Archivi tag: home-gallery

Rum e cioccolato con il Presidente Fiorenzo Detti

Saccharum officinarum, nome scientifico della canna da zucchero, potrebbe essere l’origine  del nome rum con cui si identifica oggi il noto distillato caraibico. L’altra possibile origine la possiamo trovare nel termine rumbullion (trambusto, confusione), con probabile riferimento agli attacchi dei  pirati cui erano soggette le navi che trasportavano rum.

Nella sala gremita dell’Associazione Cometa, Fiorenzo Detti, Presidente di AIS Lombardia nonché grande conoscitore di distillati e liquori, ci ha condotto per mano in una magnifica serata dedicata interamente a questo prodotto, raccontandoci con tutta la sua passione i segreti, gli stili, i diversi metodi produttivi, corredando il tutto con  aneddoti simpatici e interessanti.

Dopo una breve introduzione su storia e concetti fondamentali del mondo della distillazione ci siamo addentrati ad esplorare i 4 stili produttivi del rum analizzando ogni singolo paese di produzione.

Abbiamo parlato di rhum secondo la scuola francese, rappresentato da Haiti, Guadalupe, e Martinica, che si distingue per l’utilizzo dell’intero succo ottenuto dalla spremitura della canna da zucchero. Il rhum prodotto in queste nazioni si chiama rhum agricole per distinguerlo da tutti gli altri ottenuti invece dalla melassa, il residuo che si ottiene dal processo produttivo dello zucchero.

Poi abbiamo parlato di rum inglese, ottenuto dalla melassa e distillato nei tipici coffey still, sistema di distillazione a colonna tipica degli Scoth Whisky. I più importanti paesi produttori sono Giamaica, Barbados, Guyana e Bermuda.

Sempre prodotto dalla melassa è il ron spagnolo tipico di Cuba, Santo Domingo e Portorico e caratterizzato dal tipico sistema di invecchiamento in botti secondo il metodo soleras tipico degli Sherry.

Infine lo stile demerara dal nome dell’omonimo fiume in Guyana dove viene prodotto il miglior zucchero di canna al mondo e l’unica distilleria attualmente attiva produce rum diventati oggetto di culto tra i grandi appassionati.

Di seguito i rum in degustazione con alcune note.

Rum Nation Peruano 8 y.o.
Perù, stile spagnolo
Ambrato cristallino, abboccato, lascia una bella dolcezza in bocca con note di frutta tropicale miele e croccante alle mandorle. Una piacevole vena ruffiana data dall’invecchiamento in botti di Sherry

Rum Agricole Vieux Pyramide J.Bally 7 y.o.
Martinica, stile francese
Prodotto con utilizzo di alambicchi discontinui alla Charentais si presenta con un naso più deciso più secco con note di albicocca stramatura un mix di spezie dolci, liquirizia e chiude in bocca con un bel finale amaricante

Rum El Dorado 12 y.o.
Guyana, stile demerara
Equilibrio tra potenza e morbidezza, pulito, invoglia al riassaggio immediato note di frutta tropicale, mango papaya, e spezie dolci. Spicca il cioccolato bianco la vaniglia e il caramello.

Rum Appleton Estate 21 y.o.
Giamaica, stile inglese
Una delle distillerie più antiche al mondo prodotto in discontinuo presenta note agrumate, cioccolato, liquirizia e uno splendido finale di frutta secca, nocciole e mandorle.

Vino in-dipendente 2017

Torna Vino in-dipendente. Un’idea nata da Stefano Belli, che è regista ed organizzatore della manifestazione in programma domenica 26 e lunedì 27 marzo a Calvisano (BS). Il motto della terza edizione è quello che aveva accompagnato l’evento al suo debutto: “Il vino naturale è la poesia della terra”. Una parafrasi delle bellissime parole di Mario Soldati, che faranno da presentazione ai 70 vignaioli presenti in questa edizione, che si terrà nella sala polivalente in via S. Michele 25012 Calvisano (BS), vicino ai campi da rugby.

L’idea di Vino in-dipendente è quella di promuovere il vino artigianale raccontato dai vignaioli che quotidianamente faticano a farsi sentire.

Per questo motivo ci siamo dati l’obiettivo di far conoscere i loro vini sul territorio bresciano, con la speranza di creare una comunità attenta a valorizzare il lavoro di produttori che operano in modo etico, autentico e rispettoso.

La manifestazione si svolgerà domenica 26/03/2017 (dalle 10:30 alle 19:00) e lunedì 27/03/2017 (dalle 10:30 alle 18:00) come mostra-mercato di vini artigianali; il pubblico potrà degustare e acquistare direttamente dal produttore. Nelle due giornate verranno proposte degustazioni guidate a pagamento e su prenotazione (max 20 persone) direttamente dai produttori. Per informazioni e prenotazioni scrivere a info@vinoindipendente.it.

Nel corso della manifestazione troverete prodotti gastronomici che sposano la filosofia di Vino in-dipendente che potrete acquistare e assaggiare comodamente nella zona food aperta al pubblico.

L’ingresso, compreso del calice per gli assaggi, costa 7 euro e dà diritto alla degustazione dei tanti vini, e altro, che si potranno anche acquistare direttamente dai produttori.

Il 26/03/2017 alle ore 15:00 l’agronomo Lorenzo Corino terrà un seminario e presenterà il suo nuovo libro Vigne, vino, vita: i miei pensieri naturali.

Potrete degustare una vasta selezione di sigari toscani, guidati dal relatore Alessandro Bonisoli, abbinati con i prodotti della distilleria Berolà di Portico di Caserta (CE).

Il tutto verrà accompagnato da musica Jazz.

Maggiori informazioni sul sito web o sulla pagina Facebook.

Vignaioli e non solo

  • 1701
  • Azienda Agricola Antonio Ligabue
  • Azienda Agricola Barbara Avellino
  • Azienda Agricola Biondo Jeo
  • Azienda Agricola Colicchio Marco
  • Azienda Agricola Ferlat
  • Azienda Agricola Garoglio Davide
  • Azienda Agricola L’ulif
  • Azienda Agricola Legnani Stefano
  • Azienda Agricola Lo Zerbone
  • Azienda Agricola Maurizio Ferraro
  • Azienda Agricola Pietro Selva
  • Azienda Agricola Santa Caterina
  • Azienda Agricola Stefano Milanesi
  • Azienda Agricola Togni Rebaioli
  • Azienda Agricola Torrazzetta
  • Azienda Agricola Vignato
  • Azienda Agricola Volcanalia
  • Azienda Agricoladi Cato
  • Azienda Vitivinicola Selve
  • Bressanelli Fortunato
  • Ca’ Dei Quattro Archi
  • Ca’ Del Conte
  • Camerlengo
  • Cantina Bio Natura
  • Cardinali
  • Carussin Azienda Agricola
  • Casa Belfi
  • Casa Caterina
  • Cascina Boccaccio
  • Case Bianche
  • Case Corini
  • Case Vecchie
  • Collestefano
  • Costadilà
  • Due Mani
  • Etnella
  • Fattoria La Maliosa
  • Filippi
  • Forti Del Vento
  • Franco Terpin
  • Gaspere Buscemi
  • Gonella Vini
  • Il Tufiello
  • Ilaria Salvetti
  • La Basia
  • La Signorina
  • Le Strie
  • Lieselehof
  • Lusenti Ludovica
  • Magia Di Barbarano
  • Mario Gatta
  • Matervi
  • Monastero Dei Frati Bianchi
  • Movia
  • Podere Anima Mundi
  • Rocca Rondinaria
  • Rocco Di Carpeneto
  • San Lurins
  • Sieman
  • Solenghi Gaetano
  • Tenuta Belvedere
  • Tenuta Ca’ Du Russ
  • Tenuta Dei Fiori
  • Tenuta Di Castellaro
  • Tenuta Grillo
  • Tenuta L’armonia
  • Tenuta Scapigliata
  • Terre Apuane
  • Valdibella
  • Villa Calicantus
  • Villa Chiarini Wulf
  • Vino Nuovo
  • Yeasteria
  • Zidarich

Food & altro

  • Azienda Agricola Biologica Rotolo Gregorio
  • Azienda Agricola Faleschini Luigi
  • Azienda Agricola Forte Diamante
  • Azienda Agricola Lu Cavalire
  • Berolà Distillati
  • L’hostaria
  • Maurizia Gentili
  • Officinali Bio Capanna
  • Passion Cocoa
  • Salamensa
  • Sigari Toscano
  • Torrefazione Lady Caffè

I vini macerati di Damijan Podversic

Aggiornamento 15 marzo: Posti esauriti!

Mercoledì 22 marzo 2017 alle ore 21:00, presso lo Sheraton Lake Como Hotel in via per Cernobbio 41/A, Como, vi aspettiamo per una degustazione di vini friulani in compagnia del produttore Damijan Podversic.

Chi è Damijan Podversic?

Siamo nel Collio, in provincia di Gorizia. Qui, tra le colline di Gradiscutta e San Floriano, troviamo Damijan e i suoi vigneti.

Quello di Damijan Podversic è un amore incommensurato per il vino, a partire dal suo elemento base: l’uva. «Fare il vino è semplice,» racconta, «il processo in cantina è sempre lo stesso. Quello che è difficile è fare l’uva. Senza una buona uva non puoi fare un buon vino. E per fare una buona uva bisogna ascoltare la natura, lavorare con i suoi ritmi, rispettare i suoi tempi. Prendi l’erba, ad esempio: se sfalci l’erba in una luna sbagliata, non hai ancora finito il vigneto e devi già ricominciare; se sfalci l’erba in una luna giusta, ti tiene per un mese e mezzo. La vendemmia stessa viene fatta quando le forze sono apicali, le potature quando tutte le forze sono basali.»

Ma non è sempre stato così. Da ragazzo, finito il curriculum di agraria, Damijan aveva iniziato a fare il vino applicando i metodi e le tecniche appresi durante gli studi: «Per anni ho fatto il vino prostrato per terra seguendo i dettami della scuola tecnica. Solo dopo molti anni ho capito che stavo sbagliando: per fare il vino bisogna essere un filosofo, non un tecnico. Un filosofo si fa continuamente domande e adegua il proprio lavoro ascoltando quello che gli dice la natura. Il tecnico applica quello che gli è stato insegnato come se fosse la verità assoluta, come se sapesse sempre tutto. Ma il tecnico non potrà mai sapere sempre tutto; e senza mettere in discussione il proprio lavoro sbaglia.»

E così da oltre 15 anni, forte anche degli insegnamenti di amici e maestri viticoltori e produttori di vino — come Josko Gravner di cui Damijan ha adottato la filosofia in toto — il suo ritrovato rapporto con la vite e con la natura gli ha permesso di ottenere vini straordinari e inimitabili. «Nei miei vini sentirete frutti di tutti i generi, dalla pesca agli agrumi alle erbe fresche, comunque sempre frutti maturi. Non troverete mai sentori erbacei, perché l’uva che vinifichiamo è “stramatura”. È l’acidità che dà la freschezza in bocca, e se questa è naturale ed equilibrata non avremo la sensazione di amaro e slegato.»

E in cantina? «Anche in cantina, come nel vigneto, il tempo è scandito dalle fasi lunari che determinano tutti gli stadi del lavoro. La ricchezza dell’uva è racchiusa nella buccia e nel seme, elementi necessari nella fermentazione, solo così il vino risulterà completo. Il mosto rimane sulle bucce finché non finiscono tutte le fermentazioni, nel frattempo si procede con la follatura. Questa operazione viene fatta più volte al giorno (3 volte al giorno e tutto a mano, ndr) per impedire il formarsi di fermentazioni batteriche.»

Durante la serata assaggeremo sei etichette, tra cui un Kaplia 2005 riserva e una strepitosa Ribolla gialla 2009. Una degustazione da non perdere.

I vini in degustazione

  • Ribolla gialla 2012
    Bianco IGT — Ribolla gialla 100%
    3 viti AIS 2017
  • Malvasia 2012
    Bianco IGT — Malvasia istriana 100%
    3 viti AIS 2017
  • Kaplja 2012
    Bianco IGT — Chardonnay 40%, Malvasia istriana 30%, Friulano 30%
    3 viti AIS 2017
  • Nekaj 2012
    Bianco IGT — Friulano 100%
    4 viti AIS 2017
  • Ribolla gialla 2009
    Bianco IGT — Ribolla gialla 100%
    5 grappoli AIS 2014
  • Kaplja 2005
    Bianco IGT — Chardonnay 40%, Friulano 35%, Malvasia istriana 25%
    4 grappoli AIS 2009

Quando?

Mercoledì 22 marzo 2017 ore 21:00.

Dove?

Sheraton Lake Como Hotel
via per Cernobbio 41/A
22100 Como (CO)

Guarda la mappa

Posteggio coperto gratuito disponibile dentro la struttura.

Costo e Prenotazioni

Il costo della serata è di 30,00 euro a persona, per un massimo di 80 posti. Pagamento nell’ambito della stessa serata.

Aggiornamento 15 marzo: I posti sono esauriti.

Cancellazione della prenotazione

Vi ricordiamo che se avete un imprevisto e dovete rinunciare alla serata, potete disdire fino a 3 giorni prima senza alcuna penale. In alternativa potete trovare un sostituto socio che partecipi al vostro posto.
In caso di assenza o di disdetta con meno di tre giorni di preavviso, vi sarà ugualmente addebitato l’intero importo.

 

Photo Credits: Signorvino

Rum e cioccolato con il Presidente di AIS Lombardia Fiorenzo Detti

Lunedì 6 marzo 2017 alle ore 21:00, presso l’Associazione Cometa in via Madruzza 36, Como, vi aspettiamo per una degustrazione di 4 pregiati rum abbinati a cioccolato guidata dal Presidente di AIS Lombardia Fiorenzo Detti.

Fiorenzo Detti

Il rum, anche chiamato ron o rhum a seconda del paese di produzione, è un distillato della canna da zucchero. Può essere ottenuto direttamente dal succo della canna da zucchero pressata mediante il sistema detto agricolo, oppure dalla melassa con il sistema detto industriale. A seconda dell’invecchiamento e del colore viene poi classificato come chiaro, ambrato, scuro, invecchiato.

In ogni caso si tratta di un’acquavite dalla storia affascinante e controversa: l’etimologia della parola è incerta e si perde nel XVII secolo tra battaglie di pirati e corsari, e le conquiste di Spagnoli, Inglesi, Olandesi, e Francesi.

Il Presidente Detti è un grande esperto di distillati e rum, nonché relatore per la lezione su liquori e distillati al corso di 1° livello. Insieme a lui partiremo brevemente dal mondo della distillazione per poi addentrarci in quello del rum in tutte le sue declinazioni: dallla storia ultracentenaria agli aspetti produttivi, dalle tipologie agli aspetti di abbinamento, senza trascurare aneddoti e curiosità.

In degustazione 4 etichette scelte dal Presidente Detti e abbinate a cioccolati selezionatii.

I rum in degustazione

  • Rum Vieux J. Bally 7 Y.O.
    Martinica
    Stile Francese
  • Rum Nation Peruano 8 Y.O.
    Peru
    Stile Spagnolo
  • Rum El Dorado 12 Y.O.
    Guyana
    Stile Demerara
  • Rum Appleton Estate 21 Y.O.
    Giamaica
    Stile Inglese

Quando?

Lunedì 6 marzo 2017, alle ore 21:00.

Dove?

Associazione Cometa
Via Madruzza 36
22100 Como (CO)

Guarda la mappa

Posteggio coperto gratuito disponibile dentro la struttura.

Costo e Prenotazioni

Il costo della serata è di 20,00 euro a persona, per un massimo di 65 posti. Pagamento nell’ambito della stessa serata.

Per partecipare alla degustazione potete contattare Arianna Andreoni:

  • via SMS, al numero +39 348 221 3706
  • via e-mail, all’indirizzo ari.andreoni@aiscomo.it

Vi preghiamo di prenotare esclusivamente via SMS o via e-mail. Per favore, non telefonate.
Ovviamente poi Arianna vi risponderà per la conferma.

Cancellazione della prenotazione

Vi ricordiamo che se avete un imprevisto e dovete rinunciare alla serata, potete disdire fino a 3 giorni prima senza alcuna penale. In alternativa potete trovare un sostituto socio che partecipi al vostro posto. In caso di assenza o di disdetta con meno di tre giorni di preavviso, vi sarà ugualmente addebitato l’intero importo.

 

Corso di qualificazione professionale per sommelier 1° livello 2017

La formazione del sommelier. Le tecniche di servizio. La degustazione

Riportiamo di seguito le date e le informazioni relative al corso di qualificazione professionale per sommelier di 1° livello che partirà mercoledì 8 marzo 2017.

Per conoscere in modo più dettagliato i contenuti di ogni lezione potete consultare il programma del corso di primo livello.

Calendario delle lezioni

1 La figura del Sommelier Mercoledì 8 marzo 2017
2 Viticoltura Lunedì 13 marzo 2017
3 Enologia: la produzione del vino Martedì 14 marzo 2017
4 Enologia: i componenti del vino Giovedì 16 marzo 2017
5 Tecnica della degustazione: esame visivo Giovedì 23 marzo 2017
6 Tecnica della degustazione: esame olfattivo Lunedì 27 marzo 2017
7 Tecnica della degustazione: esame gusto-olfattivo Martedì 4 aprile 2017
8 Spumanti Mercoledì 5 aprile 2017
9 Il vino italiano e le sue leggi Giovedì 13 aprile 2017
10 Vini passiti, vendemmia tardiva, muffati, icewein, liquorosi, aromatizzati Mercoledì 19 aprile 2017
11 Birra Giovedì 20 aprile 2017
12 Le funzioni del sommelier Mercoledì 26 aprile 2017
13 Distillati e liquori (nazionali ed esteri) Giovedì 27 aprile 2017
14 Visita a un’azienda vitivinicola Mercoledì 3 maggio 2017
15 Approfondimento sulla degustazione e autovalutazione Giovedì 4 maggio 2017

Informazioni

Il direttore del corso è il sommelier Giancarlo Botta.

Modalità di partecipazione

Il corso, aperto anche ad appassionati, si svolge secondo le date previste dal programma ed è articolato nella sessione

  • serale: alle ore 20:45 alle ore 23:00 circa.

Luogo

Tutte le lezioni si tengono presso Cometa Formazione, in via Madruzza 36, 22100 Como CO.
(Guarda la mappa)

Posteggio coperto gratuito disponibile dentro la struttura.

Costo

La quota di partecipazione al primo livello è di EUR 550,00 e comprende:

  • due libri di testo;
  • il quaderno con le schede per l’analisi sensoriale dei vini;
  • una valigetta con i bicchieri da degustazione;
  • un cavatappi professionale;
  • il costo del pullman per la visita all’azienda vitivinicola;
  • i vini per le degustazioni (normalmente 3 vini di ottimo livello per ogni lezione).

Acconto. All’atto dell’iscrizione dovrà essere versato un acconto di EUR 150,00.

Saldo. Il saldo sarà versato alla prima lezione, preferibilmente con un assegno bancario non trasferibile intestato a “Associazione Italiana Sommelier Lombardia” oppure in contanti. Non possiamo accettare pagamenti con carte di credito o bancomat.

Nota: la quota del corso non comprende le quote di iscrizione ad AIS Italia e AIS Lombardia

La quota non comprende

  • l’iscrizione obbligatoria ad AIS Italia di 80,00 euro (per coloro che risiedono all’estero e desiderino ricevere guida e riviste la quota del corso AIS Nazionale diventa 110,00 euro, in caso contrario resta 80,00 euro), e
  • il contributo facoltativo ad AIS Lombardia di 30,00 euro, ambedue valide per l’anno 2017,

che eventualmente potranno essere versate contestualmente al momento dell’iscrizione.

L’iscrizione all’AIS Nazionale e il contributo all’AIS Regionale danno diritto a ricevere le pubblicazioni sia nazionali che regionali, oltre alla possibilità di partecipare a tutte le attività dell’Associazione in qualsiasi località d’Italia, alcune delle quali riservate ai soci e gratuite.

Per maggiori informazioni vi consigliamo di leggere l’informativa sui corsi dell’Associazione Italiana Sommelier.

Iscrizioni e informazioni

Per l’iscrizione o per chiedere ulteriori informazioni potete contattare Giancarlo Botta.

Corso di qualificazione professionale per sommelier 2° livello 2017

Tecnica della degustazione. Enografia italiana e internazionale.

Riportiamo di seguito le date e le informazioni relative al corso di qualificazione professionale per sommelier di 2° livello che inizierà giovedì 2 febbraio 2017.

Per conoscere in modo più dettagliato i contenuti di ogni lezione potete consultare il programma del corso di secondo livello.

Calendario delle lezioni

1 Tecnica della degustazione Giovedì 2 febbraio 2017
2 Valle d’Aosta e Piemonte Martedì 7 febbraio 2017
3 Emilia-Romagna e Marche Mercoledì 8 febbraio 2017
4 Abruzzo, Molise e Campania Mercoledì 15 febbraio 2017
5 Lombardia e Trentino Alto Adige Lunedì 20 febbraio 2017
6 Veneto e Friuli-Venezia Giulia Martedì 21 febbraio 2017
7 Umbria e Lazio Giovedì 2 marzo 2017
8 Toscana e Liguria Martedì 7 marzo 2017
9 Puglia, Calabria, e Basilicata Giovedì 9 marzo 2017
10 Vitivinicoltura nei Paesi Europei Mercoledì 15 marzo 2017
11 Vitivinicoltura in Francia (parte 1) Lunedì 20 marzo 2017
12 Vitivinicoltura in Francia (parte 2) Martedì 21 marzo 2017
13 Sicilia e Sardegna Lunedì 27 marzo 2017
14 Viticoltura nei principali Paesi del mondo Martedì 28 marzo 2017
15 Approfondimento sulla degustazione e autovalutazione Giovedì 30 marzo 2017

Informazioni

Direttore del corso

Il direttore del corso è il sommelier Paolo Vismara.

Modalità di partecipazione

Il corso si svolge secondo le date previste dal programma ed è articolato in due sessioni:

  • sessione pomeridiana: alle ore 15:30 alle ore 17:45 circa;
  • sessione serale: alle ore 20:45 alle ore 23:00 circa;

Luogo

Tutte le lezioni si tengono allo Sheraton Lake Como Hotel, in via per Cernobbio 41/A, 22100 Como CO.
(Guarda la mappa)

Posteggio coperto gratuito disponibile a 50 metri dall’hotel.

Costo

La quota di partecipazione al secondo livello è di 580,00 EUR, e comprende:

  • 2 importanti libri di testo;
  • il quaderno con le schede per l’analisi sensoriale dei vini;
  • i vini per le degustazioni (normalmente 3 vini di ottimo livello per ogni lezione).

Per le degustazioni si utilizzeranno i bicchieri dati in dotazione in precedenza, che dovranno essere portati anche per la prima lezione.

Il pagamento dovrà essere effettuato alla prima lezione, preferibilmente con un assegno bancario non trasferibile intestato a “Associazione Italiana Sommelier Lombardia” oppure in contanti. Non possiamo accettare pagamenti con carte di credito o bancomat.

Nota: la quota del corso non comprende le quote di iscrizione ad AIS Italia e AIS Lombardia

La quota non comprende

  • l’iscrizione obbligatoria ad AIS Italia di 80,00 euro (per coloro che risiedono all’estero e desiderino ricevere guida e riviste la quota del corso AIS Nazionale diventa 110,00 euro, in caso contrario resta 80,00 euro), e
  • il contributo facoltativo ad AIS Lombardia di 30,00 euro, ambedue valide per l’anno 2017,

che eventualmente potranno essere versate contestualmente al momento dell’iscrizione.

Coloro che hanno partecipato al 1° livello, sessione autunnale 2016, sono già in regola per il 2017.

L’iscrizione all’AIS Nazionale e il contributo all’AIS Regionale danno diritto a ricevere le pubblicazioni sia nazionali che regionali, oltre alla possibilità di partecipare a tutte le attività dell’Associazione in qualsiasi località d’Italia, alcune delle quali gratuite e riservate esclusivamente ai soci.

Per maggiori informazioni vi consigliamo di leggere l’informativa sui corsi dell’Associazione Italiana Sommelier.

Iscrizioni e informazioni

Per iscrivervi al corso o per chiedere ulteriori informazioni potete contattare Paolo Vismara.

Corso di qualificazione professionale per sommelier 3° livello 2016

Tecnica dell’abbinamento cibo-vino.

Riportiamo di seguito le date e le informazioni relative al corso di qualificazione professionale per sommelier di 3° livello che partirà mercoledì 21 settembre 2016. Per conoscere in modo più dettagliato i contenuti di ogni lezione potete consultare la pagina di dettaglio del corso di terzo livello.

Programma delle lezioni

1 Analisi sensoriale del cibo e del vino Mercoledì 21 settembre 2016
2 Tecnica dell’abbinamento cibo-vino Mercoledì 28 settembre 2016
3 Carni bianche e rosse, selvaggina Lunedì 3 ottobre 2016
4 Funghi, tartufi, ortaggi e legumi Mercoledì 4 ottobre 2016
5 Uova e salse Martedì 11 ottobre 2016
6 Condimenti, erbe aromatiche e spezie Mercoledì 19 ottobre 2016
7 Cereali Martedì 25 ottobre 2016
8 Prodotti della pesca Mercoledì 2 novembre 2016
9 Prodotti di salumeria Giovedì 10 novembre 2016
10 Formaggi (parte 1) Lunedì 21 novembre 2016
11 Formaggi (parte 2) Mercoledì 23 novembre 2016
12 Dolci, gelati e frutta Mercoledì 30 novembre 2016
13 Il cioccolato Lunedì 5 dicembre 2016
14 Cena didattica (solo serale) Lunedì 12 dicembre 2016

Date d’esame

Prova scritta

Lunedì 6 febbraio 2017 alle ore 15:00 (orario unico per tutti).

Prova orale

Lunedì 27 febbraio 2017 dalle ore 9.00 alle ore 16:00.

Informazioni

Il direttore del corso è il sommelier Paolo Vismara.

Modalità di partecipazione

Il corso, aperto anche ad appassionati, si svolge secondo le date previste dal programma ed è articolato in due sessioni:

  • pomeridiana: alle ore 15:30 alle ore 17:45 circa;
  • serale: alle ore 20:45 alle ore 23:00 circa;

Luogo

Tutte le lezioni si tengono allo Sheraton Lake Como Hotel, in via per Cernobbio 41/A, 22100 Como CO. (Guarda la mappa)

Posteggio coperto gratuito disponibile a 50 metri dall’hotel.

Costo

La quota di partecipazione al terzo livello è di EUR 700,00 comprensiva del costo di un importante libro di testo, delle schede per l’analisi sensoriale dei cibi e dei vini e della cena didattica. Per le degustazioni si utilizzeranno i bicchieri dati in dotazione in precedenza che dovranno essere portati anche per la prima lezione.

Per maggiori informazioni vi consigliamo di leggere l’informativa.

Il pagamento potrà essere effettuato preferibilmente con un assegno bancario non trasferibile intestato “Associazione Italiana Sommelier Lombardia” oppure in contanti; non possiamo accettare pagamenti con carte di credito o Bancomat.

Nota: la quota del corso non comprende le quote di iscrizione ad AIS Italia e AIS Lombardia

La quota non comprende

  • l’iscrizione obbligatoria all’Associazione Italiana Sommelier di 80,00 euro (per gli stranieri che desiderino ricevere guida e riviste la quota del corso AIS Nazionale diventa 110,00 euro, in caso contrario resta 80,00 euro), e
  • il contributo facoltativo all’AIS Lombardia di 30,00 euro, ambedue valide per l’anno 2016,

che eventualmente potranno essere versate contestualmente al momento dell’iscrizione.

Coloro che hanno partecipato al 2° livello, sessione primaverile 2016, sono già in regola per il 2016.

Per completezza si chiarisce che, partecipando all’esame nel 2017, si dovrà essere in regola anche con la quota associativa AIS di tale anno.

L’iscrizione all’AIS Nazionale e il contributo all’AIS Regionale danno diritto a ricevere le pubblicazioni sia nazionali che regionali, oltre alla possibilità di partecipare a tutte le attività dell’Associazione in qualsiasi località d’Italia, alcune delle quali gratuite e riservate esclusivamente ai soci.

Per maggiori informazioni vi consigliamo di leggere l’informativa sui corsi dell’Associazione Italiana Sommelier.

Iscrizioni e altre informazioni

Per l’iscrizione o per chiedere ulteriori informazioni potete contattare Paolo VismaraGiancarlo Botta.

Incontro con Gianni Menotti, già miglior enologo d’Italia e Oscar del vino

Da sempre friulano, da sempre interprete del territorio.

Lunedì 14 marzo 2016 alle ore 20:45, presso l’Associazione Cometa in via Madruzza 36 a Como, incontreremo Gianni Menotti, già miglior enologo d’Italia e Oscar del vino.

Enologo e agronomo, Gianni Menotti sfrutta i fattori di un territorio attraverso la vite e interpreta i capricci dei mosti. La serietà e la puntualità sono tra le sue abitudini. Un punto di riferimento, non solo per la viticoltura friulana ma anche per chi fa di questa professione una cosa seria. La lontananza da scorciatoie e vie brevi hanno reso il suo lavoro una indiscussa garanzia qualitativa, anche per i produttori stessi.

Attraverso le sue esperienze, la sera del 14 marzo, ci guiderà in un piccolo percorso attraverso alcune “cantine protette” e dei loro vini. Otto etichette rappresentative di territorio e varietà: dai classicissimi bianchi, che hanno fatto parlare di Friuli in tutto il mondo; ai rossi, diversi qui rispetto che altrove; al ricercatissimo e costosissimo Picolìt, dalla storia unica ed affascinante.

Un incontro non solo di degustazione, un incontro che lascerà il sapore di questa affascinante professione. Vivremo una grande esperienza attraverso quelle di chi sta contribuendo alla storia vera di questa straordinaria regione viticola.

Le 8 etichette in degustazione

  1. Collio Friulano 2013, Ronco Blanchis (3 viti AIS 2015)
  2. Friuli Colli Orientali Friulano 2014, La Viarte (3 viti AIS 2016)
  3. Collio Sauvignon 2013, Ronco Blanchis (3 viti AIS 2015)
  4. Friuli Colli Orientali Bianco Pomédes 2013, Scubla (4 viti AIS 2016)
  5. Carso Malvasia 2015, Castelvecchio (prova di vasca; l’anno 2013 è stato premiato con 3 viti AIS 2015)
  6. Friuli Colli Orientali Rosso Scuro 2012, Scubla (3 viti 2016)
  7. Friuli Colli Orientali Refosco dal Peduncolo Rosso Riserva 2011, Valchiarò (3 viti AIS 2016)
  8. Colli Orientali del Friuli Picolit 2010, Valchiarò (2 viti AIS 2016)

Le cantine protette di Gianni Menotti

Prendiamo spunto dalla nostra guida Vitae per uno scorcio sulle 5 cantine che approfondiremo durante la degustrazione.

  • Castelvecchio — Dalla fine degli anni Settanta questa azienda ha il merito di far conoscere al mercato, quello vero, che cos’è il Carso. Fino allora solo piccoli, coraggiosi contadini che producevano per sé e per gli amici. Oggi questi luoghi meravigliosi sono oggetto di riscoperta per la loro struggente belezza e per i prodotti che offrono. Ottimo lo staff in cantina e in vigna, che riesce a ottenere sempre il massimo. Qui è la malvasia istriana che mette tutti d’accordo.
  • La Viarte — Vigne di trent’anni su un terreno marnoso-arenaceo sono già un gran bel punto di partenza. Se si aggiunge un’attenzione maniacale in tutte le fasi di cantina e la volontà di dare a ogni vitigno solo ciò di cui realmente ha bisogno, identificando il lievito indigeno più adatto e riducendo al minimo l’impatto ambientale, gli ingredienti per un avvenire roseo e duraturo ci sono tutti.
  • Ronco Blanchis — Solo vini bianchi, quasi a suggellare il nome aziendale. Da qualche anno ha imboccato, a grande velocità, la strada della massima qualità. Il percorso virtuoso è dato dalle grandi firme che seguono la cantina ma principalmente dalla qualità dei vigneti, tutti esposti a sud, che forniscono rese basse e uve sane e che si vinificano senza diraspatura del grappolo.
  • Scubla — Piena, meritatissima conferma per i due vini, Pomédes e Scuro, che sono il simbolo dell’azienda ben capitanata da Roberto e sostenuta dal lavoro e dalla profonda amicizia che lega Gianni Menotti al fondatore di questa bella realtà, situata in uno dei cru più importanti e storici dei Colli Orientali. Alla base del successo non c’è solo una stretta proficua collaborazione, ma anche un’attenta lettura del territorio e delle sue straordinare potenzialità. La costante qualità dell’intera produzione lo dimostra alla perfezione.
  • Valchiarò — Un gruppo di amici, provenienti da aree professionali diverse, decidono di unire la passione per il vino all’attività imprenditoriale. L’idea ottiene subito risultati lusinghieri anche perché la vigna in collina è ben esposta e la consulenza enologica è prestigiosa. Da oltre vent’anni Valchiarò è un’azienda di successo. I suoi vini spaziano dai più gettonati autoctoni alle cultivar internazionali, che qui riescono davvero bene.

Profili organolettici dei vini in degustazione

Tutte le etichette in degustazione, a eccezione del Carso Malvasia di Castelvecchio 2015 che è una prova di vasca, sono state premiate con le prestigiose viti AIS.

I vini di Ronco Blanchis sono nella guida AIS Vitae 2015; quelli di La Viarte, Scubla, e Valchiarò sono sulla guida AIS Vitae 2016.

A voi sommelier, addetti ai lavori, e appassionati lasciamo la ricerca delle caratteristiche evidenziate sulle guide che potrete confrontare durante la degustazione.

Costo e prenotazioni

Il costo della serata è di 20,00 euro a persona, per un massimo di 60 posti (non superabile!). Sarà possibile portare accompagnatori. Pagamento nell’ambito della stessa serata.

Per le adesioni potete contattare Arianna Andreoni tramite SMS al numero 348-2213706 o via e-mail ad ari.andreoni@aiscomo.it.

Utilizzate esclusivamente questi due mezzi di comunicazione che rimarranno e faranno fede dell’avvenuta iscrizione. Assolutamente non telefonate.
Ovviamente poi Arianna vi risponderà per la conferma.

Vi ricordiamo che se avete un imprevisto e dovete rinunciare alla serata, potete disdire fino a 3 giorni prima senza alcuna penale. In alternativa potete trovare un sostituto socio che partecipi al vostro posto. In caso di assenza o di disdetta con meno di tre giorni di preavviso, vi sarà ugualmente addebitato l’intero importo.
Un cordiale saluto a tutti.

Il vostro delegato,
Giorgio Rinaldi

 

Photo Credits: Wining.it

Degustazione di Valpolicella: i vini della famiglia Tommasi

Giovedì 11 febbraio 2016 alle ore 20:30, presso l’Associazione Cometa, incontreremo i vini della Valpolicella con 6 grandi etichette della famiglia Tommasi in compagnia di Piergiorgio Tommasi.

Ecco l’incipit del nostro delegato:

«La forza della famiglia. Questo lo slogan che dal 1902 viene portato avanti dalle generazioni. Il mondo nel frattempo è cambiato, ma la grande famiglia Tommasi continua a vivere la sua realtà. È il frutto della storia dell’uva e di un territorio che si estende alle persone che lavorano la terra.

Tutto nasce nel periodo della Belle Époque da quel Giacomo Tommasi che forse non conosceva quello che stava succedendo nel mondo ma che certamente aveva un grande senso degli affari. E fu proprio per questa sua abilità che Giacomo fu soprannominato “Palanca”, dal nome della moneta che a Venezia intorno al 1600, nel massimo fulgore della Serenissima Repubblica, si pagava ai traghettatori per passare in barca il Canale della Giudecca.

Da quel 1902 la storia è lunga…»

Tommasi: la forza di una grande famiglia da quattro generazioni

Gli oltre cento anni di storia di Tommasi, partita nel 1902 dal minuscolo vigneto del nonno Giacomo, sono quelli di una grande azienda, e ancor prima di una grande famiglia veronese arrivata alla quarta generazione. Tutti i componenti sono oggi attivamente impegnati, a seconda delle competenze personali, sui molti fronti aperti: dalla ristorazione e dall’accoglienza, all’esportazione del know-how veneto a Montalcino (53 ettari), in Maremma (170 ettari), in Puglia (80 ettari), e nell’Oltrepò Pavese (120 ettari).

L’azienda Tommasi si è consolidata ed espansa nel corso degli anni, e oggi vanta uno straordinario patrimonio vitcolo. La cantina principale è a Pedemonte, i vigneti sono soprattutto a guyot nella fascia pedecollinare e a pergola negli storici cru di Ca’ Florian, Rafaèl, Monte Masua.  Davvero numerosi i vini prodotti, anche se i più significativi, per storia e spessore, rimangono i vini della Valpolicella, il luogo del cuore, dove si radicano profondi i legami con lo stile sobrio e rispettoso che contraddistingue i Tommasi.

Insieme a Piergiorgio Tommasi, attraverso sei etichette ripercorreremo i momenti che hanno fatto la storia di questa splendida famiglia che ha contribuito fortemente ad un’altra bella storia, quella della Valpolicella.

Le etichette in degustazione

  1. Valpolicella DOC, 2015
  2. Valpolicella Classico Superiore DOC, Rafaèl, 2013
    Premiato con 3 viti AIS nella guida Vitae 2016
  3. Valpolicella Ripasso Classico Superiore DOC, 2013
    Premiato con 2 viti AIS  nella guida Vitae 2016
  4. Amarone della Valpolicella Classico DOCG, 2012
  5. Amarone della Valpolicella Classico DOCG, 2007
  6. Recioto della Valpolicella Classico DOCG, Fiorato, 2013

 Costo e prenotazioni

Il costo della serata è di 20,00 euro a persona.

Potrete portare accompagnatori e il pagamento avverrà durante la serata stessa.

Quando?

Giovedì 11 febbraio 2016, alle ore 20:30

Dove?

Associazione Cometa
Via Madruzza 36
22100 Como (CO)
Guarda la mappa

Posteggio coperto gratuito disponibile dentro la struttura.

Prenotazioni

Per partecipare alla degustazione potete contattare Arianna Andreoni:

Vi preghiamo di prenotare esclusivamente via SMS o via e-mail. Per favore, non telefonate.

Cancellazione della prenotazione

Se avete prenotato e per un imprevisto non vi è possibile partecipare, vi ricordiamo che potete disdire fino a 3 giorni prima della manifestazione (o trovare un sostituto socio). In caso contrario vi verrà ugualmente addebitato il costo della degustazione.

Photo Credits: S.S. Agricola Tommasi Viticoltori, La famiglia

Corso di qualificazione professionale per sommelier 2° livello 2016

Tecnica della degustazione. Enografia italiana e internazionale.

Riportiamo di seguito le date e le informazioni relative al corso di qualificazione professionale per sommelier di 2° livello che inizierà martedì 1 marzo 2016.

Calendario delle lezioni

1 Tecnica della degustazione Martedì 1 marzo 2016
2  Veneto e Friuli-Venezia Giulia Giovedì 3 marzo 2016
3  Valle d’Aosta e Piemonte Lunedì 7 marzo 2016
4 Emilia-Romagna e Marche Martedì 8 marzo 2016
5 Lombardia e Trentino Alto Adige Mercoledì 9 marzo 2016
6 Toscana e Liguria Martedì 15 marzo 2016
7 Abruzzo, Molise e Campania Giovedì 17 marzo 2016
8 Umbria e Lazio Martedì 22 marzo 2016
9 Sicilia e Sardegna Giovedì 24 marzo 2016
10 Viticoltura nei principali Paesi del mondo Giovedì 31 marzo 2016
11 Vitivinicoltura in Francia (parte 1) Lunedì 4 aprile 2016
12 Vitivinicoltura in Francia (parte 2) Martedì 5 aprile 2016
13 Vitivinicoltura nei Paesi Europei Giovedì 7 aprile 2016
14 Puglia, Calabria, e Basilicata Giovedì 14 aprile 2016
15 Approfondimento sulla degustazione e autovalutazione Mercoledì 20 aprile 2016

Informazioni

Direttore del corso

Il direttore del corso è il sommelier Paolo Vismara.

Modalità di partecipazione

Il corso si svolge secondo le date previste dal programma ed è articolato in due sessioni:

  • sessione pomeridiana: alle ore 15:30 alle ore 17:45 circa;
  • sessione serale: alle ore 20:45 alle ore 23:00 circa;

Luogo

Tutte le lezioni si tengono al Grand Hotel di Como, (che dal 1 aprile 2014 si chiamerà Sheraton Lake Como Hotel) in via per Cernobbio 41, 22100 Como CO. (Guarda la mappa)
Posteggio coperto gratuito disponibile a 100 metri dall’hotel.

Costo

La quota di partecipazione al secondo livello è di 580,00 EUR, e comprende 2 importanti libri di testo e le schede per l’analisi sensoriale dei vini (normalmente 3 vini di ottimo livello per ogni lezione). Per le degustazioni si utilizzeranno i bicchieri dati in dotazione in precedenza, che dovranno essere portati anche per la prima lezione.

Il pagamento dovrà essere effettuato alla prima lezione, preferibilmente con un assegno bancario non trasferibile intestato ad “Associazione Italiana Sommelier Lombardia”, oppure in contanti. Non possiamo accettare pagamenti con carte di credito o bancomat.

Nota: la quota del corso non comprende le quote di iscrizione ad AIS Italia e AIS Lombardia

La quota non comprende

  • l’iscrizione obbligatoria all’Associazione Italiana Sommelier di 80,00 euro (per gli stranieri che desiderino ricevere guida e riviste la quota del corso AIS Nazionale diventa 110,00 euro, in caso contrario resta 80,00 euro), e
  • il contributo facoltativo all’AIS Lombardia di 30,00 euro, ambedue valide per l’anno 2016,

che eventualmente potranno essere versate contestualmente al momento dell’iscrizione.

Coloro che hanno partecipato al 1° livello, sessione autunnale 2015, sono già in regola per il 2016.

L’iscrizione all’AIS Nazionale e il contributo all’AIS Regionale danno diritto a ricevere le pubblicazioni sia nazionali che regionali, oltre alla possibilità di partecipare a tutte le attività dell’Associazione in qualsiasi località d’Italia, alcune delle quali gratuite e riservate esclusivamente ai soci.

Per maggiori informazioni vi consigliamo di leggere l’informativa sui corsi dell’Associazione Italiana Sommelier.

Iscrizioni e altre informazioni

Per l’iscrizione o per chiedere ulteriori informazioni potete contattare Paolo Vismara, Giancarlo Botta, o Mariella Colzani.