Archivi tag: Marco Misitano

La nostra Sardegna: vitigni noti e meno noti dell’isola Nuragica

Forti tradizioni, vitigni autoctoni e produzione limitata che regala sorprese a chi cerca la qualità. È questa la Sardegna del vino di oggi, una regione sorprendente per la varietà e il potenziale dell’offerta vitivinicola. Assaggeremo “eroi regionali” come Cannonau e Vermentino, “illustri semisconosciuti” come Cagnulari e Nuragus, il raro Arvisionadu, due interpretazioni dell’emergente Carignano, e una sorpresa finale.

I vini in degustazione

  • Nuragus di Cagliari DOC Perlas, 2018
    Cantine di Dolianova
  • Isola dei Nurghi IGT G’Oceano, 2017
    Cantina Arvisionadu
  • Vermentino di Gallura Superiore DOCG Roccaia, 2015
    Masone Mannu
  • Isola dei Nuraghi Rosato Spumante IGT
    6 Mura Metodo Classico, 2015

    Cantina Giba
  • Cannonau di Sardegna DOC Mamuthone, 2016
    Giuseppe Sedilesu
  • Isola dei Nuraghi IGT Cagnulari, 2017
    Poderi Parpinello
  • Carignano del Sulcis DOC Riserva Buio Buio, 2017
    Cantina Mesa
  • Vernaccia di Oristano DOC Riserva, 2004
    Silvio Carta
  • Sorpresa finale!

Hanno scelto i vini e guideranno la serata:

Adriana Licciardello, nata a Catania, cresce in un mondo dove il vino è quotidianità perché prodotto a uso familiare dal padre nei luoghi tipici del nerello mascalese. Dopo il diploma si trasferisce a Milano per seguire un corso specialistico di marketing e comunicazione. Dopo qualche anno in agenzia passa a un importante gruppo editoriale americano dove gestisce la comunicazione pubblicitaria e gli eventi sul territorio. Dopo lungo corteggiamento si iscrive al corso per sommelier e ottiene il diploma AIS nel 2012. Nel 2015 supera l’esame da degustatore e nel 2018 quello da relatore per Sicilia e Sardegna. Nella sua attività è fortemente motivata dal desiderio di comunicare e divulgare temi enologici e gastronomici, in particolare delle tipicità locali che da sempre la appassionano.

Marco Misitano nasce a Messina da un papà appassionato di vino e passava le estati nella casa del nonno, quando ancora lo Zibibbo era piantato sulla spiaggia. Una domenica a pranzo una grande bottiglia lo fulmina: scopre che c’è vino e Vino, e da quel momento continua a cercare la sorpresa nel bicchiere. Trent’anni dopo, decide di capire bene cosa c’è nel calice e contatta la delegazione AIS più vicina. Diventa Sommelier nel 2015 e Degustatore l’anno successivo. I vini che lo incuriosiscono di più sono quelli in disuso, le DOC minori, i vitigni poco popolari, le bottiglie provenienti da zone inusuali. Vorrebbe sapere tutto del vino ma, ahimè, più studia  più si rende conto di non sapere.

Quando?

Mercoledì 8 maggio 2019, ore 21:00.

Dove?

Sheraton Lake Como Hotel
Via Per Cernobbio 41/A
22100 Como (CO)

Guarda la mappa

Posteggio coperto gratuito disponibile a 50 metri dall’hotel.

Costo e Pagamento

  • 30,00 euro per i soci AIS in regola.
  • 40,00 euro per gli accompagnatori.

Posti disponibili limitati.

Si può effettuare il pagamento:

  • con bonifico bancario anticipato
  • in contanti nell’ambito della stessa serata.

Iscrizioni

A causa del grandissimo interesse per la serata siamo costretti a chiudere e iscrizioni per il raggiungimento della capienza massima. Da questo momento accettiamo solo prenotazioni in lista d’attesa.

A valle dell’iscrizione sarà inviata una email di conferma e contatteremo individualmente in caso di posti che si dovessero liberare.

Sua eccellenza il Marsala

Venerdì 23 Novembre 2018 alle ore 21:00, vi aspettiamo allo Sheraton Lake Como Hotel per una grande serata dedicata al Marsala, un’eccellenza poco alla moda.

La storia

Strategicamente posizionata al centro del mediterraneo, terra fertile e generosa, la Sicilia del 1700 era divisa fra aristocrazia e classe popolare. Frequentata da mercanti inglesi che provvedevano alle necessità delle truppe britanniche nel mediterraneo, grazie al Marsala l’isola conosce un’epoca di grandissima prosperità. È proprio a un commerciante inglese, John Woodhouse, che si deve l’intuizione della potenzialità del vino di Marsala.

All’invenzione seguono secoli di storia affascinante, benessere e prosperità sociale trainati dalla vitivinicoltura, situazione a cui il mondo intero ha guardato con ammirazione, una storia di cui ancora oggi ci giunge l’eco. Nel 1800 il Marsala era sulle tavole più prestigiose di tutto il pianeta; ad esso erano attribuite proprietà benefiche che gli hanno permesso di attraversare indenne il proibizionismo americano.

Oggi, ingiustamente, il Marsala è più usato in cucina che nel bicchiere.

Ripercorriamo la storia, con l’aiuto di sei assaggi, alla scoperta della eccellenza, spesso nascosta dietro una classificazione ostica, del più grande vino ossidativo Italiano, un vino sorprendentemente versatile e longevo: il vino di Marsala.

Il veliero Elizabeth di John Woodhouse

Le bottiglie in degustazione

  • Alto Grado
    Azienda Agricola Barraco
  • Vecchio Samperi
    Marco De Bartoli
  • Terre Arse, Marsala Vergine, 2002
    Florio
  • Marsala Superiore Riserva 10 anni
    Marco de Bartoli
  • Donna Franca, Marsala Superiore Riserva
    Florio
  • Aegusa Riserva 1974
    Florio

Il relatore

Marco Misitano nasce a Messina da un papà appassionato di vino e passava le estati nella casa del nonno, quando ancora lo Zibibbo era piantato sulla spiaggia. Una domenica a pranzo una grande bottiglia lo fulmina: scopre che c’è vino e Vino, e da quel momento continua a cercare la sorpresa nel bicchiere. Trent’anni dopo, decide di capire bene cosa c’è nel calice e contatta la delegazione AIS più vicina. Nel 2015 consegue il diploma di Sommelier e quello di Degustatore l’anno successivo. I vini che lo incuriosiscono di più sono quelli in disuso, le DOC minori, i vitigni poco popolari, le bottiglie provenienti da zone inusuali. Vorrebbe sapere tutto del vino ma, ahimè, più studia e più si rende conto di non sapere.

L’ospite

Nino Barraco, Marsalese e titolare della omonima azienda.
L’idea aziendale non è quella di un vino “perfetto”, ma di un vino riconoscibile per la sua personalità, in cui le note dissonanti partecipano prepotentemente alla caratterizzazione dello stesso. Per raggiungere tale obiettivo si evita accuratamente l’omologazione apportata dall’intervento di tecnici, affidandosi alla complessità e variabilità della natura.

Quando?

Venerdì 23 Novembre 2018 ore 21:00.

Dove?

Sheraton Lake Como Hotel
Via Per Cernobbio 41/A
22100 Como (CO)

Guarda la mappa

Posteggio coperto gratuito disponibile a 50 metri dall’hotel.

Costo e Iscrizioni

  • Soci AIS: 40,00 euro
  • Accompagnatori: 50,00 euro

Pagamento tramite Bonifico Bancario anticipato o nell’ambito della stessa serata. Ai soci AIS sarà chiesto di esibire la tessera in corso di validità.

Per l’iscrizione utilizzare il modulo online di iscrizione e seguire le indicazioni contenute nell’email di conferma per perfezionare l’iscrizione.

L’iscrizione è impegnativa. E’ possibile disdire fino a 3 giorni prima senza alcuna penale. In caso di assenza o di disdetta con meno di tre giorni di preavviso,  sarà ugualmente addebitato l’intero importo.