Archivi tag: Diego Sburlino

L’oro del Collio

Vini pregiati e longevi, un universo policromo fatto di sapori, identità e storie personali.

Vi ricordate la serata sullo Schioppettino di Prepotto che abbiamo fatto nel 2017 e le due serate dedicate al Barbaresco dell’anno scorso? Torna a trovarci il grande amico Diego Sburlino e ci accompagnerà in un viaggio alla scoperta di uno dei suoi più grandi amori: il Collio, terra di vini bianchi preziosi e longevi.

Con la collaborazione del Consorzio Collio e del Consorzio Montasio, vi aspettiamo venerdì 15 marzo allo Sheraton Lake Como Hotel alle ore 21 per una nuova serata indimenticabile.

Diego ha selezionato per noi 9 etichette di differenti produttori e annate ormai introvabili. Nove vini bianchi, simili ma diversi, dove ciascuno rispecchia l’appartenenza allo stesso territorio sebbene sia caratterizzato da un’identità e una personalità uniche. Un piacevole gioco di differenze che ritroveremo durante tutta la serata, e il fil rouge sempre presente di una sorprendente longevità.

Ma non è finita qui! In accompagnamento, avremo anche degli assaggi di Montasio di diverse annate.

E per l’occasione ci sarà anche un ospite speciale: Roberto Felluga, produttore di Marco Felluga e Russiz Superiore, e vicepresidente del Consorio Collio.

Il Collio, terra di longevità

Dalle Alpi Giulie fino al mare Adriatico, l’area del Collio si estende in una sottile linea di circa 1500 ettari che viene soprannominata la mezzaluna fertile.

È qui che la perfetta combinazione di sole, suolo e vento ha dato vita nel corso dei secoli alla ponca, il terreno di origine eocenica fatto di marne e arenarie che sa regalarci vini eleganti e strutturati, sapidi e profumati, freschi ed estremamente longevi. Un equilibrio perfetto, sintesi dell’estrema armonia che da secoli lega uomo e natura.

È qui che troviamo la storia di una biodiversità rigogliosa, un racconto di profondo rispetto scritto giorno dopo giorno da tutte le famiglie che curano meticolosamente i loro vigneti come fossero giardini, e che riescono a distillare in ogni bicchiere la ricchezza di sapori, identità e storie personali che caratterizzano questo territorio.

Ed è qui che troviamo l’oro giallo del Collio, le uve a bacca bianca. Sono loro le vere protagoniste di queste terre: riconosciute fin dal medioevo come le più pregiate, sono state messe a dura prova dalla fillossera di fine Ottocento e dalle avversità della Prima Guerra Mondiale, ma alla fine sono uscite vincenti e rinfrancate, e nel 1968 sono state fregiate della Denominazione di Origine Protetta.

Vi aspettiamo in questo viaggio affascinante alla ricerca della longevità, dove riopercorreremo la storia del Collio e assaggeremo nove etichette selezionate, con annate ormai introvabili dal 2013 al 2001, e le accompagneremo con del Montasio in diverse stagionature.

I vini in degustazione

  1. Collio Bianco DOC Col Disôre 2013
    Russiz Superiore
  2. Collio DOC Sauvignon 2013
    Borgo Conventi
  3. Collio DOC Chardonnay 2013
    Ca’ Ronesca
  4. Collio DOC Bianco Riserva Klin Magnum 2012
    Primosic
  5. Collio DOC Friulano Zegla 2012
    Renato Keber
  6. Collio DOC Pinot Bianco Santarosa 2010
    Castello di Spessa
  7. Collio DOC Friulano 2009
    Mauro Drius
  8. Collio DOC Pradis Bianco 2001
    Carlo di Pradis
  9. Collio DOC Friulano Manditocai 2006
    Livon

Il relatore

Diego Sburlino. Classe 1962, avvocato e relatore AIS ai corsi di primo e secondo livello. Di origine friulana, fin da ragazzo profondo estimatore dei vini e della cultura della sua terra, ora è uno dei più grandi ambasciatori dell’enogastronomia del Friuli e gira l’Italia raccontando le affascinanti storie dei piccoli e grandi produttori di questa perla del panorama vitivinicolo italiano.

Quando mi trovo davanti ad una bottiglia nuova e mi accingo a degustarne parte del contenuto ricordo sempre l’insegnamento che il grande Veronelli diceva di avere ricevuto da suo padre “anche se non ti piace rispettalo perchè dietro ci sono la fatica e l’amore di chi lo ha prodotto”.

Di professione faccio l’avvocato e quando il mio lavoro mi porta in giro per l’Italia non manco occasione di visitare nuove cantine, privilegiando i piccoli produttori, che molto spesso mi riservano accoglienza e gentilezza insperate.

Solitamente ogni sera degusto un vino diverso, senza trascurare le bottiglie da poco prezzo rinvenute sugli scaffali dei supermercati evidenziate da cartelli colorati che recano la scritta “offerta”.

(fonte Di Gusto Mangiando)

Quando?

Venerdì 15 marzo 2019 ore 21:00.

Dove?

Sheraton Lake Como Hotel
Via Per Cernobbio 41/A
22100 Como (CO)

Guarda la mappa

Posteggio coperto gratuito disponibile a 50 metri dall’hotel.

Costo e Iscrizioni

Il costo della degustazione è di:

  • 30,00 euro per i soci AIS in regola con la quota associativa
  • 40,00 euro per gli accompagnatori.

Posti disponibili: 80.

Potete effettuare il pagamento:

  • con bonifico bancario anticipato, oppure
  • in contanti nell’ambito della stessa serata.

Per iscrivervi alla degustazione potete utilizzare il modulo online:

Cancellazione della prenotazione

Vi ricordiamo che se avete un imprevisto e dovete rinunciare alla degustazione, potete disdire fino a 3 giorni prima senza alcuna penale. In alternativa potete trovare un sostituto socio che partecipi al vostro posto.

In caso di assenza o di disdetta con meno di tre giorni di preavviso, vi sarà ugualmente addebitato l’intero importo.

Vi aspettiamo. Un cordiale saluto a tutti.

 

Photo Credits: Consorzio Collio.

Barbaresco!

Aggiornamento 13/01/2018: i posti sono esauriti e anche la lista d’attesa è piena. Siamo lieti della numerosa adesione e ci dispiace non poter accogliere tutti coloro che vorrebbero partecipare. Vi aspettiamo alle prossime degustazioni.

In viaggio per le Langhe nord-orientali con Diego Sburlino, Giorgio Rinaldi, e 6 etichette

Vi aspettiamo martedì 30 gennaio presso l’Associazione Cometa per scoprire insieme uno dei più grandi nebbioli italiani.

Barbaresco. La torre dalla cima infiorata di verde; le vigne che scendono al Tanaro; la barbarica silva quando tutto era foresta impenetrabile. Oggi, dolci pendii formano un paesaggio che comunica anche calma e serenità. Qui alligna il più grande vitigno delle Langhe: il nebbiolo.

​Dai certo-liguri al Rinascimento enologico degli anni ottanta e novanta, poi ai giorni nostri: duemilacinquecento anni di storia di Langa per cercare di capire come nascono i grandi vini.

Diego Sburlino e Giorgio Rinaldi ci accompagneranno in questo piccolo viaggio, e assieme degusteremo alcune perle dell’enologia di questo territorio.

I vini in degustazione

  • Barbaresco DOCG Masseria 2014
    Vietti
  • Barbaresco DOCG Ovello 2014
    Albino Rocca
  • Barbaresco DOCG Asili 2014
    Michele Chiarlo
  • Barbaresco DOCG 2014
    Gaja
  • Barbaresco DOCG 2013
    Marziano Abbona
  • Barbaresco DOCG Tettineive 2013
    Scarpa

Quando?

Martedì 30 gennaio 2018 ore 21:00.

Dove?

Associazione Cometa
Via Madruzza 36
22100 Como (CO)

Guarda la mappa

Posteggio coperto gratuito disponibile dentro la struttura.

Costo e Prenotazioni

Il costo per partecipare alla degustazione è di 25,00 euro a persona, per un massimo di 90 posti. Pagamento nell’ambito della stessa serata.

Aggiornamento 13/01/2018: i posti sono esauriti e anche la lista d’attesa è piena. Siamo lieti della numerosa adesione e ci dispiace non poter accogliere tutti coloro che vorrebbero partecipare. Vi aspettiamo alle prossime degustazioni.

Cancellazione della prenotazione

Vi ricordiamo che se avete un imprevisto e dovete rinunciare alla degustazione, potete disdire fino a 3 giorni prima senza alcuna penale. In alternativa potete trovare un sostituto socio che partecipi al vostro posto. In caso di assenza o di disdetta con meno di tre giorni di preavviso, vi sarà ugualmente addebitato l’intero importo.

Vi aspettiamo. Un cordiale saluto a tutti.

 

Photo Credits: Wikimedia.

L’Amarone della Valpolicella: conosciuto ma non troppo

La grande storia di uno dei vini più ricercati d’Italia. Con Diego Sburlino e 6 imperdibili etichette.

Venerdì 13 ottobre 2017 alle ore 21:00, presso l’Associazione Cometa in via Madruzza 36, Como, vi proponiamo una serata dedicata all’Amarone della Valpolicella.

L’Amarone della Valpolicella è uno dei vini più ricercati nel mondo del vigneto d’Italia. Per alcuni l’inizio fu frutto di una botte di recioto (dolce) dimenticata in cantina tanto da diventare vino secco; per molti altri invece questo grande vino non può esssere frutto della dimenticanza di un vignaiolo disattento. Ma il fascino della storia è sempre qualcosa di intrigante, e qui di storia ne troviamo tanta!

Alla presenza di alcuni produttori, Diego Sburlino (vi ricordate lo Schioppettino di Prepotto?) ci accompagnerà nel mondo dell’Amarone, conosciuto ma poi vedremo non così tanto.

Grande vino l’Amarone, grandissimi i vini che verranno degustati. Sarà un percorso culturale affascinante ed una degustazione indimenticabile.

I vini in degustazione

  • Amarone della Valpolicella Classico DOC 2008
    Le Ragose
  • Amarone della Valpolicella Classico DOCG Valle Alta 2012
    Ugolini
  • Amarone della Valpolicella Classico  DOC Riserva Camporal 2008
    Corte San Benedetto
  • Amarone della Valpolicella DOCG 2011
    Roccolo Grassi
  • Amarone della Valpolicella DOCG 2011
    Ferragù
  • Amarone della Valpolicella DOC Vigneto del monte Lodoletta 2009
    Romano Dal Forno

Quando?

Venerdì 13 ottobre 2017 ore 21:00.

Dove?

Associazione Cometa
Via Madruzza 36
22100 Como (CO)

Guarda la mappa

Posteggio coperto gratuito disponibile dentro la struttura.

Costo e Prenotazioni

Il costo per partecipare alla degustazione è di 40,00 euro a persona, per un massimo di 80 posti. Pagamento nell’ambito della stessa serata.

Per partecipare alla degustazione potete contattare Arianna Andreoni:

  • via WhatsApp o SMS, al numero +39 348 221 3706 (preferibile)
  • via e-mail, all’indirizzo ari.andreoni@aiscomo.it.

Vi preghiamo di prenotare esclusivamente via WhatsApp/SMS (preferibile) o via e-mail. Per favore, non telefonate.
Attendete la risposta di Arianna che vi confermerà l’avvenuta prenotazione.

Cancellazione della prenotazione

Vi ricordiamo che se avete un imprevisto e dovete rinunciare alla serata, potete disdire fino a 3 giorni prima senza alcuna penale. In alternativa potete trovare un sostituto socio che partecipi al vostro posto. In caso di assenza o di disdetta con meno di tre giorni di preavviso, vi sarà ugualmente addebitato l’intero importo.

Vi aspettiamo.

Un cordiale saluto a tutti.

 

Photo Credits: Wojciech Bońkowski