che non alle micro-differenze qualitative tra i vari terroir; e infine un futuro che probabilmente deve ancora svelare tutte le sue enormi potenzialità.

Non è solo l’Abruzzo del vino ad avere queste caratteristiche, ma certamente qui sono presenti storie e uomini che difficilmente lasciano gli appassionati indifferenti. Anzi.

Le grandi produzioni del sud, nel chietino, convivono con quelle più piccole che si rivolgono a consumatori amanti dei vini che sanno dare il meglio di sé con il passare del tempo.

E questo avviene per merito della valorizzazione di due vitigni autoctoni, da sempre portabandiera del territorio: montepulciano e trebbiano, dai quali è possibile ottenere vini anonimi, ma anche grandissimi prodotti tra i rappresentanti più affascinanti dell’intero panorama vitivinicolo italiano.

A montepulciano e trebbiano si sono affiancati ormai da qualche altro anche altri vitigni locali, mai abbandonati, ma che solo recentemente hanno conquistato il favore dei consumatori e della critica, come ad esempio il pecorino.

Saranno proprio questi tre i vitigni protagonisti della nostra serata, degli ottimi compagni per scoprire questa meravigliosa regione del vino italiana.

I vini in degustazione

  1. Pecorino Spumante Brut
    Cantina San Giacomo
  2. Abruzzo Pecorino DOP Collecivetta 2015
    Società Agricola Pasetti
  3. Bianco Terre Aquilane IGT TestaRossa 2014
    Società Agricola Pasetti
  4. Montepulciano d’Abruzzo DOP 2015
    Zeropuro
  5. Montepulciano d’Abruzzo Riserva DOC Rubesto 2013
    Cantina Frentana
  6. Montepulciano d’Abruzzo Riserva DOP Duca Thaulero 2011
    Cantina Casal Thaulero

Il relatore

Guido Invernizzi. Novarese di nascita, laureato in medicina e specializzato in chirurgia generale, opera presso l’ospedale Maggiore di Novara. Noto ed apprezzato relatore abilitato per numerose lezione di tutti i livelli, tiene regolarmente lezioni e degustazioni in Italia e all’estero.

Quando?

Venerdì 15 febbraio 2019 ore 21:00.

Dove?

Sheraton Lake Como Hotel
Via Per Cernobbio 41/A
22100 Como (CO)

Guarda la mappa

Posteggio coperto gratuito disponibile a 50 metri dall’hotel.

Costo e Iscrizioni

Il costo della degustazione è di:

  • 30,00 euro per i soci AIS in regola con la quota associativa
  • 40,00 euro per gli accompagnatori.

Posti disponibili: 70.

Potete effettuare il pagamento:

  • con bonifico bancario anticipato, oppure
  • in contanti nell’ambito della stessa serata.

Per iscrivervi alla degustazione potete utilizzare il modulo online:

Cancellazione della prenotazione

Vi ricordiamo che se avete un imprevisto e dovete rinunciare alla degustazione, potete disdire fino a 3 giorni prima senza alcuna penale. In alternativa potete trovare un sostituto socio che partecipi al vostro posto.

In caso di assenza o di disdetta con meno di tre giorni di preavviso, vi sarà ugualmente addebitato l’intero importo.

Vi aspettiamo. Un cordiale saluto a tutti.

Irish Whiskey: la rinascita di un grande distillato che ha rischiato l’estinzione

Mercoledi 23 gennaio 2019 alle ore 21:00 vi aspettiamo presso lo Sheraton Lake Como Hotel per una serata di approfondimento dedicata all’Irish Whiskey, un prodotto in costante crescita, tutto da riscoprire.

Il whiskey irlandese

Nei primi anni del 1800 il Whiskey irlandese godeva di ottima salute, era venduto in tutto il mondo, il suo mercato principale erano gli USA ed erano attive oltre 100 distillerie. Una serie di eventi storici e politici hanno di fatto affossato questo distillato, costringendo molte distillerie a chiudere, al punto che alla fine della seconda guerra mondiale ne rimasero solo 4.

Un primo segnale di rinascita si ebbe nel 1987 quando l’imprenditore John Teeling fondò la Colley Distillery. Da quel momento in poi si assistette a un interesse sempre crescente nei confronti del whiskey, e molte nuove distillerie iniziarono la loro attività che prosegue ancora oggi: alcune legate alle multinazionali, altre indipendenti; alcune con uno sguardo alla tradizione, altre invece con brand giovani e accattivanti.

Nel corso di questa serata ripercorreremo insieme i principali momenti storici dell’Irish Whiskey, con un focus sul mercato attuale, studieremo le principali tipologie e assaggeremo alcuni prodotti oggi di non facile reperibilità sul mercato ma che speriamo a breve diventino dei nuovi classici.

I whiskey in degustazione

  1. Single Grain 46%
    Teeling
  2. Single Malt 46%
    Teeling
  3. The Irishman Single Malt 40%
    Walsh Distillery
  4. Single Pot Still Whiskey 40% 12 Y.O.
    Redbreast

Il relatore

Giancarlo Aletto. Classe 1979 nato a Terni, trapiantato a Saronno da bambino. Sommelier e degustatore ufficiale AIS dal 2012, in qualità di Degustatore collabora con AIS Lombardia per le guide Vitae e Viniplus. Ha ottenuto abilitazione a relatore per birre e distillati nel 2016. Adora la calda atmosfera del tipico pub inglese, dalle serate in birreria con gli amici al fermentatore casalingo il passo è stato breve. Nel tempo libero si allena degustando vini, birre e distillati.

Quando?

Mercoledì 23 gennaio 2019 ore 21:00.

Dove?

Sheraton Lake Como Hotel
Via Per Cernobbio 41/A
22100 Como (CO)

Guarda la mappa

Posteggio coperto gratuito disponibile a 50 metri dall’hotel.

Costo e Iscrizioni

Il costo della degustazione è di:

  • 25,00 euro per i soci AIS in regola con  la quota associativa
  • 35,00 euro per gli accompagnatori.

Potete effettuare il pagamento:

  • con bonifico bancario anticipato, oppure
  • in contanti nell’ambito della stessa serata.

Per iscrivervi alla degustazione potete utilizzare il modulo online:

Cancellazione della prenotazione

Vi ricordiamo che se avete un imprevisto e dovete rinunciare alla degustazione, potete disdire fino a 3 giorni prima senza alcuna penale. In alternativa potete trovare un sostituto socio che partecipi al vostro posto.

In caso di assenza o di disdetta con meno di tre giorni di preavviso, vi sarà ugualmente addebitato l’intero importo.

Vi aspettiamo. Un cordiale saluto a tutti.

Albana: una storia di Romagna

Mercoledì 5 dicembre 2018 alle ore 21:00, vi aspettiamo allo Sheraton Lake Como Hotel per una serata di approfondimento dedicata a un tesoro di Romagna: l’albana.

Albana di Romagna: il primo bianco DOCG

Quando si nomina la Romagna, la mente corre immediatamente a sangiovese e trebbiano. Ma a ben vedere, già dal 1987 l’Albana di Romagna fu il primo bianco italiano ad essere insignito della DOCG, da prodursi pressoché in purezza.

Spesso definita una macchina da zuccheri, l’albana deve principalmente la sua fama alla versione dolce, che trae beneficio dalla grande struttura e dalla morbidezza, perfettamente bilanciate dalla freschezza e dalla presenza piuttosto insolita nelle uve a bacca bianca  dei tannini, che abbondano nell’acino. Altro soprannome di questo vitigno è infatti un rosso travestito da bianco e che, forte di una vinificazione che tradizionalmente prevede un periodo di macerazione sulle bucce, creano un equilibrio che scongiura ogni rischio di stucchevolezza. Il grappolo, molto spargolo e particolarmente resistente, favorisce l’appassimento in pianta.

In alcune basse vallate delle colline romagnole, complici i numerosi corsi d’acqua, non è difficile assistere ad attacchi di botrytis cinerea la cosiddetta muffa nobile contribuendo ad arricchire ulteriormente questi vini di profumi ed aromi che hanno davvero poco da invidiare a celeberrimi vini muffati di altre parti d’Italia e del Mondo.

Coppia sul palco e nella vita, Davide Gilioli e Lorena Oddone ci guideranno in un percorso insolito ed accattivante, costruito sull’esperienza dei loro viaggi in Romagna, proponendo 6 vini prodotti da albana in purezza, provenienti dai territori più vocati e soprattutto realizzati in versioni molto diverse fra loro: dal metodo classico a versioni ferme, vinificate a secco, che differiscono per il recipiente di affinamento (acciaio, legno, cemento, anfora), a vendemmie tardive e passiti (botritizzati e non), questo vitigno può offrire una versatilità di interpretazioni davvero sorprendenti.

Durante la serata verrà presentato il libro Albana: una storia di Romagna, scritto da Giovanni Solaroli, relatore e referente della guida Vitae per AIS Romagna, e Vitaliano Marchi, degustatore e redattore della guida regionale AIS Emilia-Romagna da bere e da mangiare. Il volume, prima monografia interamente dedicata al vitigno albana, alla storia del territorio, e a una breve panoramica delle aziende produttrici, sarà in vendita al pubblico al termine della serata di degustazione.

I vini in degustazione

  1. Metodo Classico Blanc de Blanc
    Fattoria Monticino Rosso
  2. Forlì IGP Marta Valpiani Bianco 2017
    Marta Valpiani
  3. Romagna DOCG Albana Secco GioJa 2017
    Azienda Agricola Giovannini
  4. Vino Bianco Arcaica 2015
    Paolo Francesconi
  5. Romagna DOCG Albana Secco Santa Lusa 2014
    Ancarani
  6. Romagna DOCG Albana Passito Riserva Tregenda 2014
    Villa Papiano

I relatori

Davide Gilioli nasce nel 1981 a Ferrara, dove inizia a lavorare nel settore della finanza. Rimane quasi totalmente estraneo al mondo del vino fino all’età di 26 anni, quando viene coinvolto da amici in degustazioni amatoriali. Nel 2009 si iscrive al primo livello del Corso per Sommelier presso la delegazione AIS di Ferrara (solo perché “a 200 metri da casa…”) e fu subito travolgente passione. Trasferitosi a Milano per lavoro, termina qui il corso conseguendo il titolo di Sommelier nel 2012 e di Degustatore Ufficiale nel 2014, anno dal quale collabora con AIS Lombardia per i progetti delle guide Vitae e Viniplus. Sostenitore delle tradizioni enogastronomiche locali, ha prevalentemente orientato la sua passione alla valorizzazione dei vitigni autoctoni e delle zone vitivinicole ritenute “minori”. È relatore abilitato per il secondo livello per la lezione su Emilia-Romagna e Marche.

Lorena Oddone nasce a Milano nella primavera 1986 ed entra nel mondo AIS da giovanissima, conseguendo il diploma di Sommelier nel 2008, a soli 22 anni. La passione per il vino l’ha sempre avuta nel sangue, tanto da conseguire una Laurea in Viticoltura ed Enologia presso l’Università di Milano, ottenere nel 2012 il titolo di Degustatore Ufficiale e maturare numerose esperienze di lavoro in cantina: 7 vendemmie dal Chianti Classico alla Franciacorta, dall’Oltrepò Pavese alla Riviera del Garda, passando anche per ben tre volte dall’Australia, ma rimanendo sempre fortemente legata alla sua famiglia allargata AIS. Dopo aver conseguito un Executive Master in Wine Export Management presso la Fondazione Mach di San Michele all’Adige nel giugno 2016, ha ottenuto l’abilitazione come Relatrice per le lezioni di enologia ai corsi AIS di primo livello.

Quando?

Mercoledì 5 dicembre 2018 ore 21:00.

Dove?

Sheraton Lake Como Hotel
Via Per Cernobbio 41/A
22100 Como (CO)

Guarda la mappa

Posteggio coperto gratuito disponibile a 50 metri dall’hotel.

Costo e Iscrizioni

Il costo della degustazione è di:

  • 25,00 euro per i soci AIS in regola con  la quota associativa
  • 35,00 euro per gli accompagnatori.

Potete effettuare il pagamento:

  • con bonifico bancario anticipato, oppure
  • in contanti nell’ambito della stessa serata.

Per iscrivervi alla degustazione potete utilizzare il modulo online:

  • Modulo online per l’iscrizione alla degustazione

Cancellazione della prenotazione

Vi ricordiamo che se avete un imprevisto e dovete rinunciare alla degustazione, potete disdire fino a 3 giorni prima senza alcuna penale. In alternativa potete trovare un sostituto socio che partecipi al vostro posto.

In caso di assenza o di disdetta con meno di tre giorni di preavviso, vi sarà ugualmente addebitato l’intero importo.

Vi aspettiamo. Un cordiale saluto a tutti.

Sua eccellenza il Marsala

Venerdì 23 Novembre 2018 alle ore 21:00, vi aspettiamo allo Sheraton Lake Como Hotel per una grande serata dedicata al Marsala, un’eccellenza poco alla moda.

La storia

Strategicamente posizionata al centro del mediterraneo, terra fertile e generosa, la Sicilia del 1700 era divisa fra aristocrazia e classe popolare. Frequentata da mercanti inglesi che provvedevano alle necessità delle truppe britanniche nel mediterraneo, grazie al Marsala l’isola conosce un’epoca di grandissima prosperità. È proprio a un commerciante inglese, John Woodhouse, che si deve l’intuizione della potenzialità del vino di Marsala.

All’invenzione seguono secoli di storia affascinante, benessere e prosperità sociale trainati dalla vitivinicoltura, situazione a cui il mondo intero ha guardato con ammirazione, una storia di cui ancora oggi ci giunge l’eco. Nel 1800 il Marsala era sulle tavole più prestigiose di tutto il pianeta; ad esso erano attribuite proprietà benefiche che gli hanno permesso di attraversare indenne il proibizionismo americano.

Oggi, ingiustamente, il Marsala è più usato in cucina che nel bicchiere.

Ripercorriamo la storia, con l’aiuto di sei assaggi, alla scoperta della eccellenza, spesso nascosta dietro una classificazione ostica, del più grande vino ossidativo Italiano, un vino sorprendentemente versatile e longevo: il vino di Marsala.

Il veliero Elizabeth di John Woodhouse

Le bottiglie in degustazione

  • Alto Grado
    Azienda Agricola Barraco
  • Vecchio Samperi
    Marco De Bartoli
  • Terre Arse, Marsala Vergine, 2002
    Florio
  • Marsala Superiore Riserva 10 anni
    Marco de Bartoli
  • Donna Franca, Marsala Superiore Riserva
    Florio
  • Aegusa Riserva 1974
    Florio

Il relatore

Marco Misitano nasce a Messina da un papà appassionato di vino e passava le estati nella casa del nonno, quando ancora lo Zibibbo era piantato sulla spiaggia. Una domenica a pranzo una grande bottiglia lo fulmina: scopre che c’è vino e Vino, e da quel momento continua a cercare la sorpresa nel bicchiere. Trent’anni dopo, decide di capire bene cosa c’è nel calice e contatta la delegazione AIS più vicina. Nel 2015 consegue il diploma di Sommelier e quello di Degustatore l’anno successivo. I vini che lo incuriosiscono di più sono quelli in disuso, le DOC minori, i vitigni poco popolari, le bottiglie provenienti da zone inusuali. Vorrebbe sapere tutto del vino ma, ahimè, più studia e più si rende conto di non sapere.

L’ospite

Nino Barraco, Marsalese e titolare della omonima azienda.
L’idea aziendale non è quella di un vino “perfetto”, ma di un vino riconoscibile per la sua personalità, in cui le note dissonanti partecipano prepotentemente alla caratterizzazione dello stesso. Per raggiungere tale obiettivo si evita accuratamente l’omologazione apportata dall’intervento di tecnici, affidandosi alla complessità e variabilità della natura.

Quando?

Venerdì 23 Novembre 2018 ore 21:00.

Dove?

Sheraton Lake Como Hotel
Via Per Cernobbio 41/A
22100 Como (CO)

Guarda la mappa

Posteggio coperto gratuito disponibile a 50 metri dall’hotel.

Costo e Iscrizioni

  • Soci AIS: 40,00 euro
  • Accompagnatori: 50,00 euro

Pagamento tramite Bonifico Bancario anticipato o nell’ambito della stessa serata. Ai soci AIS sarà chiesto di esibire la tessera in corso di validità.

Per l’iscrizione utilizzare il modulo online di iscrizione e seguire le indicazioni contenute nell’email di conferma per perfezionare l’iscrizione.

L’iscrizione è impegnativa. E’ possibile disdire fino a 3 giorni prima senza alcuna penale. In caso di assenza o di disdetta con meno di tre giorni di preavviso,  sarà ugualmente addebitato l’intero importo.

Giro d’Italia in sei tappe

Venerdì 16 novembre 2018 alle ore 21:00, vi aspettiamo allo Sheraton Lake Como Hotel per una grande serata dedicata al vino italiano di qualità

Un Giro d’Italia nel segno della qualità

L’Italia del vino può vantare una varietà di terroir e vitigni che non ha eguali nel mondo.

Dalle pendici del Monte Bianco fino a Pantelleria, in ogni regione possiamo trovare punte di eccellenza e di peculiarità, con uve autoctone o terreni unici che rendono particolari anche i vitigni internazionali.

E la qualità si trova non solo nelle denominazioni più famose, ma anche in territori meno noti ma non per questo meno interessanti, che sono capaci di regalarci vini di assoluto valore.

Vi proponiamo quindi un Giro d’Italia in sei tappe nel segno della qualità: dalle rocce del Carso alle montagne trentine; dai dolci colli dell’Oltrepò ai sassi dell’estremo sud della Toscana; dai porfidi rosa dell’alto novarese ai terreni vulcanici del Vulture. Vitigni diversi su terreni diversi, ma tutti declinati sul filo conduttore della grande qualità.

I vini in degustazione

  1. Carso DOP 2013 Rosso Črnina
    Andrej Bole
  2. Vigneti delle Dolomiti IGT 2010 Villa Gresti
    Tenuta San Leorando
  3. Aglianico del Vulture DOC 2010 Don Anselmo
    Paternoster
  4. Oltrepò Pavese DOC 2008 Bohemi
    Le Fracce
  5. Morellino di Scansano DOCG 2013
    Roccapesta
  6. Vino Rosso 2011 Mimmo
    Le Piane

Il relatore

Francesco Ferrari, nato a Ivrea e cresciuto tra Piemonte e Toscana (bel derby!), è un dirigente d’azienda.

Il suo lavoro lo ha portato in giro per il mondo, da Londra a Barcellona, da Il Cairo ad Abu Dhabi fino a rientrare (chissà se in modo definitivo) a Milano. Qui, per seguire una passione coltivata fin da ragazzo, intraprende il percorso che lo porta a diventare Sommelier, poi Degustatore e infine Relatore AIS.

Ama visceralmente il Piemonte e i suoi vini: non ritenendo di essere ancora riuscito a capirli (nonostante i decenni di frequentazione) persiste cocciutamente negli assaggi e nel calpestarne i vigneti, giorno dopo giorno e anno dopo anno, in attesa di una folgorazione che spera non arrivi mai.

Quando?

Venerdì 16 novembre 2018 ore 21:00.

Dove?

Sheraton Lake Como Hotel
Via Per Cernobbio 41/A
22100 Como (CO)

Guarda la mappa

Posteggio coperto gratuito disponibile a 50 metri dall’hotel.

Costo e Iscrizioni

Il costo della degustazione è di:

  • 25,00 euro per i soci AIS in regola con  la quota associativa
  • 35,00 euro per gli accompagnatori.

Potete effettuare il pagamento:

  • con bonifico bancario anticipato, oppure
  • in contanti nell’ambito della stessa serata.

Per iscrivervi alla degustazione potete utilizzare il modulo online:

[iscrizioni chiuse per questo evento]

Cancellazione della prenotazione

Vi ricordiamo che se avete un imprevisto e dovete rinunciare alla degustazione, potete disdire fino a 3 giorni prima senza alcuna penale. In alternativa potete trovare un sostituto socio che partecipi al vostro posto.

In caso di assenza o di disdetta con meno di tre giorni di preavviso, vi sarà ugualmente addebitato l’intero importo.

Vi aspettiamo. Un cordiale saluto a tutti.

Italian Grape Ale. Quando la birra incontra il vino.

Aggiornamento: posti esauriti.

Alla scoperta di un nuovo stile birrario tutto italiano, con Giancarlo Aletto e 6 etichette

Italian Grape Ale (IGA). Con questo termine gli americani della prestigiosa organizzazione Beer Judge Certification Program (BJCP) hanno identificato uno stile birrario esclusivamente italiano che è ormai riconosciuto a livello internazionale.

Si tratta di birre ad alta fermentazione accomunate dal fatto di avere tra gli ingredienti utilizzati anche una percentuale di uva o mosto d’uva.

Sono sempre di più i mastri birrai italiani che si cimentano con questo tipo di produzione, con risultati eccellenti e un riscontro molto positivo in tutto il mondo.

Nel corso della serata avremo modo di assaggiare alcuni esempi di questo stile, e vedremo come ogni mastro birraio con estro e creatività sfrutta le molteplici opportunità offerte dai prodotti locali realizzando birre molto diverse tra loro.

Sfrutteremo questa occasione anche per ripassare qualche nozione generale legata al mondo della birra, con un focus sulla situazione attuale del movimento birra artigianale italiano

Per ogni birra degustata approfondiremo le caratteristiche del vitigno utilizzato cercando di capire come questo possa caratterizzare la birra.

Le birre IGA in degustazione

  • Birra Gjulia Ribo (6,5%)
    con mosto di uva Ribolla Gialla
  • Birra Gjulia Grecale (10%)
    con mosto di uva Picolit
  • Birrificio di Sorrento Ligia (6%)
    con mosto di uve Falanghina e Biancolella
  • Birrificio di Sorrento Elea (7,5%)
    con mosto di uve Aglianico
  • Birra Del Borgo Equilibrista (10,9%)
    con mosto di uva Sangiovese

Quando?

Martedì 22 maggio 2018 ore 21:00.

Dove?

Ristorante Associazione Cometa
Via Madruzza 36
22100 Como (CO)

Guarda la mappa

Posteggio coperto gratuito disponibile dentro la struttura.

La degustazione si terrà nella sala ristorante, che è ubicata al piano superiore rispetto alla sala in cui di solito ci troviamo per le degustazioni.

Costo e Prenotazioni

L’evento è riservato ai soci in regola con la quota di iscrizione 2018.

Il costo per partecipare alla degustazione è di 20,00 euro a persona, per un massimo di 50 posti. Pagamento nell’ambito della serata.

Aggiornamento: posti esauriti.

Cancellazione della prenotazione

Vi ricordiamo che se avete un imprevisto e dovete rinunciare alla degustazione, potete disdire fino a 3 giorni prima senza alcuna penale. In alternativa potete trovare un sostituto socio che partecipi al vostro posto. In caso di assenza o di disdetta con meno di tre giorni di preavviso, vi sarà ugualmente addebitato l’intero importo.

Vi aspettiamo. Un cordiale saluto a tutti.

 

Photo Credits: Tu.Ris.Marche

La Borgogna e i suoi Cru

Alla scoperta dei Grand Cru e Premier Cru di Borgogna con Ivano Antonini e 6 etichette

Dopo la splendida serata dedicata al Trentodoc con Roberto Anesi, lunedì 7 maggio ospiteremo un altro grande campione italiano, Ivano Antonini. Miglior sommelier d’Italia 2008, Ivano ci guiderà alla scoperta dei Cru di Borgogna.

Per via del numero limitato di bottiglie a disposizione, la partecipazione sarà limitata a soli 50 posti. Le etichette in degustazione sono tutte Grand Cru e Premier Cru, i due massimi livelli della denominazione d’origine.

La Borgogna

La Borgogna è una regione storica della Francia nord-occidentale, conosciuta in tutto il mondo per i suoi splendidi vini.

Posta al crocevia delle influenze mediterranee, continentali e oceaniche, unisce alla geologia ricca e diversificata un clima particolarmente favorevole. I livelli di sole, pioggia, e temperatura sembrano studiati a tavolino per lo sviluppo ottimale della vite, e il sottosuolo variegato regala caratteristiche aromatiche e organolettiche uniche ad ogni etichetta.

Alle condizioni geografiche ideali si aggiunge poi la sapienza secolare dell’uomo, che di generazione in generazione ha saputo valorizzare al meglio il pedoclima borgognone con un’attenta parcellizzazione del territorio e un’accurata selezione dei ceppi.

Il risultato? Vini raffinati, eleganti, e longevi, apprezzati in tutto il mondo.

Ivano Antonini, miglior sommelier italiano 2008

Sommelier professionista da oltre vent’anni, Ivano Antonini è conosciuto sul web come Enocentrico. Già miglior sommelier di Lombardia nel 2001 e miglior sommelier d’Italia nel 2008, ha lavorato per oltre quindici anni in ristoranti stellati tra Italia, Francia e Regno Unito. Dal 2013 gestisce il locale Blend4.

Ivano è anche un’ottimo comunicatore: dal 2007 cura la sezione Vini & Cantine di Viaggiatore Gourmet / Altissimo Ceto, e dal 2010 è docente/relatore nei corsi di sommelier ALMA.

Grande esperto della viticoltura Francese, ci condurrà in un viaggio in sei etichette alla scoperta della Borgogna e dei suoi rinomati vini. Insieme assaggeremo Grand Cru e Premier Cru, i due massimi livelli della denominazione d’origine.

I vini in degustazione

  • Meursault-Charmes Premier Cru
    Domaine Jean Monnier & Fils, 2009
  • Puligny-Montrachet Premier Cru Les Pucelles
    Domaine Alain Chavy, 2009
  • Vosne-Romanée Premier Cru
    Domaine Coquard-Loison, 2009
  • Clos de la Roche Grand Cru
    Domaine Coquard-Loison, 2009
  • Clos de Vougeot Grand Cru
    Domaine Coquard-Loison, 2009
  • Echezeaux Grand Cru
    Domaine Coquard-Loison, 2009

Quando?

Lunedì 7 maggio 2018 ore 21:00.

Dove?

Associazione Cometa
Via Madruzza 36
22100 Como (CO)

Guarda la mappa

Posteggio coperto gratuito disponibile dentro la struttura.

Costo e Prenotazioni

Il costo per partecipare alla degustazione è di 75,00 euro a persona, per un massimo di 50 posti. Pagamento nell’ambito della stessa serata.

Attenzione: I posti sono esauriti.

Cancellazione della prenotazione

Vi ricordiamo che se avete un imprevisto e dovete rinunciare alla degustazione, potete disdire fino a 3 giorni prima senza alcuna penale. In alternativa potete trovare un sostituto socio che partecipi al vostro posto. In caso di assenza o di disdetta con meno di tre giorni di preavviso, vi sarà ugualmente addebitato l’intero importo.

Vi aspettiamo. Un cordiale saluto a tutti.

 

Photo Credits: Bureau Interprofessionel des Vins de Bourgogne