I vini di Tasca D’Almerita

Venerdì 23 marzo 2018 alle ore 21:00, presso l’Associazione Cometa in via Madruzza 36, Como, vi proponiamo una serata dedicata ai vini di Tasca D’Almerita.

Duecento anni di lenta maturazione

Cinque territori, tutti vocati all’eccellenza, dove viticoltura e agricoltura si intrecciano per regalare vini e cibi indimenticabili. Cinque volti della Sicilia, ciascuno con la sua spiccata personalità.

Regaleali è la tenuta più antica. È la tenuta che accompagna la famiglia Tasca da otto generazioni, da quando nel 1830 i fratelli Lucio e Carmelo l’acquistano dal Duca di Ferrandina Don Pedro Alvarez Toledo. È la tenuta che ha vissuto sulla propria pelle la lacerante sofferenza della fillossera alla fine dell’Ottocento, e il terribile ridimensionamento legato alla riforma agricola di metà Novecento. Ma è anche la tenuta che ha visto i Tasca perseverare davanti a tutte le difficoltà e trasformarsi da una famiglia di agricoltori a una famiglia di maestri viticoltori.

Dagli inizi del Duemila, alla tenuta Regaleali se ne sono affiancate altre quattro: Capofaro sull’isola di Salina, Tascante sull’Etna, Whitaker sull’isola di Mozia, e Sallier de la Tour nella DOC Monreale.

In compagnia di Jacopo Fazio, direttore dell’azienda, ripercorreremo questa bellissima storia e assaggeremo insieme sei etichette.

Una degustazione intensa con la rappresentazione dei cinque territori della famiglia Tasca D’Almerita.

I vini in degustazione

  • Sicilia Grillo DOC Mozia 2017
  • Contea di Sclafani Bianco DOC Nozze d’oro 2015
  • Sicilia DOC Il Tascante 2014
  • Sicilia Syrah DOC La Monaca 2015
  • Contea di Sclafani Rosso DOC Rosso del Conte 2013
  • Salina Malvasia IGT Capofaro 2016

Quando?

Venerdì 23 marzo 2018 ore 21:00.

Dove?

Associazione Cometa
Via Madruzza 36
22100 Como (CO)

Guarda la mappa

Posteggio coperto gratuito disponibile dentro la struttura.

Costo e Prenotazioni

Il costo per partecipare alla degustazione è di 15,00 euro a persona, per un massimo di 100 posti. Pagamento nell’ambito della stessa serata.

Cancellazione della prenotazione

Vi ricordiamo che se avete un imprevisto e dovete rinunciare alla degustazione, potete disdire fino a 3 giorni prima senza alcuna penale. In alternativa potete trovare un sostituto socio che partecipi al vostro posto. In caso di assenza o di disdetta con meno di tre giorni di preavviso, vi sarà ugualmente addebitato l’intero importo.

Vi aspettiamo. Un cordiale saluto a tutti.

 

Photo Credits: Tasca D’Almerita.

L’oro di Goro

Aggiornamento 15/02/2018: i posti sono esauriti e anche la lista d’attesa è piena.

Cena alla scoperta del tesoro ittico del Delta del Po con la cucina di Mario Pozzi e il racconto di Vadis Paesanti

«Là in mezzo al mar / Ci stan camin che fumano…»

Così recita un tratto di una vecchia canzone, Come porti i capelli bella bionda, cantata dall’usignolo di Cavriago. Per l’occasione avrei preferito la cantasse la pantera di Goro.

Qui a Goro, in mezzo al mare non ci stanno camini che fumano: ci stanno acque fumanti, nebbiose, e tanti, tanti, tanti mitili, ostriche, cannolicchi, e vongole veraci. Di questi ultimi, Goro è la marineria più grande d’Europa con circa mille imbarcazioni.

Siamo stati qualche mese fa, là in mezzo al mar, a circa sette miglia dalla costa di questa sacca marina meravigliosa, e con tutte le autorizzazioni del caso abbiamo “pescato” ostriche fantastiche. Da qui l’idea di questa serata.

Vadis Paesanti, presidente regionale di Federcoopesca e sommelier AIS, ci accompagnerà nella conoscenza di questo fantastico mondo; e lo chef Mario Pozzi, sommelier e patrron della Trattoria del Glicine, anche lui presente in mezzo al mar, ci preparerà:

  • Cannolicchi
  • Ostriche naturali
  • Ostriche fritte
  • Tonnarello con vongole veraci
  • Filetto di branzino grigliato e crema di carciofi
  • Un sorbetto di limone con composta di frutti di bosco, per mitigare il sapore marino.

I vini in degustazione

Per questa serata abbiamo pensato a una serie di vini, alcuni dei quali particolarmente importanti:

  • Champagne Vieille Vigne Millésimée 2009
    Dourdon Vieillard
  • Muscadet Sèvre et Maine sur Lie Vieilles Vignes 2015
    Bruno Cormerais
  • Chablis Vieilles Vignes 2015
    Jean-Claude Bessin
  • Vouvray Sec 2014
    Philippe Foreau

Quando?

Venerdì 23 febbraio 2018 ore 20:00.

Dove?

Trattoria del Glicine
Via Vittorio Veneto, 1
Località Piazza Santo Stefano
22012 Cernobbio CO

Guarda la mappa

Per parcheggiare l’auto vi consigliamo di usare i parcheggi gratuiti di Via Isonzo (mappa) e via Vittorio Veneto (mappa) a 50 metri dalla trattoria.

Costo e Prenotazioni

Il costo per partecipare alla cena è di 75,00 euro a persona, per un massimo di 40 posti. Pagamento nell’ambito della stessa serata.

Aggiornamento 15/02/2018: i posti sono esauriti e anche la lista d’attesa è piena.

Cancellazione della prenotazione

Vi ricordiamo che se avete un imprevisto e dovete rinunciare alla degustazione, potete disdire fino a 3 giorni prima senza alcuna penale. In alternativa potete trovare un sostituto socio che partecipi al vostro posto. In caso di assenza o di disdetta con meno di tre giorni di preavviso, vi sarà ugualmente addebitato l’intero importo.

Vi aspettiamo. Un cordiale saluto a tutti.

Quota Associativa 2018

Vi ricordiamo che per partecipare alle serate e alle degustazioni è necessario essere in regola con la quota associativa. Sul sito di AIS Italia trovate tutte le indicazioni per il rinnovo. Avete tempo fino a mercoledì 28 febbraio per poter rinnovare la quota e mantenere il diritto di voto in Assemblea e nelle votazioni per il rinnovo degli organi sociali nazionali, regionali, e territoriali.

 

Photo Credits: EGNEWS.

Barbaresco!

Aggiornamento 13/01/2018: i posti sono esauriti e anche la lista d’attesa è piena. Siamo lieti della numerosa adesione e ci dispiace non poter accogliere tutti coloro che vorrebbero partecipare. Vi aspettiamo alle prossime degustazioni.

In viaggio per le Langhe nord-orientali con Diego Sburlino, Giorgio Rinaldi, e 6 etichette

Vi aspettiamo martedì 30 gennaio presso l’Associazione Cometa per scoprire insieme uno dei più grandi nebbioli italiani.

Barbaresco. La torre dalla cima infiorata di verde; le vigne che scendono al Tanaro; la barbarica silva quando tutto era foresta impenetrabile. Oggi, dolci pendii formano un paesaggio che comunica anche calma e serenità. Qui alligna il più grande vitigno delle Langhe: il nebbiolo.

​Dai certo-liguri al Rinascimento enologico degli anni ottanta e novanta, poi ai giorni nostri: duemilacinquecento anni di storia di Langa per cercare di capire come nascono i grandi vini.

Diego Sburlino e Giorgio Rinaldi ci accompagneranno in questo piccolo viaggio, e assieme degusteremo alcune perle dell’enologia di questo territorio.

I vini in degustazione

  • Barbaresco DOCG Masseria 2014
    Vietti
  • Barbaresco DOCG Ovello 2014
    Albino Rocca
  • Barbaresco DOCG Asili 2014
    Michele Chiarlo
  • Barbaresco DOCG 2014
    Gaja
  • Barbaresco DOCG 2013
    Marziano Abbona
  • Barbaresco DOCG Tettineive 2013
    Scarpa

Quando?

Martedì 30 gennaio 2018 ore 21:00.

Dove?

Associazione Cometa
Via Madruzza 36
22100 Como (CO)

Guarda la mappa

Posteggio coperto gratuito disponibile dentro la struttura.

Costo e Prenotazioni

Il costo per partecipare alla degustazione è di 25,00 euro a persona, per un massimo di 90 posti. Pagamento nell’ambito della stessa serata.

Aggiornamento 13/01/2018: i posti sono esauriti e anche la lista d’attesa è piena. Siamo lieti della numerosa adesione e ci dispiace non poter accogliere tutti coloro che vorrebbero partecipare. Vi aspettiamo alle prossime degustazioni.

Cancellazione della prenotazione

Vi ricordiamo che se avete un imprevisto e dovete rinunciare alla degustazione, potete disdire fino a 3 giorni prima senza alcuna penale. In alternativa potete trovare un sostituto socio che partecipi al vostro posto. In caso di assenza o di disdetta con meno di tre giorni di preavviso, vi sarà ugualmente addebitato l’intero importo.

Vi aspettiamo. Un cordiale saluto a tutti.

 

Photo Credits: Wikimedia.

Corso di qualificazione professionale per sommelier 2° livello 2018

Tecnica della degustazione. Enografia italiana e internazionale.

Riportiamo di seguito le date e le informazioni relative al corso di qualificazione professionale per sommelier di 2° livello che inizierà martedì 6 febbraio 2018.

Per conoscere in modo più dettagliato i contenuti di ogni lezione potete consultare il programma del corso di secondo livello.

Calendario delle lezioni

1 Tecnica della degustazione Martedì 6 febbraio 2018
2 Lombardia e Trentino Alto Adige Giovedì 8 febbraio 2018
3 Veneto e Friuli-Venezia Giulia Lunedì 19 febbraio 2018
4 Puglia, Calabria, e Basilicata Mercoledì 21 febbraio 2018
5 Toscana e Liguria Martedì 27 febbraio 2018
6 Sicilia e Sardegna Giovedì 1 marzo 2018
7 Abruzzo, Molise e Campania  Martedì 6 marzo 2018
8 Umbria e Lazio Giovedì 8 marzo 2018
9 Vitivinicoltura nei Paesi Europei Lunedì 12 marzo 2018
10 Viticoltura nei principali Paesi del mondo Mercoledì 14 marzo 2018
11 Piemonte e Valle d’Aosta Lunedì 19 marzo 2018
12 Emilia-Romagna e Marche Martedì 20 marzo 2018
13 Vitivinicoltura in Francia (parte 1) Lunedì 26 marzo 2018
14 Vitivinicoltura in Francia (parte 2) Martedì 27 marzo 2018
15 Approfondimento sulla degustazione e autovalutazione Giovedì 5 aprile 2018

Informazioni

Direttore del corso

Il direttore del corso è il sommelier Paolo Vismara.

Modalità di partecipazione

Il corso si svolge secondo le date previste dal programma ed è articolato in due sessioni:

  • sessione pomeridiana: alle ore 15:30 alle ore 17:45 circa;
  • sessione serale: alle ore 20:45 alle ore 23:00 circa;

Luogo

Tutte le lezioni si tengono allo Sheraton Lake Como Hotel, in via per Cernobbio 41/A, 22100 Como CO.
(Guarda la mappa)

Posteggio coperto gratuito disponibile a 50 metri dall’hotel.

Modalità di iscrizione

La richiesta di iscrizione, vincolante per la partecipazione, avviene tramite la compilazione del seguente modulo online:

Costo

La quota di partecipazione al secondo livello è di 580,00 EUR, e comprende:

  • 2 importanti libri di testo;
  • il quaderno con le schede per l’analisi sensoriale dei vini;
  • i vini per le degustazioni (normalmente 3 vini di ottimo livello per ogni lezione).

Per le degustazioni si utilizzeranno i bicchieri dati in dotazione in precedenza, che dovranno essere portati anche per la prima lezione.

Sconto Giovani: chi ha 25 anni o meno – nati nel 1993 o dopo – ha diritto ad uno sconto di EUR 50,00; cioè dovrà pagare solo EUR 530,00 (e non EUR 580,00).

Nota: la quota del corso non comprende le quote di iscrizione ad AIS Italia e AIS Lombardia

La quota non comprende

  • l’iscrizione obbligatoria ad AIS Italia. di 80,00 euro. In caso di familiari iscritti che pagano la quota intera, l’importo per l’iscrizione è di 40,00 euro.
    Per i residenti all’estero la quota base è di 80,00 euro e comprende solo l’invio della tessera associativa. Per ricevere all’estero anche guida e riviste, la quota diventa: 170,00 EUR (Europa); 200,00 EUR (Asia); 210,00 EUR (Africa, Americhe, e Oceania).
  • l’iscrizione facoltativa ad AIS Lombardia di 30,00 euro, ambedue valide per l’anno 2018.

L’iscrizione all’AIS Nazionale e il contributo all’AIS Regionale danno diritto a ricevere le pubblicazioni sia nazionali che regionali, oltre alla possibilità di partecipare a tutte le attività dell’Associazione in qualsiasi località d’Italia, alcune delle quali riservate ai soci e gratuite.

Coloro che hanno partecipato al 1° livello, sessione autunnale 2017, sono già in regola per la quota associativa 2018. Coloro che invece hanno partecipato alla sessione primaverile 2017 (presso Cometa) o a corsi in anni precedenti (e non hanno ancora rinnovato per il 2018) devono pagare la quota associativa del nuovo anno.

Per maggiori informazioni vi consigliamo di leggere l’informativa sui corsi dell’Associazione Italiana Sommelier.

Modalità di pagamento

È preferibile effettuare il pagamento tramite bonifico bonifico bancario (utilizzando le coordinate sotto indicate), specificando con estrema chiarezza che nessuna spesa deve essere addebitata al destinatario.

Attenzione. Qualora ci venissero addebitate spese bancarie (spesso succede per i bonifici provenienti dall’estero) saremo costretti a chiedere il rimborso delle stesse al corsista.

Coordinate per il bonifico bancario
Banca
BANCA POPOLARE DI SONDRIO
IBAN
IT30G0569601612000009623X77
Codice BIC/SWIFT
POSOIT22XXX
Intestato a
Associazione Italiana Sommelier Lombardia
Causale
Corso Sommelier Secondo Livello <Nome Cognome Corsista>
Esempio: Corso Sommelier Secondo Livello Mario Rossi

Per coloro che fossero proprio impossibilitati ad eseguire il bonifico, il pagamento potrà essere effettuato alla prima lezione, preferibilmente con un assegno bancario non trasferibile intestato a “Associazione Italiana Sommelier Lombardia” oppure in contanti. Non possiamo accettare pagamenti con carte di credito o bancomat

Informazioni

Per qualunque informazione potete contattare la segreteria corsi:

Segreteria Corsi AIS Como
corsi@aiscomo.it

Contatti diretti personali

Paolo Vismara
paolo.vismara@aiscomo.it
+39 333 608 5796
Andrea Campanari
andrea.campanari@aiscomo.it
+39 338 198 5337

Un cordiale saluto a nome del Consiglio AIS Como

Corso di qualificazione professionale per sommelier 1° livello 2018

La formazione del sommelier. Le tecniche di servizio. La degustazione

Riportiamo di seguito le date e le informazioni relative al corso di qualificazione professionale per sommelier di 1° livello che partirà mercoledì 7 febbraio 2018.

Per conoscere in modo più dettagliato i contenuti di ogni lezione potete consultare il programma del corso di primo livello.

Calendario delle lezioni

1 La figura del Sommelier Mercoledì 7 febbraio 2018
2 Viticoltura Martedì 20 febbraio 2018
3 Enologia: la produzione del vino Giovedì 22 febbraio 2018
4 Enologia: i componenti del vino Mercoledì 28 febbraio 2018
5 Tecnica della degustazione: esame visivo Lunedì 5 marzo 2018
6 Tecnica della degustazione: esame olfattivo Mercoledì 7 marzo 2018
7 Tecnica della degustazione: esame gusto-olfattivo Martedì 13 marzo 2018
8 Birra Giovedì 15 marzo 2018
9 Spumanti Giovedì 22 marzo 2018
10 Vini passiti, vendemmia tardiva, muffati, icewein, liquorosi, aromatizzati Mercoledì 28 marzo 2018
11 Il vino italiano e le sue leggi Mercoledì 4 aprile 2018
12 Le funzioni del sommelier Giovedì 12 aprile 2018
13 Distillati e liquori (nazionali ed esteri) Lunedì 16 aprile 2018
14 Visita a un’azienda vitivinicola Martedì 17 aprile 2018
15 Approfondimento sulla degustazione e autovalutazione Lunedì 23 aprile 2018

Informazioni

Il direttore del corso è il sommelier Paolo Vismara.

Modalità di partecipazione

Il corso, aperto anche ad appassionati, si svolge secondo le date previste dal programma ed è articolato nella sessione

  • serale: dalle ore 20:45 alle ore 23:00 circa.

Luogo

Tutte le lezioni si tengono presso Cometa Formazione, in via Madruzza 36, 22100 Como CO.
(Guarda la mappa)

Posteggio coperto gratuito disponibile dentro la struttura.

Modalità di iscrizione

La richiesta di iscrizione, vincolante per la partecipazione, avviene tramite la compilazione del seguente modulo online:

Costo

La quota di partecipazione al primo livello è di EUR 550,00 e comprende:

  • due importanti libri di testo;
  • il quaderno con le schede per l’analisi sensoriale dei vini;
  • una valigetta con i bicchieri da degustazione;
  • un cavatappi professionale;
  • il costo del pullman per la visita all’azienda vitivinicola;
  • i vini per le degustazioni (normalmente 3 vini di ottimo livello per ogni lezione).

Sconto Giovani: chi ha 25 anni o meno (nati nel 1993 o anni successivi) ha diritto ad uno sconto di EUR 50,00; cioè dovrà pagare solo EUR 500,00 (e non EUR 550,00).

Nota: la quota del corso non comprende le quote di iscrizione ad AIS Italia e AIS Lombardia

La quota non comprende:

  • l’iscrizione obbligatoria ad AIS Italia. di 80,00 euro. In caso di familiari iscritti che pagano la quota intera, l’importo per l’iscrizione è di 40,00 euro.
    Per i residenti all’estero la quota base è di 80,00 euro e comprende solo l’invio della tessera associativa. Per ricevere all’estero anche guida e riviste, la quota diventa: 170,00 EUR (Europa); 200,00 EUR (Asia); 210,00 EUR (Africa, Americhe, e Oceania).
  • l’iscrizione facoltativa ad AIS Lombardia di 30,00 euro, ambedue valide per l’anno 2018.

L’iscrizione all’AIS Nazionale e il contributo all’AIS Regionale danno diritto a ricevere le pubblicazioni sia nazionali che regionali, oltre alla possibilità di partecipare a tutte le attività dell’Associazione in qualsiasi località d’Italia, alcune delle quali riservate ai soci e gratuite.

Per maggiori informazioni vi consigliamo di leggere l’informativa sui corsi dell’Associazione Italiana Sommelier.

Modalità di pagamento

È preferibile effettuare il pagamento tramite bonifico bonifico bancario (utilizzando le coordinate sotto indicate), specificando con estrema chiarezza che nessuna spesa deve essere addebitata al destinatario.

Attenzione. Qualora ci venissero addebitate spese bancarie (spesso succede per i bonifici provenienti dall’estero) saremo costretti a chiedere il rimborso delle stesse al corsista.

Coordinate per il bonifico bancario
Banca
BANCA POPOLARE DI SONDRIO
IBAN
IT30G0569601612000009623X77
Codice BIC/SWIFT
POSOIT22XXX
Intestato a
Associazione Italiana Sommelier Lombardia
Causale
Corso Sommelier Primo Livello <Nome Cognome Corsista>
Esempio: Corso Sommelier Primo Livello Mario Rossi

Per coloro che fossero proprio impossibilitati ad eseguire il bonifico, il pagamento potrà essere effettuato alla prima lezione, preferibilmente con un assegno bancario non trasferibile intestato a “Associazione Italiana Sommelier Lombardia” oppure in contanti. Non possiamo accettare pagamenti con carte di credito o bancomat.

Informazioni

Per qualunque informazione potete contattare la segreteria corsi:

Segreteria Corsi AIS Como
corsi@aiscomo.it

Contatti diretti personali

Paolo Vismara
paolo.vismara@aiscomo.it
cell. 333-6085796
Mirko Rosa
mirko.rosa@aiscomo.it
cell. 347-7442002
Marco Misitano
marco.misitano@aiscomo.it

Un cordiale saluto a nome del Consiglio AIS Como

Cena degli Auguri 2017

La cucina della Locanda dell’Oca Bianca e gli Champagne Dourdon-Vieillard

Giovedì 14 dicembre 2017 alle ore 20:00, ci troveremo per la consueta Cena degli Auguri per festeggiare insieme l’arrivo del Natale e salutarci prima della pausa natalizia.

Per quest’anno abbiamo scelto il ristorante La Locanda dell’Oca Bianca con la raffinata cucina dello chef Francesco, che da 25 anni rappresenta uno dei punti di riferimento della ristorazione comasca.

I vini in abbinamento saranno gli splendidi Champagne di Durdon-Vieillard.

Menu

Aperitivo
Buffet con stuzzichini sfiziosi
Sformatino di carciofi con gambero
Strudel di verdure in pasta sfoglia su salsa al parmigiano
Primo piatto
Tagliatelle con ragu di piovra e olive taggiasche
Secondo piatto
Involtino di dentice con zucchine trombetta
Dessert
Crostata di frutta
E per finire…
Caffè

Gli Champagne in abbinamento

Quando?

Giovedì 14 dicembre 2017 ore 20:00.

Dove?

Ristorante La Locanda dell’Oca Bianca
Via Canturina 251
22100 Como (CO)

Guarda la mappa per raggiungere il ristorante

Il ristorante ha un parcheggio di capienza limitata, per cui vi consigliamo di posteggiare la vostra auto nell’ampio parcheggio pubblico che c’è a pochi metri dal ristorante
Venendo da Como, il parcheggio si trova sulla via Canturina poco dopo il ristorante, in corrispondenza del semaforo.

Guarda la mappa per raggiungere il parcheggio

Costo e Prenotazioni

Il costo per partecipare alla Cena degli Auguri è di 65,00 euro a persona, per un massimo di 60 posti. Pagamento nell’ambito della stessa serata.

Per partecipare alla degustazione potete contattare Arianna Andreoni:

  • via WhatsApp o SMS, al numero +39 348 221 3706 (preferibile)
  • via e-mail, all’indirizzo ari.andreoni@aiscomo.it.

Vi preghiamo di prenotare esclusivamente via WhatsApp/SMS (preferibile) o via e-mail. Per favore, non telefonate.
Attendete la risposta di Arianna che vi confermerà l’avvenuta prenotazione.

Cancellazione della prenotazione.

Vi ricordiamo che se avete un imprevisto e dovete rinunciare alla cena, potete disdire fino a 3 giorni prima senza alcuna penale. In alternativa potete trovare un sostituto socio che partecipi al vostro posto. In caso di assenza o di disdetta con meno di tre giorni di preavviso, vi sarà ugualmente addebitato l’intero importo.

Vi aspettiamo. Un cordiale saluto a tutti.

La Grecia e i suoi vini

Aggiornamento 18/11/2017: i posti sono esauriti e anche la lista d’attesa è piena. Siamo contenti della numerosa adesione e ci dispiace non poter accogliere tutti coloro che vorrebbero partecipare. Vi aspettiamo alle prossime degustazioni!

Alla scoperta della viticoltura ellenica con Guido Invernizzi

Giovedì 30 novembre 2017 alle ore 21:00, vi aspettiamo allo Sheraton Lake Como Hotel per una grande serata dedicata alla viticoltura ellenica.

Pare che la pianta della vite sia comparsa circa 140 milioni di anni fa e sia resistita attraverso ben 16 glaciazioni.

La viticoltura è molto più giovane, circa diecimila anni. Ha avuto inizio nel periodo in cui l’uomo da nomade è diventato stanziale e sono incominciati a nascere i primi villaggi. Uno dei percorsi storici della viticoltura va dall’Egitto alla Grecia e poi al Mediterraneo (precisamente dal 2500 a.C. al periodo romano).

La storia della viticoltura greca è stata fondamentale per tutto il Mediterraneo e in particolare per l’Italia. Nella nostra penisola abbiamo tuttora viticolture che definiamo greche per la presenza dell’alberello e di vitigni di origine ellenica.

Accompagnati dal grande amico di AIS Como e incantevole relatore Dott. Guido Invernizzi degusteremo sette vini di denominazione greca per cercare di catturare quelle che sono le caratteristiche e le differenze con i vini da vitigni a noi più conosciuti.

I vini in degustazione

Quando?

Giovedì 30 novembre 2017 ore 21:00.

Dove?

Sheraton Lake Como Hotel
Via Per Cernobbio 41/A
22100 Como (CO)

Guarda la mappa

Posteggio coperto gratuito disponibile a 50 metri dall’hotel.

Costo e Prenotazioni

Il costo per partecipare alla degustazione è di 25,00 euro a persona, per un massimo di 90 posti. Pagamento nell’ambito della stessa serata.

Aggiornamento 18/11/2017: i posti sono esauriti e anche la lista d’attesa è piena. Siamo contenti della numerosa adesione e ci dispiace non poter accogliere tutti coloro che vorrebbero partecipare. Vi aspettiamo alle prossime degustazioni!

Cancellazione della prenotazione

Vi ricordiamo che se avete un imprevisto e dovete rinunciare alla serata, potete disdire fino a 3 giorni prima senza alcuna penale. In alternativa potete trovare un sostituto socio che partecipi al vostro posto. In caso di assenza o di disdetta con meno di tre giorni di preavviso, vi sarà ugualmente addebitato l’intero importo.

Vi aspettiamo. Un cordiale saluto a tutti.

La Vernaccia di San Gimignano

Un’incantevole storia che dura da 800 anni

Quella della Vernaccia di San Gimignano è una storia secolare che affonda le radici nel pieno Medioevo. I primi vigneti vengono fatti risalire al 1200; e già alla fine del secolo sappiamo che il commercio era fiorente e redditizio, come testimoniano i documenti tributari del comune di San Gimignano, con cui già nel 1276 si decretava un’imposta (la gabella) sulle esportazioni di Vernaccia.

Ben presto il suo successo si diffonde in tutta Europa. In poco tempo la troviamo sulle mense di papi, nobili, e mercanti, ma non solo: l’apprezzamento si diffonde anche tra poeti e artisti di tutto il continente. La troviamo citata nelle opere di Dante e Cecco Angiolieri e immortalata nei dipinti del Vasari a Palazzo Vecchio. La produzione e il consumo crescono a dismisura nei secoli successivi, e il Seicento è considerato il secolo di massimo splendore.

Con l’arrivo in Europa di tè, caffè, e cioccolato, però, i gusti iniziano a cambiare e il consumo di Vernaccia si avvia verso ii declino. Nel Settecento e nell’Ottocento la produzione e la qualità calano drasticamente, tanto che ai primi del Novecento la troviamo quasi dimenticata tra i filari e mischiata con le altre uve per la produzione di vino da tavola.

È solo nella seconda metà del Novecento, a conclusione dei conflitti mondiali, che si cerca di ridare alla Vernaccia di San Gimignano il suo antico splendore: e così, dopo un attento lavoro di selezione e reimpianto, la Vernaccia inizia a ritrovare il successo. Nel 1966 è il primo vino italiano ad ottenere la DOC. Da allora, grazie anche alla spinta data dalla nascita del Consorzio della Vernaccia nel 1972, la produzione cresce in quantità e qualità, e nel 1993 riceve la DOCG.

In collaborazione con il Consorzio della Denominazione di San Gimignano, venerdì 10 novembre allo Sheraton Lake Como Hotel ripercorreremo i passi di questa splendida storia che va avanti da più di otto secoli e degusteremo insieme 8 imperdibili etichette.

I vini in degustazione

  1. Vernaccia di San Gimignano DOCG I Macchioni 2016
    Casa alle Vacche
  2. Vernaccia di San Gimignano DOCG 2016
    Fontaleoni
  3. Vernaccia di San Gimignano DOCG Le Grillaie 2016
    GIV – Melini
  4. Vernaccia di San Gimignano DOCG Hydra 2016
    Il Palagione
  5. Vernaccia di San Gimignano DOCG 2016
    Teruzzi & Puthod
  6. Vernaccia di San Gimignano DOCG Astrea 2015
    Alessandro Tofanari
  7. Vernaccia di San Gimignano DOCG Vigna a Solatio Riserva 2013
    Casale Falchini
  8. Vernaccia di San Gimignano DOCG Riserva 2013
    Panizzi

Quando?

Venerdì 10 novembre 2017 ore 21:00.

Dove?

Sheraton Lake Como Hotel
Via Per Cernobbio 41/A
22100 Como (CO)

Guarda la mappa

Posteggio coperto gratuito disponibile a 50 metri dall’Hotel.

Costo e Prenotazioni

Il costo per partecipare alla degustazione è di 20,00 euro a persona, per un massimo di 100 posti. Pagamento nell’ambito della stessa serata.

Per partecipare alla degustazione potete contattare Arianna Andreoni:

  • via WhatsApp o SMS, al numero +39 348 221 3706 (preferibile)
  • via e-mail, all’indirizzo ari.andreoni@aiscomo.it.

Vi preghiamo di prenotare esclusivamente via WhatsApp/SMS (preferibile) o via e-mail. Per favore, non telefonate.
Attendete la risposta di Arianna che vi confermerà l’avvenuta prenotazione.

Cancellazione della prenotazione.

Vi ricordiamo che se avete un imprevisto e dovete rinunciare alla serata, potete disdire fino a 3 giorni prima senza alcuna penale. In alternativa potete trovare un sostituto socio che partecipi al vostro posto. In caso di assenza o di disdetta con meno di tre giorni di preavviso, vi sarà ugualmente addebitato l’intero importo.

Vi aspettiamo. Un cordiale saluto a tutti.

 

Photo Credits: Florence Tours

Cresce il gruppo degustatori della delegazione di Como

Anche quest’anno la delegazione di Como si arricchisce, diventa più numeroso il gruppo di Degustatori Ufficiali AIS.
Un traguardo ambito, un percorso di studio rigoroso ed approfondito, un esame stressante. Una qualifica con la quale si entra a far parte del Gruppo Degustatori Ufficiali di AIS Lombardia, con possibilità di frequentare degustazioni dedicate a mantenersi in forma e contribuire alla redazione delle guide Vitae e Viniplus. Ma essere degustatore è anche un passo intermedio per chi pianifica di diventare Relatore, Direttore di Corso o – perché no! – cimentarsi in concorsi.mr22
Oggi ci congratuliamo pubblicamente con Mirko Rosa, Sommelier della delegazione di Como, che dalla sessione d’esame del 22 e 23 Settembre a Milano, ritorna a casa con il diploma di Degustatore!
Ed anche a lui (come già fatto in passato) rivolgiamo alcune domande, per celebrarlo e conoscerlo meglio.

Cosa ti ha spinto ad affrontare il seminario per degustatori? Sommelier non bastava?
Come diceva qualcuno “chi si ferma è perduto”! Scherzi a parte, la passione per il mondo del vino, nata per caso, non ha fatto altro che crescere in questi anni, grazie alla curiosità, alla voglia di scoprire ed assaggiare prodotti differenti. Un ruolo importante è anche quello del bel gruppo che fa capo ad AIS Como e alle amicizie che si sono create. In particolare la tecnica della degustazione, costante oggetto di dibattito tra i sommelier, è sempre stata uno dei miei argomenti preferiti, in particolare la relazione con i terreni: perché un Pinot Nero coltivato in Oltrepò Pavese ha caratteristiche così differenti rispetto al Pinot Nero di Borgogna o a quello Neozelandese ? In che modo i terreni influenzano il contenuto dei nostri bicchieri? Sono tutte curiosità che mi appassionano e che continueranno a farlo!

Sappiamo che il seminario sta cambiando, che è una formula in evoluzione. Cosa ti è piaciuto e cosa hai trovato più difficoltoso?
La nuova formula è più incentrata sul concetto di degustazione. Oltre ad un seminario molto interessante, abbiamo assaggiato vini molto importanti e particolari… una bella esperienza che non capita sicuramente tutti i giorni. La parte più piacevole è sicuramente quella di approfondimento di alcuni argomenti relativi alla degustazione e mi è piaciuto molto il concetto di descrizione giornalistica, un modo differente di raccontare il vino. Ho avuto un po’ di tentennamento nella valutazione scritta dei due vini il primo giorno, sarà stato per la tensione, o forse per la stanchezza fisica: dalle 9 del mattino alle 16 si analizzano 13 vini differenti!

E adesso, che programmi hai? Ti vedi a un punto di arrivo, ti senti in viaggio o sei giunto a destinazione?
Arrivati mai! Per ora mi godo questa soddisfazione, e non è di poco conto, mi sembrava di esser tornato ai tempi dell’università! Di certo continuerò ad approfondire, partecipare a eventi, cercare di avere dei confronti con colleghi e produttori. Eventualmente valutare un percorso di crescita all’interno dell’associazione, vedremo… per ora vivo alla giornata!

Una curiosità, che abbiamo chiesto anche ad altri: c’è stata una stata una bottiglia di vino che ha lasciato il segno, che ha fatto partire la passione per il vino?
Il vino è emozione, e ho tanti ricordi differenti ma collegati tra loro. Tornando a quando ero bambino sicuramente il vino con le pesche che mio nonno mi faceva bere in Sicilia quando avevo 10 anni; una bottiglia di Negroamaro di mio cognato nel quale ho identificato nettamente del cuoio 13 anni fa, è stata la prima sensazione percepita nel vino differente dall’alcol! E ancora, il vino imbottigliato da mio zio, semplice ma che ha accompagnato me e la mia famiglia anni fa in un periodo molto intenso e travagliato ma del quale mantengo ricordi piacevoli. Infine, il mio povero papà mi ricordava sempre che quando avevo 2 anni gli avevo fregato un bicchiere di grappa per assaggiarla… più degustatore di così!

L’Amarone della Valpolicella: conosciuto ma non troppo

La grande storia di uno dei vini più ricercati d’Italia. Con Diego Sburlino e 6 imperdibili etichette.

Venerdì 13 ottobre 2017 alle ore 21:00, presso l’Associazione Cometa in via Madruzza 36, Como, vi proponiamo una serata dedicata all’Amarone della Valpolicella.

L’Amarone della Valpolicella è uno dei vini più ricercati nel mondo del vigneto d’Italia. Per alcuni l’inizio fu frutto di una botte di recioto (dolce) dimenticata in cantina tanto da diventare vino secco; per molti altri invece questo grande vino non può esssere frutto della dimenticanza di un vignaiolo disattento. Ma il fascino della storia è sempre qualcosa di intrigante, e qui di storia ne troviamo tanta!

Alla presenza di alcuni produttori, Diego Sburlino (vi ricordate lo Schioppettino di Prepotto?) ci accompagnerà nel mondo dell’Amarone, conosciuto ma poi vedremo non così tanto.

Grande vino l’Amarone, grandissimi i vini che verranno degustati. Sarà un percorso culturale affascinante ed una degustazione indimenticabile.

I vini in degustazione

  • Amarone della Valpolicella Classico DOC 2008
    Le Ragose
  • Amarone della Valpolicella Classico DOCG Valle Alta 2012
    Ugolini
  • Amarone della Valpolicella Classico  DOC Riserva Camporal 2008
    Corte San Benedetto
  • Amarone della Valpolicella DOCG 2011
    Roccolo Grassi
  • Amarone della Valpolicella DOCG 2011
    Ferragù
  • Amarone della Valpolicella DOC Vigneto del monte Lodoletta 2009
    Romano Dal Forno

Quando?

Venerdì 13 ottobre 2017 ore 21:00.

Dove?

Associazione Cometa
Via Madruzza 36
22100 Como (CO)

Guarda la mappa

Posteggio coperto gratuito disponibile dentro la struttura.

Costo e Prenotazioni

Il costo per partecipare alla degustazione è di 40,00 euro a persona, per un massimo di 80 posti. Pagamento nell’ambito della stessa serata.

Per partecipare alla degustazione potete contattare Arianna Andreoni:

  • via WhatsApp o SMS, al numero +39 348 221 3706 (preferibile)
  • via e-mail, all’indirizzo ari.andreoni@aiscomo.it.

Vi preghiamo di prenotare esclusivamente via WhatsApp/SMS (preferibile) o via e-mail. Per favore, non telefonate.
Attendete la risposta di Arianna che vi confermerà l’avvenuta prenotazione.

Cancellazione della prenotazione

Vi ricordiamo che se avete un imprevisto e dovete rinunciare alla serata, potete disdire fino a 3 giorni prima senza alcuna penale. In alternativa potete trovare un sostituto socio che partecipi al vostro posto. In caso di assenza o di disdetta con meno di tre giorni di preavviso, vi sarà ugualmente addebitato l’intero importo.

Vi aspettiamo.

Un cordiale saluto a tutti.

 

Photo Credits: Wojciech Bońkowski